Vai al contenuto

mauriziog

Membri
  • Numero di messaggi

    10
  • Registrato dal

  • Ultima visita

Reputazione comunità

0 Neutral

Che riguarda mauriziog

  • Rango
    appena arrivato

Profile Information

  • Sesso
    Uomo
  • Provenienza
    Torino
  1. mauriziog

    Gunto Masanobu

    GUNTO - MASANOBU Mei: Masanobu (Zai) – Tra i circa 500 fabbri che producevano spade in giappone durante la seconda Guerra mondiale risultano: 小澤 正信 (Ozawa Masanobu) e 磯部 正信 (Isobe Masanobu). L'attribuzione della spada a uno di loro non è nota Periodo: Showa 17° anno – 1942. La data è riportata sul nakago e anche sul kantei rilasciato da NBTHK Area di produzione: Gifu Seki Materiale-forgiatura: Yotetsu – Western Steel. Tecnica di produzione introdotta probabilmente da Enshin Hayama, differenziandosi dalla tecnica e dal materiale tradizionale Tamahagane. La tempra in questo caso avviene in olio e non in acqua. Peso lama : n.d. Nagasa: 63.8 cm Sori: 1.6 cm Moto-haba: 3,14 cm Saki-Haba: n.d Moto-Kasane: 0,81 cm Saki-Kasane: n.d. Hamon: Midare Bōshi: Ichimonji Kaeri Kissaki: Chu-kissaki mm Nakago: Ubu, 1 mekugi ana Koshirae: originale da ufficiale giapponese della seconda guerra mondiale. Tipo Shin-Gunto Mod. 98
  2. Scusate, ovviamente TAMAHAGANE ! Maurizio
  3. Mi scuso per l'errore di digitazione, ovviamente si cita un "award" ossia un riconoscimento. Sul termine YOUDOU, c'è stato un errore di trascrizione. La parola corretta è YOUTETSU che era la lega ferrosa con la quale venivano prodotte la maggioranza delle spade da combattimento (gunto) nella seconda guerra mondiale. Mi dicono dal Giappone che non è da confondere con la lega ferrosa TAMAHAGANR che è il materiale tipico di una spada giapponese delle epoche precedenti. Qualcuno nel forum può probabilmente essere più specifico. Ciao Maurizio
  4. Ciao Leonardo, stavo aspettando alcuni chiarimenti dal Giappone in modo da mettere una scheda abbastanza completa. La spada è stata sottoposta ad analisi come risulta dalla seguente dichiarazione At present, in the preservation examination of the Japanese art swords preservation society, the sword which was forged with "YOUDOU =western copper" has not become passing excluding the aword of "Enshin Hayama" and Hideaki Horii's Mikasa sword, even if the signature is true one. Non mi è chiara la tecnica di forgiatura usata (YOUDOU)e anche la traduzione (western copper) non è certa. Volevo completarlo nella scheda. Ho chiesto anche notizie sugli aword citati. Forse mi puoi aiutare ? P.S. Il venditore mi sta mandando i seppa che chiama setsupa e, per scusarsi dell'inconveniente, anche un tassel (il fiocco che rappresenta il grado dell'ufficiale) ornamento tipico di una gunto. Devo dire un ottimo servizio
  5. Ciao Leonardo, che cosa intendi con "pm" ? probabilmente mail privata ? come la trovo ? Fammi sapere e sarò lieto di darti tutte le informazioni relative Cordiali saluti Maurizio
  6. Grazie Leonardo per il consiglio. sulla scheda tecnica ci provo. Chiedo magari un contributo di traduzione a d alcuni amici in Giappone Ciao Maurizio
  7. Grazie Musashi, se ho capito bene mi consigli di cercarne sul web qualcuno originale dell'epoca, non importa se da aggiungere o se più spesso da sostituire, mentre mi sconsigli di produrne di identici nuovi in ottone. Scusa se la domanda appare banale, ma non essendo molto esperto preferisco essere sicuro di aver capito bene Grazie ancora per la tua cortesia e salutami la bella Sicilia Maurizio
  8. Scusate, non sono riuscito ad allegate la foto, riprovo Maurizio
  9. Grazie GTO, ho letto molti dei tuoi interventi e li ho trovati sempre molto competenti. Curioso anche il tuo nome nel Forum dato che ironizza su un termine che in Giappone non è certo un complimento. Si, le foto sono quelle del sito del venditore, sono fatte con una buona luce e mettono bene in risalto l'hamon. Non sarei probabilmente stato in grado di fare meglio. Mi riferivo proprio ai seppa ma non ne ricordavo il nome. Potrei produrmeli praticamente identici di spessore superiore, ma come dici giustamente sarebbe un'alterazione dell'originalità. Grazie per il link, era un sito che conoscevo e molto ben fatto. Sto anche cercando un "tassel" originale (il fiocco che rappresentava il grado), ma dai siti che lo vendono non ho ancora avuto risposte. Se non riuscirò a trovarlo, cercherò di farmi aiutare da alcuni amici in Giappone con i quali ho lavorato per alcuni anni. Allego anche una foto che chiarisce il problema Grazie per il benvenuto cordialmente Maurizio
  10. Buongiorno a tutti, innanzitutto mi scuso perchè ho cercato di presentarmi nell'apposita sezione, ma non essendo molto pratico di forum, non ci sono riuscito. Mi presento quindi qui come nuovo utente e vorrei esprimere il mio apprezzamento il vostro lavoro che mi è stato utile per capire molte cose prima di acquistare la mia prima spada. Spero innazitutto di non violare la regola, dato che ho una domanda su una gunto e non su una nihonto. Allegate le immagini. La domanda è relativa a un piccolo problema che ho riscontrato montandola, lo tsuba non resta completamento fisso in quanto rimane un piccolo gioco (circa 0.5 decimi di mm) tra manico, e lama. Ho provato a allargare il più possibile il mekugi (prodotto da un bastoncino di bamboo come consigliato da qualche parte sul forum) ma non miglioro. Stavo pensando di produrmi con una macchina di taglio laser un piccolo spessore di ottone uguale a quelli che bloccano lo tsuba, ma perderei l'originalità della spada. Grazie per eventuali consigli Maurizio da Torino

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante