Vai al contenuto
eraschobju2

RECENSIONI - "La Storia dei 47 Ronin"

Messaggi consigliati

Quando mi sono iscritto a questo forum, alcuni mesi fa, mi fu raccomandato di leggere, leggere, leggere e di farmi una cultura. :brooding: Io ho preso il consiglio alla lettera e così … eccomi qua con un altro parere personale personale su di un libro che ho appena finito di leggere, dopo “il Samurai”.

 

Il libro si intitola: “la storia dei 47 ronin”.

 

… e sai la novità, direte voi… :hehe: beh, questa è la versione di G. Souliè de Morant che negli anni ha raccolto tutte le versioni dei vari episodi della arcinota impresa dei 47 ronin e ne ha ricavato una sua storia completa, bellissima a mio parere e comprensibilissima anche da noi gaijin.

 

Al di là della semplice narrazione degli eventi, emerge in questo romanzo una liricità struggente con slanci di esaltazione di valori di cui oggi non si ricorda neppure più l’esistenza.

 

E’ proprio per la forza narrativa e per la capacità di esprimere sentimenti nobilissimi quali lealtà, abnegazione, coraggio estremo, determinazione ed amore che questo libro dovrebbe essere letto non solo da noi appassionati di Nihon-to ma divulgato anche fra il vasto pubblico dei “barbari” e, ormai mi lancio, anche nelle scuole, proprio per gli alti contenuti etici a cui si ispira.

 

Che la vicenda sia accaduta oltre trecento anni fa, poco importa; i concetti morali che insegna sono attualissimi e non dovrebbe essere dimenticati. Mai.

 

Quindi, per chi non conosce la storia dei 47 ronin, vale la pena di leggerla in questo libro; per chi invece conosce già la storia di questi eroi vale ancora di più la pena di leggerlo per andare oltre la semplice cronaca di quanto accadde e, passando attraverso epica e poesia, apprezzare la vera anima del bushi.

 

Domo arigatou :arigatou:

 

G. Souliè de Morant

 

La Storia dei 47 Ronin

 

Luni Editrice


Tooyama ga

Medama utsuru

Tombo kana

 

Montagne remote

riflesse negli occhi delle libellule

 

(Kobayashi Issa)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Eppure questa storia infrange molti aspetti del bushido e fu criticata da molti samurai dell'epoca... il libro dev'essere interessante :happytrema:

Grazie per la segnalazione :arigatou:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

cerco questo libro da tantissimo tempo! dove sei riuscito a trovarlo?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Anche io ho cercato nelle librerie per parecchio tempo, ma non sono mai riuscito a trovarlo!

Non c'è neanche la possibilità di prenotarlo perchè non lo stampano più e mi sono rassegnato all'idea di non poterlo leggere...

Come hai fatto a trovarlo??

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Anche io ho cercato nelle librerie per parecchio tempo, ma non sono mai riuscito a trovarlo!

Non c'è neanche la possibilità di prenotarlo perchè non lo stampano più e mi sono rassegnato all'idea di non poterlo leggere...

Come hai fatto a trovarlo??

 

 

Per una visione di massima su questa storia prova quì: http://www.nipponto....ocs/47Ronin.PDF


"Io sono Anarca non perché disprezzi l'autorità ma perché ne ho bisogno. Così, non sono nemmeno un miscredente, bensì uno che esige cose degne di fede".

 

Ernst Jünger

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie per il link mauri! :arigatou:

Dove trovi tutti questi PDF della "firmati" Nipponto? Sono davvero belli e ben fatti!

Sul sito si Sergio Magotti non riesco a trovarli...

(Ad ora ne ho 2: questo e uno sulla manutenzione della Nihonto. Se ce ne fossero altri mi piacerebbe sapere dove reperirli!)

Grazie


"Hana wa sakuragi, hito wa bushi" (花は桜木人は武士) - "tra i fiori il ciliegio, tra gli uomini il guerriero"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

"Io sono Anarca non perché disprezzi l'autorità ma perché ne ho bisogno. Così, non sono nemmeno un miscredente, bensì uno che esige cose degne di fede".

 

Ernst Jünger

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie Mauri!

Ora mi è venuta ancora più voglia di leggere il libro!!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie infinite! :arigatou:

Questi documenti sono davvero molto curati e sono perfetti se si vuole avere una visione d'insieme su un argomento.


"Hana wa sakuragi, hito wa bushi" (花は桜木人は武士) - "tra i fiori il ciliegio, tra gli uomini il guerriero"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Buone notizie!

Sono finalmente in possesso del libro in oggetto! :whoa:

Dopo parecchie ricerche sono riuscito ad acquistarlo on line tramite una libreria di Milano.

Probabilmente hanno deciso di rimetterlo in stampa, visto che la data di uscita indicata è di Gennaio 2013.

Ecco il link se siete interessati!

http://www.hoepli.it/libro/la-storia-dei-47-ronin/9788879842983.html

 

Non sono riuscito a trovarlo da nessun'altra parte. E per chi è fuori Milano non c'è nessun problema perchè effettuano spedizioni in tutta Italia!

Ora non vedo l'ora di cominciare a leggerlo!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Coincidenza vuole, mi è arrivato propio poco fà!

 

Ero leggermente timoroso, visto che non hanno rispettato più o meno le tempistiche, ed il libro lo stavo cercando da un pò di tempo.

In passato comprai da Hoepli, e sono stati sempre abbastanza precisi nelle consegne, tempò fà mi dava il libro in questione esaurito, quindi è possibile che sia una ristampa.

 

Adesso non mi resta che leggerlo...


HAqDe6c.png

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

L'ho letto anch'io........bellissimo e appassionante

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Finalmente letto, buon libro sopratutto come storia.

 

Grande impresa dei 47 Ronin, i quali valori espressi da quest'ultimi sono da ammirare, non vi dico altro, da leggerlo... :arigatou:


HAqDe6c.png

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Approfittando della segnalazione ho acquistato il libro (penultima copia sul sito di Hoepli !).

 

Lo stile narrativo è un pò datato ma, volendo essere la trascrizione di una testimonianza, si accetta per come è.

 

La lettura suscita certamente molte 'pesanti' riflessioni, sull'eroismo, l'onore, ed altri temi sicuramente 'fuori moda' ai giorni nostri !

Su questo punto, però, mi chiedo come mai si menzioni appena la fedeltà e l'onore dei samurai del 'cattivo'...pur sapendo che è nel torto, lo difendono facendosi ammazzare dal primo all'ultimo.

 

Trovo bellissima ed attuale, invece, questa 'definizione di coraggio' tratta direttamente dal testo: "Occorre, per correre verso la morte, una forza d'animo infinitamente più grande a coloro che si strappano alla prosperità che agli sventurati flagellati dalle avversità".

 

Un conto è sacrificarsi per un 'ideale' quando non si ha niente da perdere. Ma quanti avrebbero la forza di sacrificarsi dovendo rinunciare al proprio benessere, alla casa, ai familiari, agli affetti ?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ottima osservazione! E la possiamo paragonare con la nostra realtà!

Soprattutto il benessere di tipo materiale è in grado di annullare completamente gli ideali! Tante persone venderebbero la madre pur di avere un tornaconto economico!

Ne abbiamo una chiarissima prova nel nostro parlamento italiano! :dry:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non dobbiamo andare a cercare molto lontano o molto indietro nel tempo: " L' esito della missione non ha molta importanza e neanche l'esito della guerra. Quello che veramente conta è che vi siano uomini disposti a morire nel tentativo e che realmente muoiano, perché è dal sacrificio nostro che le successive generazioni trarranno l'esempio e la forza di vincere. " un passo dall'ultima lettera scritta dal Comandante Teseo Tesei

Vedi:http://it.wikipedia.org/wiki/Teseo_Tesei

Se lo trovate leggetevi: Uomini contro navi di Beppe Pegolotti


"Io sono Anarca non perché disprezzi l'autorità ma perché ne ho bisogno. Così, non sono nemmeno un miscredente, bensì uno che esige cose degne di fede".

 

Ernst Jünger

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, Registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.


Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante