Vai al contenuto

lxkaelxl

Membri
  • Numero di messaggi

    5
  • Registrato dal

  • Ultima visita

Reputazione comunità

0 Neutral

Che riguarda lxkaelxl

  • Rango
    appena arrivato

Profile Information

  • Sesso
    Uomo
  1. lxkaelxl

    Saluti

    che spunti nascono da una semplice presentazione XD molto interessante la spiegazione! no, quello è Kal El... ma me lo chiedono spesso grazie :D sono capitato a Soliera qualche volta per motivi 'motociclistici' :D che odissea arrivarci seguendo il tom tom approfitto del post di stasera per augurare a tutti buon Natale e buon anno nuovo
  2. lxkaelxl

    Saluti

    ahahah, no, non sono lettere a caso ammetto sia scomodo, figurarsi che è anche il mio indirizzo mail... quando devo scambiarlo con qualcuno preferisco chiederlo "poi ti contatto io" kael è il nickname che uso da sempre su internet, e le 'tag' lx xl derivano da una vecchia storia... ho iniziato a metterle dove il nickname era già in uso, poi è diventata un'abitudine
  3. lxkaelxl

    Saluti

    grazie a tutti del benvenuto =)
  4. mi scuso se uppo la discussione, ma mi sembra che sia terminata su uno spunto interessante ^^ ecco, questo appunto... la maggior parte delle persone pensa che gli operatori siano abbigliati in nero per il mimetismo notturno... ma non è vero il nero è il 'colore' meno mimetico in ogni contesto, di giorno e di notte, per la sua tendenza a fare l'effetto 'macchia'. il nero non c'è in natura, e è presente in molte mimetiche per ottenere l'effetto di 'spezzare la forma' della figura umana (ciò per il riconoscimento delle sagome proprio dell'occhio umano... non sto a dilungarmi per non essere troppo OT), ma è sempre deleterio per il mimetismo. le squadre speciali, di pronto intervento e simili, sono in nero per un'idea completamente opposta: l'effetto psicologico! il cittadino/ladro/terrorista medio (ora meno, a causa del bombardamento di tali immagini portato da film, videogames e purtroppo cronaca) non è preparato a vedersi piombare davanti una bestia nera di due metri che ti urla minacciosamente in faccia ed è quindi portato a tentennare per l' "apparizione" concedendo all'operatore un istante di vantaggio... non dico che fosse così, ma mi sembra la spiegazione più plausibile per cui un ipotetico ninja avrebbe potuto usare la 'tuta' che ne è diventato stereotipo: specialmente in una cultura dove l'uomo medio crede a superstizioni, spiriti, diavoli e mostri, l'apparizione di un demone nero avrebbe potuto mandare in pezzi la risolutezza della maggior parte delle persone... e consideriamo anche questo: quella che si attribuisce ai ninja è una strategia del terrore, cioè minare la sicurezza del nemico, vuoi con il colpire l'uomo della strada, vuoi con l'arrivare dove nessuno avrebbe creduto possibile spaventando il 'capo'... e in una strategia del genere, l'impatto psicologico è tutto. se non sbaglio, in parte è anche motivo dell' "espressione" dell'elmo del samurai, giusto? ora immaginate: siete una guardia in una città assediata. state uscendo per dare il cambio a un commilitone. mentre lo vedete camminare verso di voi, all'improvviso da uno sbuffo di fumo compare un mostro nero, che con una spada stacca la testa a quello, e svanisce nel nulla con un'altra nuvola di fumo... io credo che spezzerebbe i nervi di molti, specie se già provati dalla tensione di una battaglia =) ah, ovviamente, non sto per niente dicendo sia così, anzi! il mio è un parallelo quasi privo di fonti, derivato da speculazioni sulle tecniche usate ora e da altri gruppi simili nella storia... tra l'altro, alcuni reparti speciali americani si erano attribuiti il nomignolo di ninjas con l'adozione delle tute nere
  5. lxkaelxl

    Saluti

    salve a tutti =) mi chiamo Vittorio, di Reggio Emilia. Ho riscoperto da poco la mia antica passione per le lame giapponesi, e con i mezzi che da ragazzino non avevo (ma sono ancora giovane... ) sto iniziando a farmi una cultura sulle nihon-to... nell'ottica di procurarmente una, in futuro =) ho anche una passione latente per le arti marziali... latente perchè dopo anni di karate shotokan (dove non mi ero trovato granchè, e lasciai poco prima della cintura nera) sono alla ricerca di uno stile che mi appassioni di più... vedremo dove approderò alla fine fra le mie altre passioni ci sono il motociclismo (jap anche li... da Akashi ) e ultimamente il softair, con un po' di teoria sulla militaria moderna in generale... vi faccio già da subito grandi complimenti, è da un paio di giorni che sbircio nel forum e ho trovato un mare di informazioni... spero di rivelarmi all'altezza

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante