Vai al contenuto
Musashi

E' Arrivata La Mia Shinsakuto!!!

Messaggi consigliati

Mi hanno appena consegnato la shinsakuto di cui vi parlavo!!!

è sorprendente il peso minimo e il bilanciamento!

 

sono indispensabili consigli urgenti: la lama è sporca di olio e polvere, cosa devo fare nell'immediato per rimuovere le impurità?

e se volessi fare le foto?

nel kit di manutenzione c'è il martelletto, l'uchiko, un foglio di carta molto piccolo conservato in un contenitore e uno grande in una busta, come si usano?

 

(prima mi aiutate e prima vi posterò le foto...)

Modificato: da musashi

<!-- isHtml:1 --><!-- isHtml:1 --><em class='bbc'>Insisti, Resisti e Persisti...Raggiungi e Conquisti!<br /><img src='http://www.intk-token.it/forum/uploads/monthly_11_2008/post-34-1227469491.jpg' alt='Immagine inserita' class='bbc_img' /><br /></em>

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

-con il foglio di carta grande pulisci la lama dall'olio e polvere. Se vuoi conservare quella bella carta per le occasioni importanti puoi usare della carta assorbente molto morbida (lo scottex no è troppo abrasiva, meglio della carta igienica multistrato o dei kleenex).

 

-stendi l'uchiko su tutte le superfici della lama con il pon pon battendo sul MUNE, non sul ji direttamente. le prime volte potrebbe uscire molta poca polvere, magari sbatti forte per un pò il ponpon su una superficie pulita (tipo un piatto) per ammorbidirlo un pò.

 

-tira via la polvere uchiko con della carta pulita.

 

-Ammira e fotografa

 

-metti una goccia di olio choji nella scatoletta della pezzetta piccola , bagnando la pezzetta e con quella stendi uno strato di olio leggero ma uniforme.

 

rimetti in shira e custodisci con cura.



Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ho appena parlato con Maurizio Ricci (il forgiatore di shinken di Aprilia, sempre gentile e disponibile) e, dopo averlo invitato nel nostro forum, mi ha suggerito di togliere il choji e le impurità anche con un panno di cotone o flanella e poi tutto il resto...

 

ah non sapete cosa mi ha "donato" il venditore giapponese! 3 bellissimi action figures (di cui farò le foto al più presto); un kit di manutenzione in legno molto carino; una custodia di spessa seta blu foderata; e poi una sorta di grembiule di seta di forma quasi quadrata con dei lacci in 3 angoli (cos'è?)....

 

 

per le foto della lama cosa consigliate? (di giorno o di notte? con la luce o al buio con il flash, ecc...)

Modificato: da musashi

<!-- isHtml:1 --><!-- isHtml:1 --><em class='bbc'>Insisti, Resisti e Persisti...Raggiungi e Conquisti!<br /><img src='http://www.intk-token.it/forum/uploads/monthly_11_2008/post-34-1227469491.jpg' alt='Immagine inserita' class='bbc_img' /><br /></em>

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sia alla luce che al buio con il supporto di una lampadina e una buona fotocamera.


La vittoria è di colui,

ancor prima del confronto,

che non pensa a sè

e dimora nel non-pensiero della grande origine.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

questi sono i figures...

 

1.jpg2.jpg

3.jpg

 

e questo è quella sorta di panno/grembiule quadrato con i lacci su tre angoli, sapete di cosa si tratta???

 

 

furos1.jpgfuros2.jpg

 

 

stasera spero di postare delle foto decenti della katana, mi affiderò all'esperienza di un cognato foto-amatore...

Modificato: da musashi

<!-- isHtml:1 --><!-- isHtml:1 --><em class='bbc'>Insisti, Resisti e Persisti...Raggiungi e Conquisti!<br /><img src='http://www.intk-token.it/forum/uploads/monthly_11_2008/post-34-1227469491.jpg' alt='Immagine inserita' class='bbc_img' /><br /></em>

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Kojiro Sasaki e Musashi... Ti conoscono eh? :gocciolone:


La vittoria è di colui,

ancor prima del confronto,

che non pensa a sè

e dimora nel non-pensiero della grande origine.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Quello che ha in mano l'asse da carpentiere sarebbe Musashi?

Attendiamo foto della shinsakuto...con ansia.

Modificato: da Kentozazen

Mani fredde, schiena curva, odore di pietre bagnate. Questo è il togi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ecco la scheda tecnica:

 

 

1___kat_mis.jpg

 

 

Tipo: Katana

Epoca: Heisei

Datazione: 11 Maggio 2005

Forgiatore: Saka Ikkansai Shigetsuna (Saka Saburo, provincia di Saitama) 2___saka_shig.jpg

Scuola: Bizen (Ichimonji)

Tsukurikomi: Shinogizukuri - Iori mune - Chu kissaki

Horimono: Bo-Hi, maru dome, ryo-chiri

Mei: [omote] Saka Ikkan-sai Shige-Tsuna Saku;

[ura] Hei-sei Ju-shici Nen Itsutsu Gatsu Kitsu-jitsu (un giorno fausto del quinto mese del 17esimo anno Heisei)

Nagasa: 726 mm

Nakago: 205 mm, Ubu Ha agari

Sori: Torizori 20 mm

Kissaki: 39 mm

Moto-kasane: 6,6 mm

Saki-kasane: 4,4 mm

Ha-machi: 2,5 mm

Mune-machi: 1,5 mm

Moto-haba: 31,5 mm

Saki-haba: 22,5 mm

Peso: 745 g

Hamon: Choji misto a Gunome, ashi, sunagashi, jinie, inazuma, nie, nioi

Boshi: Kaen, kaeri katai

Hada: Ko-Itame misto a Mokume

Yasurime: Kiri yasuri

Saya: laccato nero con kojiri metallico dello stesso stile di fuchi e kashira

 

 

ecco le foto:

 

 

2x.jpg

3x.jpg4.jpg5.jpg

6.jpg

7.jpg

8.jpg

9.jpg10.jpg

11.jpg

12.jpg

12x.jpg

12xx.jpg

13.jpg

14.jpg

15.jpg

16.jpg17.jpg18.jpg

19.jpg

19x.jpg

19xx.jpg

19xxx.jpg

19xxxx.jpg

19xxxxx.jpg

20.jpg

20x.jpg

21.jpg22.jpg24.jpg

4.jpg

6.jpg

25.jpg

 

 

 

 

(ci sono altre foto ma purtroppo oltre una certa grandezza di file non riesco a inviare...)

 

 

attendo adesso i vostri pareri, dettagli e spero le più sincere e impietose critiche!!!

Modificato: da Musashi

<!-- isHtml:1 --><!-- isHtml:1 --><em class='bbc'>Insisti, Resisti e Persisti...Raggiungi e Conquisti!<br /><img src='http://www.intk-token.it/forum/uploads/monthly_11_2008/post-34-1227469491.jpg' alt='Immagine inserita' class='bbc_img' /><br /></em>

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Action figures:

Kojiro Sasaki, Miyamoto Musashi e Toyotomi Hideyoshi! :happytrema: belli! :ok:

 

lama:

una lama ben fatta, la politura è quella originale ma credo che non sia stata particolamente precisa, la hada mi sembra poco particolareggiata. Forse gli altri amici più esperti potranno dirti di più.

la hada è poco visibile dalle foto, vedi qualche jinie o formazione particolare?

l'hamon è un choji misto a gunome molto irregolare, sembra in nioideki, intravedo qualche ashi e diversi sunagashi che proseguono fino al boshi. Noti dei nie o altre formazioni particolari?

per la mei non ho il manuale dietro, mi spiace

 

koshirae:

credo che sia un koshirae standard da iaito di quelli che propone tozando... fuchi e kashira in fusione e menuki gold-plated. Il same è proprio pelle di razza? lo ito in che materiale è?

La tsuba è una semplice traforata in ferro, moderna anch'essa.

Sarebbe bello dedicare a questa bella lama un koshirae un pò più di pregio, però utilizzare finimenti antichi su una lama moderna è un pò un controsenso...voi cosa ne pensate?



Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Penso sia una buona spada da iaido (vedi la lunghezza, il peso, il koshirae e lo hi...); forse prodotta proprio da Tozando.

Se cercavi una spada per la pratica hai trovato una buona cosa: per ordinarne una uguale passa quasi un anno e bisogna spendere sui 5000€


______________________
Giuseppe Piva
www.giuseppepiva.com

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La lama è carina, mi piace, da allenamento è una signora iai cavolo! La politura è conforme ad uno standard da uso. Bell'oggetto, se non ricordo male l'hai pagata una cifra "accessibile" Concordo in pieno con Giuseppe.

Se posso essere onesto non mi piace invece il koshirae di qulità pari a quello delle iai in lega di medio livello.

Lo tsuba io lo cambierei, ma per questo hai tutto il tempo. Complimenti, mi piacerebbe vederla dal vivo!

Una scappatina a Bologna? :gocciolone:


Mani fredde, schiena curva, odore di pietre bagnate. Questo è il togi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
La politura è conforme ad uno standard da uso.

 

infatti era anche la mia impressione, credo che con una politura completa si possano tirar fuori molti più dettagli e particolari interessanti e anche il koshirae si può modificare ed arricchire come si deve.

 

Musashi, hai trovato una lama ideale per la pratica di tutti i tipi ma che al momento giusto puoi polire, restaurare e trasformare in un pezzo di pregio da far invidia ai collezionisti. Bravo!



Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
:gocciolone: Beh adesso non esagerare. Una lama puoi polirla quanto bene vuoi e montarla con i migliori finimenti ma rimane quello che è... le lame da collezionismo sono un'altra cosa.

______________________
Giuseppe Piva
www.giuseppepiva.com

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

grazie a tutti per il vostro parere, però speravo foste ancora più "critici" :gocciolone: :

 

quanto allo hada, secondo me son due le cose: o le foto non hanno saputo metterlo in risalto (ma ringrazio vivamente mio cognato che si è prestato all'ingrato lavoro alle ore 22…per me ha fatto delle gran belle foto :arigatou: ) oppure la politura necessita di più attenzione. Lo hamon è ben visibile ma forse, come lo hada, ha bisogna di un pò più di "protagonismo". Quindi la definizione di politura "standard" secondo me potrebbe essere appropriata. Concordate?

 

Non concordo invece, magari sbaglio, sulla destinazione e/o configurazione della lama: vero è che si tratta di spada moderna (a proposito, lo spadaio è Shigetsuna alias Saka Saburo della provincia di Saitama; membro della All Japan Swordsmith Association), senza particolare valore storico...e tuttavia mi viene piuttosto difficile chiamarla solo, come legittimamente avete fatto, spada da iai o destinata all'uso o pratica: ovviamente dimensioni, peso e caratteristiche fanno propendere proprio per queste definizioni ma, secondo il mio modesto parere, non manca di nessun carattere per essere definita vera e propria nihonto, secondo tutte le accezioni del termine. Forse questa mia puntualizzazione potrebbe essere stata suggerita dal fatto che è la prima lama seria acquistata ma vi assicuro che è stata scelta attraverso i filtri dei miei personali gusti e canoni formatisi durante questi anni di passione e studio (anche se ancora a livelli medio bassi). Magari per alcuni di voi questa definizione calza un po’ stretta, avendo avuto tra le mani pezzi di importanza nemmeno lontanamente paragonabile.

Forse mi ritrovo più nell’affermazione di yama quando sostiene che una politura e un restauro come si deve potranno donare maggior “peso” alla lama, ovviamente senza nessun altra pretesa di sorta (un politore è politore e non alchimista trasmutatore!) :happy:

 

Quanto al koshirae, già dal momento in cui l'ho acquistata pensavo di cambiare appena possibile lo tsuba (ne ho viste di tutti i tipi e di tutti i prezzi) che però preferirei acquistare nell'UE e ad un prezzo accessibile: già questa spesa mi ha per così dire dissanguato...non cercherò un'opera d'arte ma uno tsuba particolare, carino e che si sposi bene con il contesto.

Confermo che si tratta di menuki con foglie d'oro, ito in seta nera su vero same, fuchi e kashira moderni (che non credo di cambiare, occorrerebbe troppa "attenzione", e fra l'altro si richiamano al kojiri metallico del saya...).

 

Quanto al saltino a Bologna (dalla sicilia alla romagna ci vorrebbe un saltino più che olimpionico…), ken sarà un po’ difficile per adesso ma credo (spero) di poterla portare a Firenze il 4-5 Nov., se sarà opportuno.

 

Grazie ancora per l’aiuto prestatomi nell’acquisto e nei consigli, oltre che per i commenti (ne aspetto altri!!! :ok: )

Modificato: da musashi

<!-- isHtml:1 --><!-- isHtml:1 --><em class='bbc'>Insisti, Resisti e Persisti...Raggiungi e Conquisti!<br /><img src='http://www.intk-token.it/forum/uploads/monthly_11_2008/post-34-1227469491.jpg' alt='Immagine inserita' class='bbc_img' /><br /></em>

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Caro Musashi, non volevamo essere negativi sulla definizionne di "spada da iai". :gocciolone:

La tua è senza dubbio una nihonto a tutti gli effetti.

Inoltre so bene quanto possano dare fastidio commenti anche lievemente negativi quando uno ha speso u bel gruzzolo.

Quello che volevo dire è semplice: le lame moderne non hanno uno scopo come arma; semplificando si può dire che la produzione di nihonto oggi soddisfa due esigenze, una di collezionismo e una per le arti marziali. Spadai di lunga tradizione famigliare o con una produzione ricercata dai collezionisti lavorano sostanzialmente per la prima; le loro opere sono quasi sempre in shirasaya e costano un botto. Tutto questo perchè sono bravi e le loro lame sono opere d'arte. Altri fabbri producono per i praticanti di iaido lame meno costose e che vanno incontro ad esigenze ben precise: lunghezza, bilanciamento, e anche il mitico "fischio" prodotto dal bohi.

Ovviamente c'è una zona grigia tra questi due estremi.

Un pò come decidere se uno che dipinge è un artista o un decoratore: a un certo punto sono i clienti, la critica e il mercato a deciderlo...


______________________
Giuseppe Piva
www.giuseppepiva.com

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Quoto e concordo, scusa se l'ho chiamata iaito, shinsakuto è il suo nome e sicuramente lo merita in toto.

Posso affermare con rispetto "shinsakuto in iai koshirae?" :arigatou:

Ribadisco a me piace molto. :ok:


Mani fredde, schiena curva, odore di pietre bagnate. Questo è il togi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

concordo PIENAMENTE con te giuseppe, mi ritrovo in toto nell'ultima tua affermazione. E' ovvio che una Gassan o Yoshihara non possano nemmeno lontanamente essere paragonate ad una "anonima" shinsakuto, nessuna di queste pretese. Sul bo-hi effettivamente non tanti sanno che deriva da esigenze tecniche di peso e bilanciamento (figuriamoci che ho incontrato l'anno scorso un eminente collezionista d'armi a Roma, sedicente esperto di armi giapponesi, che ancora lo chiama "colasangue" :brooding: )

quanto al koshirae, spero entro quest'anno solare di vedere cosa si può fare per uno tsuba e, magari con il vostro aiuto, un koshirae completo (non escludo prealtro l'intenzione di fare uno shirasaya, e qui attendo le iniziative dei nostri esperti artigiani).

Andrea, per Firenze porta anche tu qualcosa che io provo a salire la mia...

prossimo obiettivo (lontanto, lontano, lontano...): jumonji yari!

Modificato: da musashi

<!-- isHtml:1 --><!-- isHtml:1 --><em class='bbc'>Insisti, Resisti e Persisti...Raggiungi e Conquisti!<br /><img src='http://www.intk-token.it/forum/uploads/monthly_11_2008/post-34-1227469491.jpg' alt='Immagine inserita' class='bbc_img' /><br /></em>

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

questo è un grembiule da lavoro ma se vuoi anche panno multiuso con i mon di famiglia .......si distingue bene anche l'effige del tempio di Minatogawa.....

comunque complimenti per la tua prima nihon-to :ok:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, Registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

Caricamento

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante