Vai al contenuto

Dario Utari

Membri
  • Numero di messaggi

    29
  • Registrato dal

  • Ultima visita

Contenuti inseriti da Dario Utari

  1. Avete idea di quando sarà la prossima sostituzione delle lame al MAO? Se non erro non dovrebbe mancare molto. Pensate di proporre una nuova conferenza? Grazie.
  2. Mi spiace molto di essermi perso la conferenza. Gianluca, aspetto di veedre prima o poi questo lavoro che stai "portando lentamente avanti" per recuperare almeno in parte. Farò più attenzione ad informarmi in tempo per questo autunno,
  3. Ho finito di lavorare troppo tardi, un vero peccato. Complimenti comunque per l'iniziativa, la mancanza di Nihonto era un buco terribile fra le arti rappresentate al MAO. Sicuramente andrò a vederle presto, se sarà consentito fare foto posterò qualcosa.
  4. Sarebbe un piacere sentire la relazione di Alberto nella mia città. Purtroppo non potrò liberarmi prima dell 20:00. Qualcuno ha una vaga idea di quanto potrebbe durare l'evento e fino a che ora sarà aperto il museo? Qualcun'altro dell'associazione parteciperà?
  5. Ciao Rei. Simone ha fatto un'ottima scaletta per distinguere le diverse discipline. Io sottolineerei solo che il kendo ha un approccio decisamente più sportivo e moderno rispetto alle altre arti marziali. In Italia esistono sicuramente altre scuole di kenjutsu oltre al katorishinto ryu, spesso però kenjutsu viene insegnato come complemento di altre discipline (es. jodo o aikido). Se ti devi approcciare allo studio -mi permetto di dare un consiglio visto che lo chiedi esplicitamente- non perderti in elucubrazioni per scegliere tenshinshoden-katorishinto-ryu piuttosto che Shinkage-ryu o Bokuden-ryu. Pittosto basati sulla serietà del Maestro e sulla comodità geografica. E' importante potersi allenare con costanza, cosa difficile se il dojo dista diverse ore di treno.
  6. Interessante! Potresti cortesemente indicarci il numero ISBN, o almeno il titolo esatto? Grazie.
  7. Segnalo che la stessa organizzazione promuove il Festival dell'Oriente a Torino nei giorni 11-12-13 e 18-19-20 Marzo. L'anno scorso ho potuto dare un'occhiata molto sommaria alla fiera che mi ha lasciato l'impressione di un'impronta commerciale e onnicomprensiva. La maggior parte degli stand e degli eventi sono più orientati alla New Age che alla tradizione giapponese, tuttavia essendoci un gran numero di espositori e di esibizioni si può trovare anche qualcosa di valido e interessante inerente alla cultura giapponese. Per chi fosse interessato, ecco il link al programma. Sarò al seguito del mio dojo per una piccola dimostrazione di jodo e kenjutsu domenica 20 intorno all'ora di pranzo. Se qualcuno del'INTK fosse nei paraggi può mandarmi un messaggio e potremmo organizzare per salutarci.
  8. Mi sono iscritto anche io, ho già mandato la comunicazione via mail a Massimo.
  9. Rettifico, un altro articolo dice che hanno raccolto "armature, spade, lance, scudi e preziosi disegni". Dunque sembra che ci saranno anche delle lame, ma da quel che ho capito sarà una parte molto marginale. Confermo quel che dice Simone: la Regga è piacevole da visitare anche di per sé, mentre anche io sapevo che all'Armeria Reale hanno dei pezzi giapponesi interessanti, ma quelli esposti sono sempre stati pochissimi.
  10. Per chi fosse interessato segnalo questa mostra tenuta a Venaria Reale (TO) dal 25/10/2014 al 8/2/2015. Ecco la pagina ufficiale della mostra Tratta armature da guerra europee, mediorientali e giapponesi provenienti dal museo Stibbert di Firenze e dall'Armeira Reale di Torino. Purtroppo, a quanto pare niente lame. Se interessa scriverò la mia opinione personale una volta che l'avrò visitata.
  11. Molto interessante, penso proprio che sarò uno dei lettori. Per noi non associati che non conoscevamo questa iniziativa, però, potreste dare qualche informazione in più? Dato il titolo, immagino che sarà in inglese tutto il testo. Da che punto di vista tratta l'argomento? (Tecnico, storico, artistico...) Che livello di specificità avrà? (Introduttivo, intermedio, molto tecnico....) Solo lame, o anche koshirae? Se intendevate scrivere queste informazioni più avanti, non voglio fare fretta. Intanto complimenti per l'iniziativa.
  12. Anche io mi ero rammaricato molto di non aver potuto vedere questa mostra. Grazie per aver condiviso il filmato.
  13. Iniziativa molto interessante, ringrazio a priori gli organizzatori. Farò tutto il possibile per esserci e portare i miei compagni di Dojo.
  14. Dario Utari

    Terremoto in Giappone

    Penso che in questo contesto possa essere interessante segnalare questa iniziativa: L'associazione culturale Sakura, in collaborazione con altre organizzazioni culturali e sportive, organizza domenica 22 Maggio, al parco del Valentino a Torino, una fiera-dimostrazione di vari aspetti della cultura giapponese. La partecipazione è gratuita (al meno da quel che ho capito), ma gli introiti delle bancarelle e similia verranno destinati alle vittime del terremoto in Giappone (o alla ricostruzione, per i dettagli chiedete direttamente agli organizzatori). Trovate il programma e maggiori informazioni a questo link: http://www.sakuratorino.it/it/node/324 (sì lo so, la grafica del volantino lascia a desiderare, ma la scaletta è chiara). Per quanto riguarda le arti marziali in particolare, posso darvi qualche dettaglio in più sulla scaletta che dovrebbe seguire quest'ordine: 14:00 -> 15:00 Naginata Jodo Hanbo e Tanbo-Jutsu IaiDo 16:00 -> 17:00 Yoshinkan Aikido Kendo Go-Ju Ryu Karatedo
  15. Dario Utari

    Come Preservare Una Nihonto

    Nessuna conclusione da parte mia, Lorenzo. Solo ipotesi e richieste di delucidazioni. A cui avete risposto in modo veloce ed esauriente. Grazie!
  16. Dario Utari

    Come Preservare Una Nihonto

    Molto interessante, quindi sul nakago non si forma ossido ferrico (Fe2 O3). Questo immagino che sia grazie all'acciaio di cui è composta la lama. Quindi è probabile che una nihonto, anche trascurata, non venga mai aggredita in profondità dalla ruggine, perché anche sul resto della lama si forma solo Fe3 O4?
  17. Dario Utari

    Come Preservare Una Nihonto

    Ho letto da più fonti che il nakago non andrebbe mai polito e che la ruggine non deve essere rimossa per non compromettere la firma del forgiatore. Non capisco però a pieno il motivo. Se non si rimuove al meno una vlta la ruggine, come è possibile fermare il processo di corrosione? Non c'è il rischio che lasciare la ruggine sia più deleterio di una politura? E, quando possibile, è meglio oliare nakago, oppure si sconsiglia anche questo? (Probabile che nel forum ci sia già una risposta a queste domande, nel caso chiedo scusa, ma non sono riuscito a trovarla con la funzione di ricerca.)
  18. Ho effettuato anche io il bonifico, resto in attesa di sapere come comunicarvi il mio indirizzo per la spedizione.
  19. Grazie ancora del benvenuto. I miei approfondimenti sul forum proseguono leggendo i vostri articoli nel forum, colgo l'occasione per ringraziarne gli autori visto che non intendo intasarvi il forum con continui commenti di ringraziamento. Riguardo al discorso delle Nihonto come oggetti d'arte o di pratica, al momento preferisco astenermi finché non avrò sufficienti conoscenze per farmi un'opinione fondata. Penso di aver capito quello che intende Masahiro e la posizione dell'associazione, e allo stesso tempo credo che siamo tutti concordi nel vedere la doppia natura delle Nihonto.
  20. Non saprei da che parte cominciare. Potrebbe essere divertente provare, ma temo che mi ci vorrebbe moooolto tempo prima di raggiungere risultati soddisfacenti.
  21. Come avevo premesso, scusate se non avevo postato nella sezione giusta. Insomma, in poche parole mi dite che si fa prima a comprarne una nuova che a riparare saya. Per ragioni affettive può darsi che, perso per perso, proverò anche il suggerimento di Gisberto. Yatoshi, ho dato un'occhiata al sito che mi hai suggerito, ma temo che ordinare una saya solo in base alla lunghezza (sempre che ci sia fra quelli standard, visto che il mio iaito è un po' fuori misura) ho paura che potrebbe non andare bene per la curvatura e per altri particolari. Proverò a contattare direttamente l'azienda, o a passare attraverso tozando che, se non sbaglio, tratta anche la mia marca. Grazie a tutti dei suggerimenti.

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante