Vai al contenuto
eraschobju2

RECENSIONI - "Letters From Iwo Jima"

Messaggi consigliati

Konnichiwa.

 

Prima di andare in vacanza ho pensato di postare questa recensione su uno degli ultimi libri che ho letto.

 

Durante un recente viaggio in Inghilterra ho acquistato, fra i vari libri, Letters from Iwo Jima, di Kumiko Kakehashi, attratto dalla discussione che avevo letto qualche settimana fa sul forum riguardante l’omonimo film di Clint Eastwood che, premetto, non ho ancora avuto modo di vedere.

 

Il libro ha il tono distaccato tipico di chi non ha vissuto direttamente il conflitto (l’autrice è nata nel 1961) ma ha la rarità di essere stato scritto da chi non appartiene ai vincitori.

 

In questa per noi inusuale visione prospettica, così diversa da quelle solite cui siamo stati abituati in oltre sessanta anni di retorica filmografia statunitense, si viene subito colpiti dall’abilità della scrittrice che cuce fittamente una trama di lettere che i militari giapponesi, di stanza ad Iwo Jima, scrivevano ai loro cari.

 

Lontano dalla retorica militare, le lettere rivelano aspetti gentilissimi e spesso inusitatamente “down to earth” non solo dei coscritti appartenenti alle classi umili, ma anche degli ufficiali e dei militari di professione e dello stesso Generale Kuribayashi.

 

Si parla delle comuni cose di tutti i giorni, delle riparazioni da fare alla casa, dei compiti di scuola e anche, certamente, delle dure condizioni in cui si trovavano costretti a vivere.

 

Accanto a questa narrata quotidianità, del tutto identica a quella di migliaia di altri soldati che dal fronte pensavano ai loro cari, emergono certo caratteristiche uniche del soldato giapponese e di come egli affronti il sacrificio. Non mancano considerazioni di ordine militare rivelate dalle descrizioni delle tecniche di combattimento e di guerriglia, innovative per i giapponesi e fortemente volute dal Gen. Kuribayashi che, nei suoi due anni di soggiorno pre-bellico negli USA, aveva imparato a conoscere (e a stimare) quelli che sarebbero poi divenuti i suoi mortali avversari.

 

Grazie a queste tecniche, contrarie alle millenarie tradizioni di difesa attuate fino ad allora dai giapponesi, i marines americani persero 2.686 uomini (fra morti e feriti) contro i 21.152 nipponici.

 

Una strenua difesa per ritardare, inutilmente, l’orrore dei bombardamenti a tappeto sulle città giapponesi che da Iwo Jima, la “unsinkable aicraft carrier”, gli americani lanciarono su Tokyo, Kobe, Nagoya…

 

Come dicevo, non ho visto il film, ma di certo il libro lo consiglio come un ennesimo strumento per cercare di avvicinarci quanto più possibile al mondo del Sol Levante.

 

LETTERS FROM IWO JIMA - Kumiko Kakehashi- Orion books.co. uk

 

 

Beh, adesso che vi ho annoiato, posso finalmente andare un po’ in vacanza …

 

Giaa mata


Tooyama ga

Medama utsuru

Tombo kana

 

Montagne remote

riflesse negli occhi delle libellule

 

(Kobayashi Issa)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

io ho visto il film dopo aver visto "flags of our fathers" e mi è piaciuto moltissimo; molto meno "americano" nell'impostazione e più umano !

Splendida l'idea di raccontare la guerra attraverso le lettere dei soldati; volto 8 1/2

:)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
dopo il film ero davvero curioso di leggere anche questo, dove lo hai trovato?

Scusa YamaArashi se rispondo solo adesso, ma ero in Inghilterra e sono tornato ogi. Il libro l'ho trovato in una libreria a York, ma ovviamente lo puoi trovare su Amazon (meglio UK così non paghi il dazio alla posta); vale la pena di averlo anche per le foto storiche.


Tooyama ga

Medama utsuru

Tombo kana

 

Montagne remote

riflesse negli occhi delle libellule

 

(Kobayashi Issa)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Lo volevo vedere anch'io (non so quanti film ho visto fatti dai vincitori) dopo aver visto l'altro film di Clint, ma so solo che per ora è disponibile unicamente la versione in giapponese con sottotili in italiano.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
è uscita in questi giorni l'edizione dvd che comprende anche l'audio italiano, io l'ho visto da fnac

 

Buono a sapersi, grazie !

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
è uscita in questi giorni l'edizione dvd che comprende anche l'audio italiano, io l'ho visto da fnac

 

 

Consiglio caldamente di aspettare il 26 settembre per le edizioni in HD-DVD o in Blu-Ray Disc :arigatou:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Consiglio caldamente di aspettare il 26 settembre per le edizioni in HD-DVD o in Blu-Ray Disc :arigatou:

 

Si vero, ma attenzione; bisogna poi avere anche i lettori deguati(HD/BLU) oltre che schermi che supportino

l'alta risoluzione necessaria per visualizzare tali elevati segnali.

La cosa migliore sarebbe acquistarli ora in alta definizione, per poi usarli in futuro(ma solo Dio sa quale

formato tra i due la spunterà sull'altro, per cui si corre pure il rischio di farsi una collezione in un formato

poi non piu' usabile un domani), e nel frattempo riversarli in normali DVD per poterne fruire nel presente.

Ma per fare quest'ultima operazione bisogna by-passare le protezioni digitali(cripting video) e/o analogiche

(Macrovision) che non sono semplici, se non addirittura impossibili, da farsi attualmente! :wacko:

Insomma, volevo solo avvisare tutti gli utenti del forum di queste insidie nascoste. :samurai:


Giuro sul mio Onore di Cintura Nera; di Preservare anziché Distruggere; di Evitare lo scontro anziché Confrontarmi; di Confrontarmi anziché ricevere del Male; di fare del Male anziché Storpiare; di Storpiare anziché Uccidere; di Uccidere anziché di Morire; di Morire anziché disonorare la mia Cintura.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Si vero, ma attenzione; bisogna poi avere anche i lettori deguati(HD/BLU) oltre che schermi che supportino

l'alta risoluzione necessaria per visualizzare tali elevati segnali.

La cosa migliore sarebbe acquistarli ora in alta definizione, per poi usarli in futuro(ma solo Dio sa quale

formato tra i due la spunterà sull'altro, per cui si corre pure il rischio di farsi una collezione in un formato

poi non piu' usabile un domani), e nel frattempo riversarli in normali DVD per poterne fruire nel presente.

Ma per fare quest'ultima operazione bisogna by-passare le protezioni digitali(cripting video) e/o analogiche

(Macrovision) che non sono semplici, se non addirittura impossibili, da farsi attualmente! :wacko:

Insomma, volevo solo avvisare tutti gli utenti del forum di queste insidie nascoste. :samurai:

 

 

Il Blu-Ray è più supportato dalle Major cinematografiche, l'HD-DVD un pò meno. Alcune case producono per entrambi i formati, altre sono legate al BD DISC o all'HD-DVD. Quindi sono 2 formati che andranno avanti entrambi. Ad esempio " L'ultimo Samurai" della Warner ( come tantissimi altri titoli ) è disponibile in entrambe le versioni. Per Iwojima kara no Tegami e Flag of our Fathers ho sentito che saranno pieni di inserti speciali inediti, quindi ecco perchè consigliavo di aspettare. Inoltre anche facendo l'operazione che hai descritto sarebbe comunque impossibile mettere una traccia video e audio di un film ad alta definizione ( dal momento che sono come minimo 22 GB ) su un dvd che al massimo contiene 9 GB. :arigatou:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il Blu-Ray è più supportato dalle Major cinematografiche, l'HD-DVD un pò meno. Alcune case producono per entrambi i formati, altre sono legate al BD DISC o all'HD-DVD. Quindi sono 2 formati che andranno avanti entrambi.

 

Purtroppo la storia si ripete ancora una volta. Come lo e' stato in passato per VHS e Betamax, il primo supportato dalla JVC il secondo dalla Sony.

Purtroppo sappiamo tutti come e' andata finire! :brooding:

Mai si potrebbero fare altre decine di esempi di formati concorrenti che sono stati supportati da colossi multimediali in "guerre" di mercato.

 

Il fatto che l'HD(Toshiba e' il suo primo supporter) sia lievemente in svantaggio e' dovuto al fatto che e' stata gia' trovata una falla nel suo sistema di

sicurezza, e dunque lo ha reso piu' innafidabile rispetto al Blue-Ray agli occhi delle Mayor. Se poi consideri che la Sony(primo supporter del Blue-Ray) lo ha piazzato nelle sue PS3, beh allora e' facile intuire il perche' del successo "temporaneo" del Blu rispetto l'HD.

In ogni caso temo che effettivamente entrambi i formati andranno avanti a mo di guerra all'ultimo disco e all'ultimo bug di sicurezza(volontari o

meno!) e solo discapito dei loro utenti, che come successe a suo tempo del il VHS/Betamax, lasciera' molti clienti con un pungo di mosche(dischi)

in mano! :brooding:

 

 

Ad esempio " L'ultimo Samurai" della Warner ( come tantissimi altri titoli ) è disponibile in entrambe le versioni. Per Iwojima kara no Tegami e Flag of our Fathers ho sentito che saranno pieni di inserti speciali inediti, quindi ecco perchè consigliavo di aspettare. Inoltre anche facendo l'operazione che hai descritto sarebbe comunque impossibile mettere una traccia video e audio di un film ad alta definizione ( dal momento che sono come minimo 22 GB ) su un dvd che al massimo contiene 9 GB. :arigatou:

 

Il fatto che' i titoli usciranno per entrambi i formati è segno che la lotta è piu' che mai aperta e si fa sempre piu' aspra. Ci sono addirittura lettori x entrambi

i formati, che comunque è sempre meglio ricordare sono incompatibili tra loro, proprio perche' siamo a diffusione quasi paritaria.

Per quanto concerne la compressione, ma in questo caso sarebbe meglio parlare di conversione, è parecchio semplice, protezioni a parte, convertire

un video in alta risoluzione in uno a media risoluzione ne di piu' ne di meno di quello che succedde ora con i dvd che vengono convertiti in divx.

Se poi consideri che l'HD ha gia' diversi programmi(ma non mi sembra il caso di fare nomi in questa sede) che convertono, o meglio rippano, il video

e l'audio in digitale, dunque senza perdite di qualita', e ti permettono di ottenere un video nelle piu' diverse definizioni per poi usarlo nei normali

lettori DVD.

 

In ogni caso il tuo consiglio mi sembra piu' che sensato e lungimirante. Quello che premeva a me era ricordare le insidie che i nuovi formati

nascondono per l'utente.

 

:arigatou:

 

PS:

Non vorrei che fossimo troppo OT, ma mi sembravano comunque interventi interessanti e legati all'argomento discusso oltre cge di interesse generale.


Giuro sul mio Onore di Cintura Nera; di Preservare anziché Distruggere; di Evitare lo scontro anziché Confrontarmi; di Confrontarmi anziché ricevere del Male; di fare del Male anziché Storpiare; di Storpiare anziché Uccidere; di Uccidere anziché di Morire; di Morire anziché disonorare la mia Cintura.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Non vorrei che fossimo troppo OT, ma mi sembravano comunque interventi interessanti e legati all'argomento discusso oltre cge di interesse generale.

 

In fondo stiamo sempre parlando di cose giapponesi, anche se non tradizionali. Fare come dici tu è possibile ma, nel momento che comprimi un film in alta definizione, perdi proprio in qualità video, ciò che è il punto di forza di questi nuovi supporti. Inoltre, se possiedi un masterizzatore che ti permetta di fare ciò significa che puoi riprodurli e vedrli, quindi a che pro trsformarli in bassa definizione? :arigatou:

 

Entrambi ( a mio avviso ) continueranno a sussistere per il semplice fatto che se vuoi vedere un film Universal o Paramount potrai comprarlo solo in HD-DVD, se vuoi vedere un film della Columbia o della Fox potrai comprarlo solo in Blu-Ray Disc :arigatou:

 

Mi scuso anche io se l'argomento è troppo diverso dalla materia qui trattata. :arigatou:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
In fondo stiamo sempre parlando di cose giapponesi, anche se non tradizionali. Fare come dici tu è possibile ma, nel momento che comprimi un film in alta definizione, perdi proprio in qualità video, ciò che è il punto di forza di questi nuovi supporti. Inoltre, se possiedi un masterizzatore che ti permetta di fare ciò significa che puoi riprodurli e vedrli, quindi a che pro trsformarli in bassa definizione? :arigatou:

 

Forse non mi sono spiegato bene.

Io mettevo in guardia dal farsi una collezione, anche di poche decine di film, su supporti che potrebbero scomparire nell'immediato futuro!

Oltre a questo dicevo che se uno spende qualche centinaio di euro per avere il lettore in grado di riprodurre in alta definizione(HD o Blu-ray

non fa' differenza) poi deve avere, o peggio spendere, altri centinaia di euro per il video e l'impiato audio necessari a riprodurre tali definizioni.

Stiamo dunque gia' superando abondantemente i 2.000 e passa €(tra lettore, video, audio, e quant'altro e' necessario a collegare il tutto),

se si vuole godere a pieno di tali supporti con i benefici che essi portano. Ma come se non bastasse anche la TV, o videoproiettore, appenaacquistati con la tanto decantata entrata HDMI potrebbe facilmente, come gia' si sta verificando con gli apparecchi venduti solo alcuni anni fa' e con altri ancora

presenti sul mercato in questo momento, essere inadeguati o addirittura fuori standard! Perche' anche nel campo dei video ci sono numerosi

standard spesso incompatibili tra loro e spesso sostituiti con altri piu' recenti dopo solo pochi anni di presenza sul mercato.

 

Premesso questo, solo per chiarezza, concludo dicendo che il tuo era un ottimo consiglio(acquistare il film in supporto HD o Blu-Ray) ma di

stare attenti a quali apparecchiature affiancagli, e sopratutto a quanti soldini spenderci per farlo. Ecco perche' la proposta, che comunque

deve essere considerata solo come un consiglio o meglio una possibilità, di prendere i film nei nuovi formati e di convertirli(un lettore costa

oramai 400/500 €) in formato DVD-VIDEO(4,5Gb x intenderci), magari a una risoluzione intermedia, in modo da goderseli nel presente senza

farsi svuotare le tasche e avendo gia' la collezione in alta definizione pronta per il domani(sperando che si possa goderla appieno :gocciolone:

).

 

:arigatou:


Giuro sul mio Onore di Cintura Nera; di Preservare anziché Distruggere; di Evitare lo scontro anziché Confrontarmi; di Confrontarmi anziché ricevere del Male; di fare del Male anziché Storpiare; di Storpiare anziché Uccidere; di Uccidere anziché di Morire; di Morire anziché disonorare la mia Cintura.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Forse non mi sono spiegato bene.

Io mettevo in guardia dal farsi una collezione, anche di poche decine di film, su supporti che potrebbero scomparire nell'immediato futuro!

Oltre a questo dicevo che se uno spende qualche centinaio di euro per avere il lettore in grado di riprodurre in alta definizione(HD o Blu-ray

non fa' differenza) poi deve avere, o peggio spendere, altri centinaia di euro per il video e l'impiato audio necessari a riprodurre tali definizioni.

Stiamo dunque gia' superando abondantemente i 2.000 e passa €(tra lettore, video, audio, e quant'altro e' necessario a collegare il tutto),

se si vuole godere a pieno di tali supporti con i benefici che essi portano. Ma come se non bastasse anche la TV, o videoproiettore, appenaacquistati con la tanto decantata entrata HDMI potrebbe facilmente, come gia' si sta verificando con gli apparecchi venduti solo alcuni anni fa' e con altri ancora

presenti sul mercato in questo momento, essere inadeguati o addirittura fuori standard! Perche' anche nel campo dei video ci sono numerosi

standard spesso incompatibili tra loro e spesso sostituiti con altri piu' recenti dopo solo pochi anni di presenza sul mercato.

 

Premesso questo, solo per chiarezza, concludo dicendo che il tuo era un ottimo consiglio(acquistare il film in supporto HD o Blu-Ray) ma di

stare attenti a quali apparecchiature affiancagli, e sopratutto a quanti soldini spenderci per farlo. Ecco perche' la proposta, che comunque

deve essere considerata solo come un consiglio o meglio una possibilità, di prendere i film nei nuovi formati e di convertirli(un lettore costa

oramai 400/500 €) in formato DVD-VIDEO(4,5Gb x intenderci), magari a una risoluzione intermedia, in modo da goderseli nel presente senza

farsi svuotare le tasche e avendo gia' la collezione in alta definizione pronta per il domani(sperando che si possa goderla appieno :gocciolone:

).

 

:arigatou:

 

Concordo pienamente :arigatou:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Concordo pienamente :arigatou:

 

Speriamo di non essere stati entrambi troppo OT e di aver danto ottimi consigli a tutti gli

utenti del forum! :gocciolone:


Giuro sul mio Onore di Cintura Nera; di Preservare anziché Distruggere; di Evitare lo scontro anziché Confrontarmi; di Confrontarmi anziché ricevere del Male; di fare del Male anziché Storpiare; di Storpiare anziché Uccidere; di Uccidere anziché di Morire; di Morire anziché disonorare la mia Cintura.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Speriamo di non essere stati entrambi troppo OT e di aver danto ottimi consigli a tutti gli

utenti del forum! :gocciolone:

 

 

Già, hai proprio ragione :arigatou:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Titolo modificato OT scampato

 

 

Ho cominciato io ad andare OT, mi scuso per l'accaduto :arigatou:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, Registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.


Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante