Vai al contenuto

Alex D.

Membri
  • Numero di messaggi

    229
  • Registrato dal

  • Ultima visita

Contenuti inseriti da Alex D.

  1. Infatti, quello che ti dicevo dello Iaido... Comunque, hai in meno i vari inchini intermediari degli scontri.
  2. Alex D.

    Chi è il "buon Maestro"?

    Ti do ragione, quando manca il mio Sensei la lezione passa agli allievi più anziani, ma non è la stessa cosa.
  3. Idem anche nel mio Dojo. Poi eseguo vari inchini di ringraziamento a fine duello (1vs1) ed inizio, e poi anche nel saluto finale quando concludi la lezione.
  4. Alex D.

    Chi è il "buon Maestro"?

    Dipende, ripeto, deve essere una tua valutazione personale, con il tempo ti accorgerai se per te un Mastro può essere stato o è, un buon Sensei oppure no
  5. Ormai certi gesti vengono in automatico e non ci faccio più caso, però concordo con voi sul fatto che certe finte sono abbastanza evitabili. Il saluto e certi inchini di rispetto ecc... ci devono essere come giusto che sia, ma certe volte son portate all'esasperazione o fatti in maniera superflua. Non saprei però quale sia la corretta procedura, dall'entrata nel Dojo fino alla fine della lezione, quando si esce (parlo riferendomi a Katori Shinto Ryu - Iaido - Kendo)?
  6. Alex D.

    Chi è il "buon Maestro"?

    Niente, devi valutare te o in base a i consigli dei tuoi compagni più anziani diciamo.
  7. Alex D.

    Chi è il "buon Maestro"?

    In parole povere, a mio avviso un buon Maestro deve essere umile, anche un pò severo ma non in maniera offensiva, deve coinvolgerti, poi resta a te giudicare un buon Maestro
  8. Concordo!Purtroppo è vero, si sta tralasciando la tradizione.
  9. È capitato anche a me un paio di volte di ricevere quel modulo, la seconda volta per una Tsuba. La descrizione conteneva la parola "sword", soltanto che dopo averlo compilato ed inviato, me ne fu spedito un'altro chiedendomi di essere più specifico nella descrizione. Non capisco come possa esserci una "sword" in un pacchettino 15x15 cm?! Comunque sia alla fine ho risolto.
  10. Hai la mia ammirazione Sandro, belle parole, ognuno di noi ha dei sogni, sono contento per te che li hai realizzati. Sicuramente ci sono voluti molti sforzi, ma sei stato ripagato, ammiro molto il tuo percorso e ti faccio i miei complimenti nonché i migliori auguri per il proseguimento di questa tua passione.
  11. Alex D.

    Lo "Shiba inu"

    Saluti a tutti! Nella mia passione generale per il Giappone oltre alle Nihonto, rientra anche questo piccolo grande cane, lo Shiba. Lo Shiba è quasi uguale all'Akita, altro bellissimo cane, ma di taglia più piccola, entrambi detti "Cane Samurai". Una delle razze più antiche, lo Shiba rientra nelle cosidette razze "Native" del Giappone, si dice che lo Shiba caratterialmente sia un pò difficile, anche se a mio avviso dipende da come lo si cresce e educa, è estremamente possessivo, indipendente e testardo, ma fedele e affettuoso oltre che molto pulito (è nota la sua capacità di imparare a sporcare solo fuori, gia dalle prime settimane di vita). Lo Shiba mi ha conquistato subito dalla prima volta che lo vidi, mi è capitato di vederlo alcune volte in giro, fermandomi per accarezzarlo ho notato certe volte quel suo carattere che lo contraddistingue. Altra dote dello Shiba, la quale rimasi un pò scettico, è risaputo che una volta finito di giocare, questo cane rimette a posto (riordina) i propi giochi, adesso non so fin a che punto. Comunque sia ho chiesto a vari possessori di questa razza, confermandomi appunto questa dote. Ecco alcune immagini di questo cane... Per info più dettagliate sullo >>Shiba inu
  12. Saluti a tutti! Io non me ne intendo, e non ho mai partecipato a delle gare di Arti Marziali, sinceramente non mi attirano molto. Concordo in gran parte con ciò che ha detto Sandro, e dico che il rispetto è la cosa più importante. Spero solo che non si perdesse quello spirito che lega le Arti Marziali
  13. Alex D.

    Iaido (anche) a casa?

    Io quando pratico Kenjutsu con il Bokken in casa, non ho grossi problemi. Ma quando praticai Iaijutsu agli inzi me ne inventai di tutti i colori, però alla fine con una classica cintura da Karate trovai una soluzione, anche se non comodissima, ma comunque i movimenti riesco a farli correttamente. Sicuramente con un Obi dovrebbe essere tutto più facile, e anche con l'Hakama, però ti conviene aspettare risposte da qualcuno che se ne intenda di più
  14. Alex D.

    Fighting Spirit?

    Io parlavo dello Iaido, che non mi fa schifo, però preferisco Katori Di Kendo non ne ho ancora parlato, è un'arte che mi affascina e sicuramente mi piace, chissà magari un domani... Per adesso mi dedico al Katori
  15. Alex D.

    Fighting Spirit?

    Inizialmente comprai un Bokken in quercia rossa abbastanza pesante con la Tsuba (usato per poco tempo), poi ho visto che nessuno cè l'aveva, allora comprai un Bokken in quercia bianca più leggero senza Tsuba. Penso che tu voglia dirmi che senza Tsuba i colpi alle mani arrivano più facilmente?
  16. Alex D.

    Fighting Spirit?

    E gia Anche perchè il mio maestro è suscettibile a i colpi andati a segno contro di lui per puro caso
  17. Alex D.

    Fighting Spirit?

    Pratico da meno tempo di te, non mi ricordo bene ma da circa 6/7 mesi. Son partito con il pallino di praticare Iaido e quindi sono andato ad assistere ad una lezione, ti dico la verità, non mi ha entusiasmato più di tanto, mi spiego meglio, bellissima arte e mi fido anche di quello che mi dici, però lo Iaido che io sappia si basa solo sui kata o figure che siano, e sopratutto sull'estrazione. Conoscendomi potrebbe annoiarmi un pò, preferivo qualcosa con più azione, ed ecco che trovai il Katori Shinto Ryu (fortunatamente comprende anche un pò di Iaido), ti posto un video per essere più chiaro (la qualità del video non è eccelsa per via del periodo in cui è stato ripreso, però i maestri che praticano sono notevoli) Il video forse non rende molto il contatto, ma ti assicuro che a me è capitato più di una volta di subire colpi di Bokken sulla mia pelle
  18. Alex D.

    Fighting Spirit?

    Comunque idk, anch'io non pratico da molto, cerco sempre di allenarmi il più possibile, anche a casa. Bene
  19. Alex D.

    Fighting Spirit?

    Si lo so benissimo, prima di iscrivermi a Katori ho studiato anch'io su Wikipedia, infatti ho scritto "chissà" e "magari", potrei in un futuro praticare solo Iaido visto che ne sto incominciando a capirne le basi, e più avanti potrei migliorare...
  20. Alex D.

    Fighting Spirit?

    Complimenti per il premio! Ne ero allo scuro anch'io di questo Fighting Spirit, però interessante, praticando Katori Shinto Ryu è incluso lo Iaido in questa discipna, quindi chissá magari un domani potrò partecipare a qualche gara. Quindi è gia da un pò di anni che pratichi Iaido?
  21. Alex D.

    Scheletri Nell'armadio

    Saluti a tutti! Ecco cosa ho trovato indagando nell'armadio... Un Tanto di non so quale periodo, adirittura firmato sulla Saya, da notare la lavorazione dell'eccelente Habaki Dimenticavo, il copriletto dovrebbe risalire al periodo 2013 Se esploro un pò in cantina, dovrei trovare qualche altro pezzo silmile
  22. Alex D.

    Pulitura dello Iaito

    Ciao idk. Il consiglio di Shoto è corretto, poi dipende, certi per pigrizia o altro non la puliscono subito dopo l'utilizzo. Pratico anch'io Katori Shinto Ryu, quindi esercitandomi nello Iaido di conseguenza la lama si sporca, uso pure io i fazzoletti Tempo per la pulizia dello Iaito, e devo dire che non mi danno problemi di aloni o altro.
  23. Alex D.

    Documentario

    Molto bello, la resa del video in questa versione oltre che magica ti affascina. Ne approfitto per postare un documentario, questo parlato però (probabilmente qualcuno lo ha gia visto), La Spada del Samurai. Posto anche la
  24. Alex D.

    Kakejiku 1850-1900

    Sono riuscito a reperire il nome dell'autore del Kakejiku tramite il venditore, è firmato "Kodo". Ho fatto una traduzione di Kodo, i Kanji che ne derivano sono questi 香道, in effetti sono diversi dalla scrittura in corsivo. Grazie

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante