Vai al contenuto

Altura

Membri
  • Numero di messaggi

    335
  • Registrato dal

  • Ultima visita

Contenuti inseriti da Altura

  1. Altura

    il club dell' Ukiyo-e

    Bellissimo racconto, molto bella la stampa, la morale della retta via. Quanti esempi ci donano le filosofie per seguirla, ciò che invece è sempre rimasto è una umanità sorda e cieca. Non devi scusarti Beta, hai ragione tu, anche quando dici di aver usato poco "reigi" nel farlo, il mio trattare gli argomenti d'impulso è sbagliato e superficiale, un difetto che dovrò correggere. Grazie a tutti
  2. Altura

    il club dell' Ukiyo-e

    Vedi Beta io qui sono un allievo, e nelle analisi vado dove mi porta il cuore, il "docere" non mi interessa, per cui semplicemente analizzo delle sensazioni...le mie. Spero di non essere fastidioso o noioso e se cado ci siete voi, so… di non essere un "pari" per queste lande ma ti prego lasciami almeno il piacere di leggerti/leggervi, e, se puoi ogni tanto concedimi l'illusione della tua stima naturalmente senza esagerare! P. S. sono sardo e permaloso ma non traspare e allora ne approfitto.
  3. Altura

    il club dell' Ukiyo-e

    Zio Jama, se sei appassionato nutriti, questa è cultura, grazie Betadine, ho letto tutto con estremo interesse e stasera lo rileggo.
  4. Altura

    il club dell' Ukiyo-e

    Perbacco non avevo visto le foto di Massimo e Francesco, anche loro sono bellissimi ma vi giuro che non ho provato a toccarli
  5. Altura

    il club dell' Ukiyo-e

    Allora, andiamo per ordine, la tua stampa Zio non fa parte di una serie, stazioni, vedute ecc. molto probabilmente è un'opera iniziale del maestro, seppe in seguito fare di meglio nel definire soggetti e paesaggi, la policromia era di là da essere completamente utilizzata, si nota comunque l'abilità nel scegliere ed adoperare i blu, i celesti e gli inizi dei grandi azzurri nei quali, a mio modesto parere divenne uno dei migliori nell' utilizzo, (io in un post precedente lo paragonai a Piero della Francesca). Due i colori principali il blu e il grigio sfumato in tante gradazioni, quasi noioso, ma ad un tratto ecco il rosso che tinge i pantaloni di uno degli astanti, bello, un colpo di teatro. Da notare anche l'albero principale potato a non dover crescere in altezza, come i nostri contadini ben fanno quando potano gli ulivi nell'inverno, sembrano fronde disegnate al contrario. Beta, ho dato un'occhiata ad Artelino e mi sono innamorato di una stampa non trovi che i germani reali siano bellissimi? immaginavo di toccarli e sentivo la morbidezza delle piume e le zampine? Sembrano appena uscite dalla manicure!
  6. Altura

    il club dell' Ukiyo-e

    Zio, dici di avere una passione per questa forma di arte, mi domando cosa aspettavi a palesarti?!. Intanto il posto che hai scelto per postare è quello giusto. Benvenuto nel club , Fa piacere sapere che altri amici godono di questa passione. Hai visto la personale di Hiroshige alle Scuderie del Quirinale? Be posso dirti che la stampa (la tua stampa) non era presente fra le 200 stampe originali del maestro prvenienti da Boston, e ciò depone a tuo favore sull'originalità dell'opera, riesci a raccontarne i tratti?, la sto studiando e ti sapro dire se vuoi le mie impressioni. Tieni in buon conto di quel che ti dice Betadine, lui è una specie di guru dell'Ukiyo ne conosce le profondità e le profondità come saprai nascondono tesori inimmaginabili.
  7. Grazie Francesco, sulla politura se non ci fossero i vostri appunti brancoleremmo nell'ignoranza, (o almeno io) non preoccuparti di salire in cattedra....sali sali. Scusate l'off topic: Walter la tua azalea è di una bellezza! Pagherei per poterla annusare!
  8. Razza Umana. "una razza vecchia" (Charles Bronson in C'èra una volta il West ) e per restare in tema, date le nostre menti che tradiscono una data di scadenza, per le tue risposte "rischiamo di non saperle mai". Ma ciò che le menti hanno espresso non morirà mai, noi citiamo le menti di molte persone in continuazione, e riuscire a percorrere quei 127° in un secondo e mezzo è già nella mente di qualcuno che forse nascerà fra 100 anni ma tantè. Il principio di indeterminazione, la teoria del Kaos, regolano oggettivamente molte più cose di quante noi pensiamo che possano. La meccanica quantistica riuscirà un giorno ad imprigionare l'ovvio come Fermi riuscì ad imprigionare quei neutroni a cui non pareva vero di poter essere per la prima volta così liberi
  9. Altura

    Wabi-Sabi

    Ricordo benissimo questo tuo intervento. Ricordo anche che apprezzando ciò che avevi espresso citai testualmente: quei kizu evidenti? Perché toglierli, ci ho messo una vita a farmeli venire... a testimoniare la complessità della semplicità
  10. Altura

    Wabi-Sabi

    E' allora? Mi piaceva il concetto della "semplicità" di certe tempre, trovo l'hamon sugu-ha molto più affascinante di molti giochi di tempra elaborati. Ma continua, mente contorta che altro non sei, facci bere….. poi ti dico la mia Che ne dici di dedicargli un nuovo topic di approfondimento "hamon sugu-ha"? (sogno di una tempra di mezza estate)…..
  11. Complimenti Semsei e congratulazioni al fortunato possessore. Fa bene al cuore vedere una lama, tra l'altro molto bella, tornata a nuova vita. Il boshi è un capolavoro, c'è di tutto ma non azzardo kantei (non ancora). Lunga vita Massimo san!! :prostro:
  12. Altura

    Parole.. (di Y.M.)

    D'accordo, niente confronti, sarebbe un peccato però regalare all'oblio una così interessante discussione, parole....
  13. Getsu, mi hai fatto tornare alla memoria, citando la Liebig, le figurine dei punti mira lanza, nascoste dentro i fustini dei detersivi, indimenticabili, archeocollezionismo che vi farà capire che ho qualche anno dietro di me. Niente era solo un appunto ora mi taccio. Torniamo alle spade……
  14. Altura

    Parole.. (di Y.M.)

    Mishima era tutto ciò che avete detto. Tornerei piuttosto sul tema "parole", ho conosciuto Mishima grazie alle vostre descrizioni analizzanti l'animo del personaggio, le uniche lacune riguardano il non aver letto tutti i suoi scritti (che non è poco direte voi). Ritengo invece che la similitudine con Pasolini offra spunti che oltre al lato "artistico" si allargano, come macchia d'olio, sul sociale, sarebbe interessante una correlazione tra personaggio e momento storico del paese di ambedue. Come si rapportavano con la società?, come la loro malcelata omosessualità era vissuta?, come condizionava il loro lavoro inteso come opera scritta?, Al lavoro dunque, come ha detto Betadine, ma, se credete, possiamo finirla qui. P.S. ….e come direbbe un mio amico... (nonsonoiochehocominciato)
  15. Altura

    Parole.. (di Y.M.)

    ho avuto modo di capire meglio l'animo di Mishima, Anche se quella mattina lui parlò in una caserma e quindi ai militari, lo spirito che perseguiva che predicava non era spinto dalla una ricerca strettamente imperialistica ma il suo intento era di scuotere le masse, la base. Con la sua morte volle dimostrare all'ultimo dei Giapponesi che lo aveva fatto per lui. Da Pasolini: "una società designata a perdersi è fatale che si perda: una persona mai".
  16. Altura

    il club dell' Ukiyo-e

    Puntuale il tuo post Beta, un opera molto recente, sembra l'epilogo di una "partita" tra il bene e il male, dove il male (come sempre la vita vuole) viene sconfitto in favore della buona padrona, di colei che la vita la dà non la toglie. Una piccola curiosità, fissando l'immagine con degli occhiali multifocali (come quelli che purtroppo io adopero), le nuvolette che coprono la luna, al salire e scendere con il viso, sembrano muoversi animandosi come sospinte da una brezza. Come il buon Mauri ebbe a dire una volta, siamo degli imperdonabili romantici….
  17. Altura

    Tsuba con firma...

    Questa è "docenza" io non sono capace a esprimere i concetti cosi come ha appena fatto betadine ma li condivido alla virgola. Grazie delle riflessioni.
  18. Altura

    Parole.. (di Y.M.)

    Scusa devo essermi espresso male io, intendevo dire come solo Pasolini era anche regista nei confronti di Mishima, cioè rapportato a lui (fra i due Pasolini era il solo regista), sbagliando non sapevo che anche Mishima si era cimentato con la regia. Posseggo scritti di Pasolini specialmente un vecchio libro di poesie scritto nel 1942 "poesie a Casarsa" da dove ciò estraggo: essi che si costruirono leggi fuori dalla legge. essi che si adattarono ad un mondo sotto il mondo essi che credevano ad un Dio servo di Dio essi che cantavano ai massacri del re essi che ballavano alle guerre borghesi essi che pregavano alle lotte operaie ….deponendo l'onestà delle religioni contadine. dimenticando l'onore della malavita tradendo il candore dei popoli barbari dietro ai loro Alì. Sto osservando la luna che lentamente si sta si sta riilluminando dopo l'eclisse…..è bellissima ! Una resurrezione!
  19. Altura

    Parole.. (di Y.M.)

    Ottimo OT. Belle divagazioni sulla filosofia della parola espresse da un personaggio non proprio comune. Giusta la similitudine con Pasolini, molto più simili di quanto il tuo istinto Beta abbia intuito, sicuramente opposti nelle idee sul nazionalismo che Mishima anelava fondandolo sull'idea di un grande Giappone, mentre Pasolini….. Mi chiedo, se Mishima fosse stato oltre che scrittore, poeta (comanco Pasolini) fosse, dicevo, stato anche regista (come solo Pasolini), come sarebbe stato organizzato lo "show" di quella mattina di un giorno da cani in cui mise in scena il suo suicidio? E siccome erano contemporanei come lo avrebbe messo in scena Pasolini? Se chiamato a farlo?
  20. Altura

    Elementi del koshirae nel tempo...

    Cambi d'abito di una lama antica, interessante, non ho mai letto nulla a riguardo, magari il "vestito" si poteva rompere o danneggiare... io non faccio testo, non conosco, anche se penso che ci saranno stati artigiani specializzati nel restaurare o rifare daccapo koshirae e tsuka, un mondo nel mondo..sono curioso
  21. Nooo vabbe' ritrovata lama....scomparso Tango...... sto scrivendo e ridendo! E' bellissima! Beta ti voglio bene Pero' se Francesco ci dice ciò, il caso si infittisce mmm...qualcosa mi dice che la rivedremo.
  22. Altura

    Un Wakizashi speciale

    Congratulazioni Massimo! Eccellente!
  23. Toc Toc Tango, sarebbe bello se ancora ci frequenti poter ammirare un paio di foto post-restauro della lama in questione. Sapremmo così che non sei finito in galera con il tuo amico giardiniere ovvero che non sei impelagato nelle more di una lite con il vecchio proprietario del terreno (fonte della giovinezza). Salut.
  24. Altura

    Manutenzione koshirae

    Mauro la tua competenza è altissima, complimenti, mi tornano a mente quelle povere tsube che ti sono state sottratte, povere tsube….chissà in che mani...
  25. Ho un po' di timore ad essere il primo a dire qualcosa su questa lama, il timore di dire idiozie. A me sembra una naginata suriage, le definizioni degli horimono continuano nel nakago e la mei è riportata dopo l'accorciamento. Sembra una lama "recente" kanbun o giù di lì, be, altro non vorrei azzardare

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...