Vai al contenuto
sukinokishi

La maledizione delle Nihonto :)

Messaggi consigliati

quoto shimitsu

 

tecnicamente le donne sarebbero impure... beh aveta capito... infatti gli era vietato entrare nel tempio quando era in ciclo mestruale, anche alle miko

vi sono riti anche piu strani, come ad esempio riseppellire varie volte un morto

sull'uccisione.. beh per assurdo vi sono delle.. come dire.. circostanze attenuanti

 

ci sono diversi riti nello shinto come nel buddismo,

dal benedire l'abitazione a riti per far crescere il riso... ma questo lo si puo dire anche del cattolicesimo

Modificato: da Matteo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
ma questo lo si puo dire anche del cattolicesimo

 

Giusta osservazione. In base a quest'ottica quindi, chiunque abbia fede in qualcosa di soprannaturale (religione qualsiasi) deve accettare che altre persone ritengano che le nihonto antiche che hanno bevuto il sangue possano portare sfortuna.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

I monaci shinto non hanno mai compreso ne condiviso l'etica samurai,come già accennato questa non si confà neppure alla dottrina del Buddha ne a quella cristiana.

Ritenere una spada maledetta solo perchè è servita a sottrarre indebitamente la vita è un punto di vista opinabile sotto tutti gli aspetti,il Katakama-yari di Kato Kiyomasa o la spada di Shingen Takeda e quanti altri ancora patrimoni culturali o tesori Nazionali saranno maledetti solo perchè sono serviti ad uccidere degli innocenti?

Nei rituali Shinto l'acqua purifica,i samurai sostituivano l'acqua con la morte e questo è quanto.

Maledizioni e leggende sono sempre esistite a prescindere dal fatto che una spada sia stata maledetta o meno perchè incriminata di atti ignobili,basti pensare alla considerazione che avevano i Tokugawa nei confronti delle Muramasa.


La vittoria è di colui,

ancor prima del confronto,

che non pensa a sè

e dimora nel non-pensiero della grande origine.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Semplicemente secondo me un amante di nihonto e di cultura giapponese dovrebbe spaziare a 360° ed accettare tutto quello che gira intorno a questo fantastico mondo.

 

Chi mi dice che non acquista una nihonto antica per questioni scaramantiche non lo considero uno sprovveduto, ma semplicemente una persona la cui sensibilità lo porta a scelte diverse, anche perchè non ho mai ritenuto le superstizioni differenti dalle religioni, quindi rispetto chi crede nelle une e nelle altre.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Accettare qualsiasi cosa incondizionatamente è relativamente pericoloso,specie per uno studioso,il rispetto e la tolleranza sono un'altra cosa.


La vittoria è di colui,

ancor prima del confronto,

che non pensa a sè

e dimora nel non-pensiero della grande origine.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Riporto le parole di Makiko, giapponese

 

"esiste ''KATANA KUYOU'', sto cercando una foto o sito.

 

comunque, e' vero. pero' depende la persona. quando succedde quanlcosa male continuamente,noi abbiamo paura, e tanti persone vanno al tempio o come guaritore,ogni tanto portiamo una roba che abbiamo dubbi che porta sfortuna..come katana, bambola...e loro fanno come celebrare un funerale(KUYOU)facciamo consacrare"

 

Ps: se l'argomento non interessa, ditelo e smetto di assillarvi; mi rendo conto di essere ampiamente off topic, ma, visto che nei precedenti interventi qualcuno ha manifestato il desiderio di possedere una shinsakuto per i motivi sopra citati, ho voluto approfondire l'argomento nell'interesse di una cultura piu' generale che non quella della mera tecnica di costruzione delle nihonto. Chiedo comunque scusa per l'insistenza :arigatou:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

questo non e' per nihonto, per tutte le HAMONO...http://www.seki-japan.com/maturi/kuyo/kuyo.htm

si chiama HAMONO KUYO.

 

quando buttiamo via HAMONO 刃物, bambola 人形si crede (non tutto!!) che in questi dimori un anima(spirito?)e portiamo per fare ''KUYOU'' (celebrare un funerarle (un servizio funebre, dire una messa di requiem))... per KATANA, certo che non tutti credono questa cosa,pero' quando succedde qualcosa che non si puo spiegare scientificamente,abbiamo paura, e pensiamo the reason...e se pensiamo che e' successo dopo abbiamo preso (per esempio) KATANA(o bambola)andiamo a chiedere fare JYREI(除霊)OHARAI(お祓い)(esorcismo)ai tempi, a persone che fa queste cose.

 

ma, comunque, depende da persone.secondo me, ammiratore, anche i venditore di KATANA, nessuno dice chee' vero, perche' devono venderlo ^^e noi non diciamo questa cosa con la voce alta dappertutto,perche' sappiamo che ostruire commercio e' illegal ^ ^

 

comunque se si trova katana economica ma bella, forse e' per questo motivo, anche per le case dove c'e stato un omicidio e' cosi'..

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

a me la cosa interessa, visto che dopo l'ikebana si celebra anche il funerale dei fiori

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Riporto le parole di Makiko, giapponese

 

"esiste ''KATANA KUYOU'', sto cercando una foto o sito.

 

comunque, e' vero. pero' depende la persona. quando succedde quanlcosa male continuamente,noi abbiamo paura, e tanti persone vanno al tempio o come guaritore,ogni tanto portiamo una roba che abbiamo dubbi che porta sfortuna..come katana, bambola...e loro fanno come celebrare un funerale(KUYOU)facciamo consacrare"

 

 

 

Questo perchè nelle spade come nelle bambole risiede un Kami.

Le parole di Makiko in realtà non fanno altro che confermare quanto già sostenuto,considerare cioè una spada maledetta a priori solo perchè portatrice di morte è sbagliato,senza contare che tradizionalmente il concetto di morte stesso nella cultura giapponese è ben diverso da quello occidentale.

Sono sempre esistite però in passato come oggi diverse scuole di pensiero in merito.

Il kuyo ha a che fare con il culto dei morti e degli antenati,è una pratica buddista,esistono diversi riti (Senzo kuyou,Mizuko kuyou e altri ancora tra i quali appunto il Katana kuyou).

Jarou l'argomento è molto interessante e già noto a chi in quache modo ha avuto a che fare con le Nihonto,tuttavia non sembra sia stato ancora trattato nelle discussioni presenti.

Dal momento che questo quesito è sorto sin dal principio della discussione sarebbe auspicabile poter continuare.


La vittoria è di colui,

ancor prima del confronto,

che non pensa a sè

e dimora nel non-pensiero della grande origine.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Al di la' di considerazioni soprannaturali e' vero che ai simboli viene attribuito un valore che alle volte supera qualsiasi altra considerazione. Hitler cerco' a tutti i costi di conquistare Staligrado benche' non ce ne fosse assolutamente bisogno, solo perche' Stalingrado era un smbolo. Gli alleati distrussero Dresda (2 milioni di bombe nel giro di pochissime ore) perche' era un simbolo. Matteo Corvino pago' una fortuna, per avere una corona (fisicamente il gioiello da porre sul capo, politicamente aveva' gia' il regno) da Federico III. 

Tale indebitamento provoco' un arresto nella crociata contro i turchi eppure avere quel gioiello, di per se inutile, era piu' importante della guerra stessa.

Interi stati sono letteralmente andati incontro a dei fallimenti mentre altri stati hanno sancito le loro vittorie  salvando o distruggendo dei simboli.

Credo che si possa capire degli atteggiamenti verso particolari simboli specialmente se legati ad un passato ancora sentito (meno di 100 anni or sono) e anche se l'oggetto in se non ha nulla di speciale.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Colgo l'occasione per dare il benvenuto al nuovo utente koitaro.


La vittoria è di colui,

ancor prima del confronto,

che non pensa a sè

e dimora nel non-pensiero della grande origine.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ah scusa io sono Makiko. :laugh: piacere

 

Sono molto contenta che avete interesse nel giappone, grazie

 

io sono una giapponese normale quindi io posso dire come pensano le persone normalmente, nella realta della nostra vita.

Ma il mio italiano e' ancora in via di sviluppo quindi abbiate pazienza.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
ah scusa io sono Makiko. :laugh: piacere

 

Sono molto contenta che avete interesse nel giappone, grazie

 

io sono una giapponese normale quindi io posso dire come pensano le persone normalmente, nella realta della nostra vita.

Ma il mio italiano e' ancora in via di sviluppo quindi abbiate pazienza.

Benvenuta!!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

yoroshiku onegai shimasu :laugh: :hiya:

 

(dovrebbe essere giusto :whistle: )

Modificato: da C3CCO

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Oggi ho avuto una bellissima sorpresa, nel forum c'è anche una Giapponese autentica :happytrema:

Benvenuta anche da parte mia Makiko :fiori: e ottima giornata a tutti


Crouching Tiger Hidden Dragon

臥 虎 藏 龍

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ciao Makiko benvenuta, spero ci conosceremo a settembre :fiori:


"Bellezza, gioventù e fascino cominciano ad appassire quando appaiono la prima volta.

Attraverso le prime foschie della primavera, scorgiamo il Ponte d'Autunno"

----

mai confrontarsi con un imbecille, ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Benvenuta Makiko!

Il tuo italiano è già sufficiente per farti capire benissimo e grazie per le interessanti informazioni che ci hai dato.

 

Trovo che questa discussione sia molto interessante, così l'ho separata dalla precedente e dedicato uno spazio in nihon Token.

Per questo motivo vi chiedo di integrare il più possibile l'argomento anche con immagini e altre info.

 

 

Se non sbaglio esisteva una sorta di numerologia che veniva impiegata per stabilire una proporzione "fortunata" alle dimensioni della lama... chi se ne ricorda?



Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante