Vai al contenuto
Simone Di Franco

[cinema] Ken

Messaggi consigliati

ken.jpg

 

KEN

La spada

di Misumi Kenji

 

Tratto da una novella di Mishima Yukio, Ken è l'intensa, breve parabola dell'ascetico e idealista Kokubu, dedito alla "via della spada" come risposta di purezza e rettitudine alla futile volgarità di un mondo a cui si sente estraneo. Preferito all'amico Kagawa quale capitano della squadra universitaria, egli dovrà preparare e guidare gli allievi alla vittoria dei campionati nazionali di Kendo, tra la venerazione assoluta del giovane allievo Mibu e le insidie del mondano Kagawa, sempre più lacerato fra una appassionata ammirazione e l'invidia per la perfezione dell'amico.

 

34609_1.jpg

 

34609_2.jpg

 

Ken è un film difficile, soprattutto è difficile comprendere una figura complessa come quella di Kokubu, se non si è immersi profondamente nella filosofia che sta alla radice di questa storia. Lo spettatore distratto si troverà quasi a deridere una situazione tanto profonda da sfiorare il surreale. Ma anche chi ha visto centinaia di film in tema di bushido e samurai, rimarrà titubante nei confronti di un finale brusco, inconcludente e tragico.

 

34609_3.jpg

 

34609_4.jpg

 

Ken è un film che lascia un segno profondo, e che ridesta idee e opinioni anche dopo parecchio tempo, quando lo spettatore ritrova in sè le giuste chiavi di lettura. E' praticamente impossibile comprendere la sottile trama, il filo ideologico sotteso a tutta la vicenda senza venire a capo della complessa figura del protagonista Kokubu, interpretato da un Ichikawa Raizo agli apici delle sue capacità.

34609_5.jpg

 

34609_6.jpg

 

Tuttavia, Ken è un film incentrato sul kendo, e forse più di ogni altro ne mostra diversi aspetti pratici, dal rispetto del dojo e dell'avversario fino ai duri allenamenti, spesso al limite della sopportazione. Ma ancora di più sono evidenziati gli aspetti filosofici di questa disciplina, e le complesse trame psicologiche che intercorrono tra allievi, maestri e compagni stessi.

 

34609_9.jpg

 

34609_8.jpg

 

Affascinanti anche i rapporti che i protagonisti rivolgono verso l'esterno, verso i famigliari, gli amici e soprattutto le donne.

In questo film è infatti facile cogliere alcuni accenni allo shudo, dove il rapporto tra superiore e allievo è quasi di amore mentre le donne sono considerate addirittura snobilitanti.

 

34609_10.jpg

 

34609_11.jpg

Un ultimo commento alla maestria del regista Kenji Misumi. L'autore di Kozure Okami ci propone qui una visione meno dinamica ma sempre piena di inquadrature forti e dirette e alcune soluzioni tipiche del cinema giapponese di quel periodo che ricordano Fukasaku e Suzuki in bianco e nero. In particolare alcune scene sono davvero meravigliose come ad esempio l' incipit; Kokubu e l'uccello; i dettagli degli allievi in seiza e il tragico finale.

 

34609_7.jpg

 

34609_12.jpg

 

 

In quel preciso momento

 

vidi la vera essenza del sole.

 

E' giustizia assoluta.

 

Intollerabile splendore.

 

Desiderai assorbire quella luce

 

per acquisire la forza.

 

Forza e onore!

 

Ero convinto che con il kendo,

 

sarei stato in grado di afferrare

 

quella scintilla di vita pura

 

che avevo scoperto.



Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Devo averlo


Mani fredde, schiena curva, odore di pietre bagnate. Questo è il togi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

oltre ai dovuti ringraziamenti per avermi portato a conoscenza di questo film che devo assolutamente trovare/vedere, scatta automatica la domanda.....dove lo trovo???esiste in dvd???non spezzarmi il cuore dicendomi che non esiste e bisogna ricorrere al mulo per vederlo...........


thkendo011.gifsamuraifirma.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

si trova in dvd in varie edizioni straniere, tutte in lingua originale. I sottotitoli in italiano su asianworld.it .



Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie infinite!!!!proverò a cercare.sperando che la divina provvidenza me la mandi buona...


thkendo011.gifsamuraifirma.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Un grandissimo film ,che per chi conosce il genio di Mishima puo faicilmente intravedere tra le linee della novella un suo testamento e una lampante dichiarazione di intenti. Infatti nel protagonista è facile identificare quasi una auotobiografia dello scrittore. La sintesi di tutta la filosofia del film e del bushido in genere è racchiusa nella frase finale :

" si deve riuscire , l'alternativa è morire"!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante