Vai al contenuto

cesare RBO

Membri
  • Numero di messaggi

    16
  • Registrato dal

  • Ultima visita

Reputazione comunità

0 Neutral

Che riguarda cesare RBO

  • Rango
    appena arrivato
  • Compleanno 07/07/1968

Profile Information

  • Sesso
    Uomo
  • Provenienza
    Cagliari
  1. forse vado un po' OT... ma tant'é... è vero che questa (le nihonto ed il mondo legato ad esse) è la vostra (anche mia, ma in modo ridicolmente inferiore rispetto a mooolti di voi...) passione e per qualcuno anche qualcosa di più... ma rendiamoci conto di alcune (a volte "italiche") "ovvietà": per le istituzioni (ed anche per l'italiano medio) quelli non sono nemmeno "pezzi di ferro", semplicemente ne ignorano persino l'esistenza... non esistono praticamente esperti e men che meno soldi per interpellarli o chiederne l'intervento... è già tanto se qualcuno le ha riposte (più o meno correttamente) con una certa cura nelle loro teche e si è preso la briga di fotografarle e descriverle (con i mezzi e le capacità di cui disponeva)... le condizioni in cui versa il nostro patrimonio culturale (e quindi anche le istituzioni museali) è terrificante... pochi giorni orsono leggevo delle interviste (datate 2010, di un mio vecchio professore, una persona davvero seria e capace, che all'epoca era direttore dei musei scientifici della capitale) in cui si lamentava e si cercavano soluzioni al continuo depauperamento di risorse e mazzi delle realta museali e "culturali" in senso esteso... a volte (spesso! troppo spesso...) lodevoli iniziative sono meramente il frutto di "slanci personali" e fatte a costo zero per l'istituzione (altrimenti nemmeno si sarebbero fatte!) non conosco il caso specifico ma la realtà è diffusamente (e tragicamente) questa... e passiamo dunque alla fase "propositiva"... e se qualcuno di voi (esperti, capaci, autorevoli... voi sapete chi...) si proponesse a detta istituzione museale (o a chi gli sta sopra) per effettuare un restauro conservativo, una catalogazione con annesse (corrette ed esaustive) descrizioni, datazioni ecc ??? non sarebbe una bella idea?? una buona cosa??? anche per farsi apprezzare come INTK... e, "dulcis in fundo", le ricadute (informazioni, foto, descrizioni, storia ecc) culturali dell'operazione sarebbero messe a disposizione dell'associazione e quindi del forum... per quello che mi riguarda sarebbe (passatemi il termine) una figata... (ed anche un bel gesto) PS: e comunque, volendo mettere i puntini sulle i, trovo più "congruo" che un'opera di valore culturale giaccia in un museo a disposizione di tutti (anche se non sempre o solo a richiesta) piuttosto che perfettamente curata ed accudita in una collezione privata inaccessibile (se non agli "amici") e sconosciuta ai più se non a tutti... concludendo; se le istituzioni versano nello stato in cui (indiscutibilmente) versano è anche per nostra responsabilità come cittadini di questo paese... non è accaduto (e non sta accadendo) su marte ma qui... e noi eravamo/siamo presenti... un saluto a tutti Cesare
  2. cesare RBO

    La scuola Yasutsugu

    YamaArashi Le lame in nambantetsu di questa scuola sono forgiate da artisti giapponesi secondo la loro esperienza e tecnica tradizionali, quindi, sebbene si tratti di "casi particolari" sono nihonto a tutti gli effetti. Secondo me poi rientrano in quella certa connotazione storica di "apertura all'occidente" che, a mio modo di vedere, le impreziosisce. _____________________________________________________________________________________________________________________ sono d'accordo, dal mio punto di vista proprio in quanto "eccezione" (o caso particolare) sono interessanti ed in più vi è il profilo storico, sono un segno dei tempi che stavano cambiando e della tradizione che tentava "nuove strade"... all'epoca dovevano essere viste come qualcosa di "esotico"... gran bel lavoro, davvero interessante... complimenti!
  3. beh, da qualche parte tenevano pure una statistica dei modi più assurdi per farsi male e far male al prossimo... roba da non credersi... Einstein aveva proprio ragione...
  4. cesare RBO

    un saluto a tutti voi

    grazie molte a tutti voi...
  5. avevo come l'impressione che la mia fosse un po'... una ---- mentale...
  6. non saprei dire... non l'ho visto (con la M) su "cose" italiane ma anche giapponesi... per quello ho pensato alla possibilità che in fase di passaggio dal giapponese all'alfabeto occidentale potesse esserci (anche per assonanza di pronuncia) questa "interscambiabilità"... cosi è come si scrive in giapponese: katakana トンボ hiragana とんぼ kangi 蜻蛉 ciao
  7. oltre la contaminazione culturale (data da reciproci scambi e contatti, spesso indiretti) v'è pure il caso possa trattarsi di evoluzione convergente... che per me è ancora più affascinante....
  8. io l'ho trovato sempre scritto con la M (cioè tombo)... ma in giapponese è la stessa cosa usare M o N? Cioè c'è la possibilità vengano scambiate in fase di traduzione senza cambiare necessariamente il significato? la mia ignoranza è suprema... PS: mi correggo, cercando in rete ho trovato pure scritto tonbo (con la N) ma in modo meno ferequente... la mia domanda resta tuttavia valida... (a puro titolo di curiosità intellettuale e senza impegno alcuno, mi pare ovvio...heheheh) grazie
  9. cesare RBO

    Patine Giapponesi

    e pure questo mi sa che finirà in biblioteca... grazie per la segnalazione...
  10. si, interessante e utile... mi sa proprio che lo prendo... grazie per avercelo proposto...
  11. cesare RBO

    un saluto a tutti voi

    grazie... anzi, arigatou gozaimashita...
  12. sono bellissime ed elegantissime... in volo come da ferme.... Tombo in giapponese se non ricordo male.... ce le ho su fuchi e kashira...
  13. cesare RBO

    un saluto a tutti voi

    Salve, mi chiamo Cesare e bazzico sul vostro forum da qualche settimana... per riempirmi gli occhi e la capoccetta di belle (belle??? meravigliose!!!) "cose".... e alla fine mi sono registrato. Ho praticato (e ci tornerò di sicuro...) Iaido (Seitei iai) e Katori (Hatakeyama-ha) a Cagliari con Takemusu Zen Ken avendo la fortuna e l'onore di conoscere ed ammirare Goro Sensei in due meravigliose giornate primaverili di qualche anno fa...durante uno stage (c'era anche il maestro Mor Stabilini). la spada rappresenta molto per me... la sua concezione formale, la perfetta crasi tra forma e funzione, la filosofia che la permea, la sua matericità e la metafora della vita che si racchiude (o schiude...) nella sua pratica, nella sua comprensione e nella sua creazione... ci sarebbe molto altro da dire ma adesso la finisco sennò sai quanto vado avanti...ahahahah... concludo dicendo che sono qui per imparare e capire quanto posso (ed in pochi giorni ho già fatto "indigestione"...) e vi ringrazio per questa opportunità. ciao

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante