Vai al contenuto

Enrico Ferrarese

Admin
  • Numero di messaggi

    2186
  • Registrato dal

  • Ultima visita

Contenuti inseriti da Enrico Ferrarese

  1. nel mio caso molte lame mi hanno colpito e affascinato... ognuna per uno o più particolari diversi. non ho ancora avuto la fortuna di andare in Giappone. quindi sono consapevole che i grandissimi capolavori non li ho ancora visti dal vivo. Premesso questo, la lama che più mi ha colpito per più fattori è una hachiman'yama kiyohira di cui porto la foto del boshi come avatar. sugata, hamon, attività, e ultima ma non ultima: maneggevolezza. tutti elementi di cui mi sono innamorato a prima vista e che mi hanno spinto ad approfondire il più possibile lo stile kashu del periodo shinto: lame estremamente pratiche e taglienti, di sostanza. Qualche scatto generale della lama, che ha uno degli hamon più articolati che ho visto fin'ora:
  2. Enrico Ferrarese

    ATUM

    Wow... da te?
  3. io non avrei chiesto denaro alla geisha. e no, probabilmente nessuna particolare esibizione artistica. cosa volete mai sono debole :asd:
  4. Enrico Ferrarese

    Katana Gassan

    da quel che traspare dalle foto sembra a prescindere una lama molto interrssante. mi piacerrebbe vederla dal vivo, sicuramente una bella hada.
  5. grazie Francesco, come sempre al TOP
  6. grazie sempre interessante, letto solo ora!
  7. confermo. io lo sto affrontando con un dizionario, ma non ho mai vissuto a londra. probabilmente a te riuscirà più facile
  8. Bravo Massimo, non ci sono molte parole da aggiungere. è un vanto per tutti, non solo tuo. per tutti quelli che studiano la token e sono amici di intk in particolare. ...e avanti tutta. un passo alla volta così per te come per gli altri, assieme !
  9. Buon 2019 a tutti i soci e gli utenti del forum :)
  10. tanti tanti auguri a tutti, :)
  11. in ogni caso anche li si sottolinra come un'abile forgiatura possa controbilanciare ed equilibrare un hamon meccanicamente sulla carta più fragile. ad esempio il mio waki (giusto per fare un esempio pratico) potrebbe lasciar intendere di essere sulla carta piu fragile, ma non molti wakizashi hanno un kasane di quasi 8 mm... alla mano da la sensazione di spaccare tranquillamente tronchi di legna.
  12. probabilmente in un articolo di sesko tradotto qui da diego: http://www.intk-token.it/forum/index.php?showtopic=9150 secondo annedoto.
  13. ( "niku" in giapponese significa anche "carne") ecco il tassello che mi mancava.. ahahah
  14. Rob, portati la tua fidata 86 megapixel ^^
  15. sottolineo per chi ha guardato in velocità, che gli esempi che ho postato io sono di tango no kami kanemichi shodai, nipote di tamba no kami yoshimichi shodai.
  16. ecco appunto, bravo beta hai postato lo stesso link che stavo recuperando io.
  17. sinceramente? non credo molto piu di un qualsiasi altro hitatsura ben eseguito. poi se vogliamo essere pignoli e cerchiamo di andare a fondo, penso che se analizziamo un hamon, siamo tutti più o meno d'accordo che alcune semplici tempre con alcuni peculiari hataraki siano meccanicamente piu efficaci di altre. poi sempre personalmente credo che sia più importante una migliore forgiatura ad un hamon stravagante
  18. (chiedo venia, continuo a non cogliere la sottile battuta... o sono proprio indietro di riposo, oppure mi sto proprio rincoglionendo ^^'')
  19. perchè Beta? un lama di una tale età con un niku chiaramente presente denota non solo politure nei secoli all'altezza, ma anche che è stata tenuta praticamente come una reliquia.che non è proprio una cosa scontata
  20. la lama postata da takakage è molto interessante, in alcuni punti sembra davvero eseguito da un maestro mishina. in altri si nota però una certa dissomiglianza, nonostante resti chiara l'ispirazione. davvero insolita ed interessante. la prima che vedo "copiata", e che sottolinea anche una certa bravura del fabbro. complimenti!
  21. È una tempra tipica del fabbro tamba yoshimichi e discendenti, facilmente riscontrabile nell'eccentrico sudareba che lo stesso ha inventato (ma non solo). si trova parecchio di interessante anche nella letteratura, a partire anche solo dallo shinto shu di fs che è linkato in pdf in questo forum (di seguito una pagina che avevo screenato per mio interesse): È tipico perchè è l'unico tra i vari fatti con una simile doppia/tripla linea dello hamon Questo è un altro ottimo esempio di un waki che ho portato all'ultimo kansho:
  22. mica ti ricordi com'era il niku Gianluca? mi era parsa davvero ottimamente conservata fin da appena listata. sarà anche per quello che non costa na pipa di tabacco... proprio un pensierino di natale beta ahah

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante