Vai al contenuto

Toji

Membri
  • Numero di messaggi

    15
  • Registrato dal

  • Ultima visita

Reputazione comunità

0 Neutral

Che riguarda Toji

  • Rango
    appena arrivato

Profile Information

  • Sesso
    Uomo
  • Provenienza
    Verona
  1. Eh già, ho ancora problemi di coordinazione in alcuni movimenti, ma era per dire che se uno nella concitazione di uno scontro deve andare a impugnare l' arma gli riesce più facile se l'impugnatura è lunga, indipendentemente da come la impugna (sempre parere personalissimo). Per la questione del nakago non fa una piega, sottoscrivo.
  2. Dopo aver letto questa discussione devo dire che mi sento un po' disorientato, soprattutto data la mia scarsa competenza si in merito alle caratteristiche strutturali delle spade che del loro impiego. Non potendo però ignorare la questione mi sono posto un po' di domande alle quali non ho trovato risposta ma non demordo... non ho ancora avuto l'opportunità di provare a tagliare con le mani ravvicinate, ma i fendenti a vuoto non sembrano venir male. Detto questo grazie alla mia incompetenza mi sono accorto che a volte nel fare estrazioni in velocità arrivo tardi ad afferrare la spada con la sinistra arrivando proprio agli ultimi cm, se avessi una tsuka più corta in quei frangenti prederei la presa e credo che in situazioni di combattimento faccia comodo avere una tsuka più lunga di quella necessaria per la presa a mani unite. In secondo luogo avere un'impugnatura più lunga premette di avere una leva più vantaggiosa nel malaugurato caso di un contrasto spada contro spada. Le vostre opinioni?
  3. Uff... quanto è difficile la vita... adoro i forum ma odio le difficoltà di interpretazione che ne derivano. Ammetto di aver utilizzato un termine sbagliato, che non rappresenta il mio (ma anche il vostro) pensiero. Correggo il tiro e dico semplicemente che mi allineo alle ultime risposte che sono sufficientemente esaustive, resta comunque il fatto che uke deve far sentire la sua presenza, altrimenti lo si può sostituire con un sacco di patate e divertirsi a lanciarlo di qua e di la per il tatami...
  4. Bella discussione, per poco me la perdevo... Io avendo cominciato col praticare aikido iwama ryu ho avuto modo di imparare fin dall'inizio che uke deve ostacolare la tecnica (sempre adeguandosi alla capacità di tori), avere degli uke che volano via prima ancora del saluto mi fa girare le... comunque il problema si presenta anche con le discipline che non prevedono il contatto fisico, se uke fa schifo (per mancanza di impegno o serietà) ti fa buttare via del tempo prezioso che potrebbe essere impiegato meglio con una birra in mano.
  5. Toji

    Watashi wa Raptor desu

    Io ho visto un cartone dove ci tagliavano i carri armati con una katana. Adesso venero Goemon come mio maestro di vita... Il tuo idolo è un poppante in confronto al mio! Benvenuto sul forum!
  6. Toji

    Shinken da Tozando Germania

    Io risponderei dicendo la verità: se vendono roba a livello dei cinesi devono allineare anche il prezzo, se pensano di tenerlo così alto devono impegnarsi di più. Comunque sarebbe saggio da parte loro fornire alcune specifiche insieme alle foto, altrimenti non si capisce nemmeno a quale prodotto si riferiscono...
  7. Toji

    Shinken da Tozando Germania

    Infatti... avevo messo apposta la citazione di quella di tozando per non creare confusione... ma ho fallito!
  8. Toji

    Shinken da Tozando Germania

    L'ultima che hai postato non ha hada , mi sa che è stamapata, inoltre l'hamon mi pare proprio di quelli artificiali. Penso che siano semplicemente due prodotti diversi. Certo che in generale non mi sembrano quei gran pezzi che vanno presentando. Mah...
  9. Toji

    Shinken da Tozando Germania

    Ottimo punto di vista, ti ringrazio!
  10. Toji

    Shinken da Tozando Germania

    Quindi a livello teorico una shinsakuto pagata meno di 2500-3000 € sarà probabilmente di scarsa qualità essendo quello il prezzo del solo materiale senza considerare il koshirae e la manodopera... Si può considerare quindi il prezzo un termine di giudizio?
  11. Toji

    Shinken da Tozando Germania

    Boh, devo dire che c'è da fare una distinzione, 3000 euretti mi sembrano tanti per una riproduzione, per come la vedo io i pezzi interessanti sono quelli di categoria media, come alternativa alle versioni cinesi dal momento che le componenti (lama a parte) sono fatti in giappone e la qualità di Tozando sulle rifiniture non è mai messa in discussione. Come ferri da pratica penso che possano essere buoni. P.s. Dogana a parte credo che si debba comunque fare la richiesta di importazione in questura ma non ci metterei la mano sul fuoco.
  12. Toji

    Saluti

    Me lo sentivo che avrei ottenuto questa risposta, è un classico. Ormai dovrei saperlo che prima di fare domande stupide bisogna guardare dappertutto. Chiedo scusa!
  13. Toji

    Saluti

    Grazie del consiglio, se riesco a recuperarlo me lo leggerò, anzi, non è che qualcuno mi consiglerebbe un bel libro (non necessariamente narrativo) su samurai, spade, e via dicendo (che non sia uno dei classici già letti e riletti)? Grazie!
  14. Toji

    Saluti

    Salve a tutti, sono un appassionato ma anche un completo incompetente di spade giapponesi, sono qui per farmi un po' di cultura... Il nome deriva da Toji Gion, i lettori di vagabond se ne ricorderanno (ho visto un bel po' di avatar presi dal fumetto :P). Magari tra qualche tempo avrò abbastanza competenze per poter fare qualche domanda, fino ad allora non credo che scriverò molto...

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante