Vai al contenuto

Cerca nella Comunità

Visualizzazione dei risultati per tag '#Nagamitsu'.

  • Ricerca per tag

    Tipi di tag separati da virgole.
  • Ricerca per autore

Tipo di contenuto


Forum

  • INTK Forum
    • Presentazioni
    • Eventi e Manifestazioni
  • Spade Giapponesi
    • Nihon Token
    • Consigli e discussioni varie
    • Kanteisho
    • Schede tecniche
    • Koshirae
    • Musei
  • Antico Giappone
    • Fiori di ciliegio
    • Le arti del guerriero
    • L'arte nella guerra
    • Libri e pubblicazioni
  • International Forum
    • General Discussions
  • Off Topic
    • Off Topic

Cerca risultati in...

Trova risultati che contengono...


Data di creazione

  • Inizio

    Fine


Ultimo aggiornamento

  • Inizio

    Fine


Filtra per numero di...

Registrato

  • Inizio

    Fine


Gruppo


Website URL


Skype


MSN


Provenienza


Interessi


ID Ebay

Trovato 1 risultato

  1. Buongiorno a tutti e scusate l'attesa. Dopo parecchi giorni dalla mia presentazione, riesco finalmente a postare le foto promesse. Chiedo anticipatamente scusa per le pessime foto, e vi esorto a dirmi (se lo desiderate), quali altri dettagli visivi vi occorrono e in che modo farli, per riuscire al meglio, nella visualizzazione di questa lama. Prima di passare alle foto, chiudo la storia iniziata nella mia presentazione. L'attesa è stata lunga devo ammetterlo, attesa resa ancora più snervante quando la lama è rimasta 10 giorni in fermo deposito qui a Malta per accertamenti. 1) All'arrivo della lama mi hanno chiesto di contattare "Heritage Malta" per verificarne il reale valore storico. Solo dopo 2 giorni di telefonate riesco ad avere la conferma che questa operazione va effettuata solamente con merce che supera i 100 anni. 2) La domanda che in questi giorni di attesa ha avuto più eco è stata (come mai, essendo una merce storica per collezionismo, il prezzo e cosi esiguo?). Credo di avere esagerato con la fattura. 3) La lama si presentava al controllo doganale in un saya in bambu (credo) da trasporto, ed al suo lato il suo saya originale ( compreso di tsuba e tsuka). Quindi per l'ispettore doganale erano due spade distinte ed occorrevano quindi 2 permessi di importazione. Un calvario, che mi ha portato mooolto vicino a commettere reato penale ai danni dell'ispettore. Ma alla fine è arrivata sana e salva a casa. Vi riporto di seguito i dati della lama (non tradotti onde evitare pessime figure nella traduzione) Habaki :copper single habaki. Blade length : 70.4 cm Sori :1.4cm Mekugi :  1 Width at the hamachi : 3.45cm Width at the Kissaki : 2.53cm Kasane : 0.91cm Shape : The blade is wide (3.45cm) and thick with long sword. Jigane :Koitame hada well grained like Muji style. Hamon :Nioideki Cyoji midare hamon with a lot of ashi scatter active hamon. Boshi is midarekomi style. Alcune informazioni riguardanti il fabbro: Nagamitsu è uno dei nomi ben conosciuti della storia delle spade giapponesi durante la WWII. Ichihara Ichiryushi Nagamitsu lavorato durante la Showa nel 1930 e 1940. È stato stabilito che Nagamitsu era un partecipante alla prima Esposizione dell'esercito Shinsakuto tenutosi a 1944 , in cui è entrato sotto il nome di Ichihara Nagamitsu. Nagamitsu risiedeva a Okayama ed è menzionato nel Tosho Zensho da Shimizu che lo elenca come Rikugun Jumei Tosho e come membro del Rikugun Gunto Gijutsu Tenrankai. Ha ricevuto il Kaicho-sho premio al concorso spada tenuto da Riku-gun Gunto Sho-rei Kai prima della guerra. Ichihara Ichiryushi Nagamitsu ha spesso scolpito Mei con uno stile insolito di Kanji per il carattere "Naga". "Naga" di solito è scritto con tre colpi orizzontali a destra della corsa verticale superiore. Su molti lame di Ichihara Nagamitsu Lame il kanji del "Naga" è scritto con due soli tratti orizzontali. Ed in fine ecco le foto, vi ringrazio anticipatamente per tutte le informazioni che saprete darmi in merito alla lama e per la vostra pazienza.

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
  • Crea nuovo/a...