Vai al contenuto
GiulioC

Katana mumei, attribuita a Mihara Masahiro (tardo Nanboku-cho) - NBTHK Tokubetsu Hozon

Messaggi consigliati

Ciao a tutti,

condivido con voi la nuova arrivata, sempre ko-Mihara per continuità filologica col mio precedente acquisto. Sono lame severe, come le ha descritte anche il nostro Gianluca, ma, a mio giudizio, molto eleganti e che si scoprono a poco a poco.

Riporto solo i dati principali, appena ho tempo inserisco anche gli altri.

 

Katana mumei, attribuita a Mihara Masahiro

Tardo Nanboku-cho

NBTHK Tokubetsu Hozon

 

Sugata:

Nagasa:                                   63.6 cm

Sori:                                          0.8 cm

Motohaba:                                 2.90 cm

Sakihaba:                                  2.00 cm

Motokasane:                              0.69 cm

Jihada:                                    Itame hada e Mokume hada mischiati con Masame hada. 

Hamon:                                    Ko niedeki suguha con la particolarità di un doppio Hamon e la presenza di Utsuri

 

Il Koshirae è molto semplice, con una Tsuba in ferro decorata con fiori di peonia oltre che un fuchi e un kashira in shakudo decorati con delle tigri e bamboo (specialmente una madre che protegge il piccolo). I menuki sono anch'essi in Shakudo e rappresentano dei fiori.

Le particolarità sono una superficie che presenta sia caratteristiche della scuola Yamato alla quale appartengono le Mihara e altre che la accostano quasi alla scuola Aoe.

 

 

 

16338-1.jpg

16338-2.jpg

16338-3.jpg

16338koshirae.jpg

IMG_8417.jpg

IMG_8418.jpg

IMG_8419.jpg

IMG_8420.jpg

IMG_8421.jpg

IMG_8422.jpg

IMG_8423.jpg

IMG_8424.jpg

IMG_8425.jpg

IMG_8426.jpg

IMG_8427.jpg

IMG_8428.jpg

IMG_8429.jpg

IMG_8430.jpg

IMG_8431.jpg

IMG_8432.jpg

IMG_8433.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

grazie, cerca ci andare oltre non fermandoti a quello che ha scritto Tsuruta, che può pure esserre sbagliato o da quanto espresso da Gianluca... Nakago osuriaghe: quanto poteva essere lunga la lama in origine, hataraki, caratteristiche che la collocherebbero secondo te (aoi) tra una yamato e quasi una aoe, ecc...

altrimenti è solo uno dei tanti coia e incolla... 🙇‍♂️

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ti ringrazio molto Enrico per il commento, tuttavia, come credo di aver già dimostrato nel mio precedente post nella stessa sezione, non sono persona da fermarmi alla descrizione di Tsuruta. In questo caso, come espresso anche ad inizio post, ho inserito per comodità e a scopo di condivisione, le prime informazioni che ho, riservandomi poi, con calma, di riverificarle e arricchirle. Purtroppo per me il tempo è estremamente tiranno in questo periodo e devo soppesare i pro e i contro di una condivisione seppur parziale ma che possa suscitare interesse e condivisione e una piu' tarda anche se pur maggiormente ponderata.

Per la questione di Gianluca ho semplicemente citato un suo commento che ho particolarmente apprezzato dato che, a mio modesto parere date le mie conoscenze tecniche ancora molto limitate, considero le ko-Mihara esattamente come detto. Questo già prima che Gianluca, verso il quale nutro la piu' sconfinata stima, si pronunciasse.

Comprendo, condivido e accoldo di buon grado l'invito a studiare individualmente e ad approfondire, ma auspico al contempo che chi ne sa piu' di me (e credo sia il 99,99% degli utenti di questo forum) condivida le sue impressioni e il suo bagaglio culturale. Non è forse anche questo il senso di un forum di discussione? Altrimenti sarebbe solo studio ed esame sotto forma di Kantei.

:arigatou:

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

non mi sono spiegato: hai la lama in mano, hai sicuramente accesso a molte più informazioni di quante non credi! 😄

fagli davvero i raggi X, sotto tutte le inclinazioni possibili, luce naturale, luce led calda (per utsuri e hataraki tipo ashi), luce led fredda (per hataraki basati nie):

inCollage_20210402_043049365.jpg

aiutati con questo per gli hataraki, se non lo hai già fatto!

esempio: dalle foto disponibili (piu che altro dall'oshigata di Aoi) non vedo un doppio hamon (che scritto così sembra caratteristica generale) ma un njuba a meta yakiba lato ura (non tradurre i termini tecnici degli hataraki).

Aggiungo questa foto per completezza:

16338-4.jpg

Comunque buttati di testa e non aver paura a scrivere strafalcioni (o di scrivere cose diverse da altri)... In caso poi le si correggono insieme. Tu hai la lama, tu hai accesso ad info che nessun altro ha! 😁

...e comunque si il tempo è tiranno ti capisco benissimo!! ma se posti crei aspettative  ahah  🍻

👍

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante