Vai al contenuto
KATSUMOTO

Il Cane Dei Samurai L'akita Inu

Messaggi consigliati

@daisy83 -> Ciao daisy. Io ho un negozio di animali, bisogna vedere dove lo devi tenere, ti consilgio comunque un maschio. La femmina è molto delicata, sopratutto durante il parto.


skilledlogo.jpg"Hana wa sakuragi, hito wa bushi" (花は桜木人は武士) che tradotto significa "Tra i fiori il ciliegio, tra gli uomini il guerriero".

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ho un giardino davvero molto grande, quindi non ci sono problemi di spazio.

 

Mi avevano consigliato la femmina per il rapporto con i bambini (ci sono 2 bimbe di 4 e 3 anni)

ma anche io ero preoccupata in caso di parto...

 

Ho notato (dai genitori della cucciolata) che la femmina è molto + giocherellona del maschio che risulta molto + riservato, ma non so se dipende dal sesso o più semplicemente dall'età..

 

Per questo volevo sapere se in generale il maschio potrebbe essere + aggressivo e la femmina + adatta ai bambini o è indifferente.

 

Grazie

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ti quoto pienamente Jarou. Dora

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Concordo in parte. I lupoidi, come l'akita e il pastore tedesco, specialmente i maschi sono piuttosto intolleranti nei confronti dei cuccioli di uomo se questi "arrivano" nel branco-famiglia dopo di loro. Le attenzioni che vengono rivolte nei confronti dei bambini e che prima erano rivolte solo a loro ribaltano la scala gerarchica in cui pensavano di trovarsi; la cosa li fa ingelosire.Le femmine sono naturalmente più morbide di carattere.

Se invece i bambini già ci sono le cose sono molto più semplici e i padroni devono solo stare attenti a che i bambini non li sottopongano ad angherie, come il tiragli la coda o mettergli le dita negli occhi.

Meglio i grandi molossi, come i bovari, i terranova, ecc.,che stanno con l'essere umano da tempi molto più remoti e sono molto,molto,molto pazienti e dotati di un istinto che porta a difendere i bambini, che considerano come vitellini o puledri, come proprietà del padrone e quindi da tutelare ad ogni costo.

Secondo me, ovviamente

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Concordo in parte. I lupoidi, come l'akita e il pastore tedesco, specialmente i maschi sono piuttosto intolleranti nei confronti dei cuccioli di uomo se questi "arrivano" nel branco-famiglia dopo di loro. Le attenzioni che vengono rivolte nei confronti dei bambini e che prima erano rivolte solo a loro ribaltano la scala gerarchica in cui pensavano di trovarsi; la cosa li fa ingelosire.Le femmine sono naturalmente più morbide di carattere.

Se invece i bambini già ci sono le cose sono molto più semplici e i padroni devono solo stare attenti a che i bambini non li sottopongano ad angherie, come il tiragli la coda o mettergli le dita negli occhi.

Meglio i grandi molossi, come i bovari, i terranova, ecc.,che stanno con l'essere umano da tempi molto più remoti e sono molto,molto,molto pazienti e dotati di un istinto che porta a difendere i bambini, che considerano come vitellini o puledri, come proprietà del padrone e quindi da tutelare ad ogni costo.

Secondo me, ovviamente

 

Che strana classificazione .

 

Secondo me vale solo il minore o maggiore istinto " educativo " delle varie specie di cane nei confronti dei cuccioli del branco , in generale.

 

Non so se hai mai visto il loro modo di dire " questo non si fà " oppure " smattila " ai loro cuccioli , è un morso a bocca aperta accompagnato da un ringhio , il problema è che colpiscono con i canini ( anche se non stringono ) e molto spesso mirano alla faccia per un maggior effetto " spavento " e la pelle umana è delicata .

 

Più che dal cane dipende dal bambino se è molesto o no .

 

Per quanto riquarda i gatti basta non costringerli e non avranno mai nessun motivo di graffiare , a meno che non siano impazziti a causa della permanenza in un appartamento .

:arigatou:


Alla fine del vento

Ancora cadono le foglie ..

..Un falco lancia il suo grido

Si fa più fondo il silenzio dei monti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ti quoto pienamente Jarou. Dora

 

per i bambini il cane più indicato da psicologi e veterinari è il boxer...quanto all'aikita, io direi maschio visto che le femmine sono più delicate e presentano diverse problematiche che i maschi non hanno...


<!-- isHtml:1 --><!-- isHtml:1 --><em class='bbc'>Insisti, Resisti e Persisti...Raggiungi e Conquisti!<br /><img src='http://www.intk-token.it/forum/uploads/monthly_11_2008/post-34-1227469491.jpg' alt='Immagine inserita' class='bbc_img' /><br /></em>

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Se invece i bambini già ci sono le cose sono molto più semplici e i padroni devono solo stare attenti a che i bambini non li sottopongano ad angherie

 

 

Cosa che i bambini, essendo le creature piu' cattive della galassia, puntualmente faranno. E tireranno pure la coda al gatto.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Con i bambini piccoli io eviterei di prendere qualunque animale, cane o gatto (che graffia) che sia.

Uomo avvisato..

 

Mi dispiace dirlo Lorenzo, parli così sicuramente perchè non sei cresciuto con un cane a casa. Io con il mio ci dormo pure sul letto, e lo faccio da quanto avevo 12 anni. Considera che mio fratello aveva 6 anni quanto l'ho abbiamo preso. L'unica cosa che si DEVE fare con un cane è educarlo bene. Il mio quando mio fratello era piccolo non voleva che estranei gli si avvicinassero, ma bastava che qualcuno di noi lo richiamasse per far si che si metteva in un angolino a controllare che non gli venisse fatto del male al bambino. La stessa cosa la faceva quando si metteva vicino a me mentre studiavo.

Un cane una volta preso, diventa un membro della famiglia, si deve educare da piccolissimo, e non si deve dare nulla per scontato! (molte volte non si dovrebbe dare nulla per scontato con la gente, figuriamoci con un cane :whistle: )


skilledlogo.jpg"Hana wa sakuragi, hito wa bushi" (花は桜木人は武士) che tradotto significa "Tra i fiori il ciliegio, tra gli uomini il guerriero".

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

3 cani, 3 gatti e due tartarughe :gocciolone:

 

Ora mi rimangono un gatto e la tartaruga, il mio ultimo pastore tedesco è morto quest'inverno, femmina, 12 anni. Un cane meraviglioso si, mai fatto male ad una persona, almeno volontariamente.

 

Ci sono cresciuto, ci sono cresciuto. Ma la prudenza per i propri figli è un altra cosa.. La prudenza non e' MAI troppa :cool:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

beh basta prendere cani di taglia piccola e di buon carattere... io mio shitzu è uno spettacolo con i bambini... e anche se si arrabbia, poraccio, non ha grandi doti naturali :D


Andrea

 

www.taai.it

www.iwamaryu.it

www.aikidogarda.it

www.takemusuaikidokyokai.org

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
... io mio shitzu è uno spettacolo con i bambini...

 

confermo, mio nipote è cresciuto -da neonato- con uno shitzu accanto, adesso ha 3 anni e veramente sono entrambi due amici (tranne che, come dice cagliostro, qualche volta subisce un pò troppo il cagnolino!)


<!-- isHtml:1 --><!-- isHtml:1 --><em class='bbc'>Insisti, Resisti e Persisti...Raggiungi e Conquisti!<br /><img src='http://www.intk-token.it/forum/uploads/monthly_11_2008/post-34-1227469491.jpg' alt='Immagine inserita' class='bbc_img' /><br /></em>

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

magari avessi avuto un terranova quando avevo 6 anni! Vuoi mettere che sballo a cavalcarlo? in mare poi è meglio di un fuoribordo!



Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ikkiu, è una classificazione abbastanza diffusa nel mondo della cinofilia e tra gli addestratori. Diversi testi la riportano e così alcune autorevoli riviste del settore, quali "Ti presento il cane", "il Cane" e "Molossi".Ad esempio esistono i Volpini, che comprendono 35 razze diverse, i PinScher e via così. Si tratta di macrocategorie che raggruppano i cani per carattetistiche fisiche e caratteriali,che non vedono tutti concordi e che hanno delle eccezioni, sicuramente il Bullmastiff o il Rotweiler o il Mastino Tibetano o il Maremmano sono molossi poco adatti a chi prende per la prima volta un cane di grossa taglia o ha bambini piccoli; hanno bisogno di un "capo" umano di polso che si guadagni il loro rispetto.Ci sarebbe da scrivere per due giorni se uno volesse sui pro e contro dei due tipi, in generale i molossi però, come il Boxer, l'America Stafford, il Bovaro del Bernese o quello delle Fiandre, il Labrador, Terranova, il LeonBerger sono di carattere stabile ed è molto raro che attacchino membri della famiglia di cui fanno parte o estranei senza motivo.Personalmente in tanti anni io non ne ho mai sentito.Secondo dati attendibili, quelli delle ASL, i "morsicatori" per eccellenza sono i pastori tedeschi e i...volpini e i bassotti. Comunque è sempre il padrone che "fa" il cane.Da piccolo il mio "fratello peloso" era Rex, un pastore tedesco+ belga (un bastardone insomma,ma bellissimo), era il cane più pacifico del mondo che adorava mio padre, che non ha mai dovuto toccarlo per farsi obbedire, ma che diventava una iena con chiunque non fosse della famiglia. Quando è morto non ho più voluto avere cani per 20 anni e ancora oggi quando guardo le nostre foto mi ritorna in mente quale dispenser d'affetto e coccole fosse.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti! Sono nuova! Adoro il giappone e soprattutto una grande razza definita ICHIBAN: L' AKITA-INU. la allevo amatorialmente e inoltre sono istruttore cinofilo.

Vorrei precisare alcune cose:1) non serve fare l'inchino a un akita, basterebbe conoscere un po' di PSICOLOGIA CANINA quindi di linguaggio e comunicazione cinofila per evitare spiacevoli eventi.

2) ho tre cani e un gatto: sono due animali compeltamente diversi, non si possono fare paragoni. comunicano diversamente. immaginate solo la coda......

3) Un cane non attacca mai senza un motivo, c'è sempre, anche il più stupido e a noi impercettibile, ma c'è sempre

4) Beh oltre all' akita ci sono altre razze giapponesi: KAI, SHIKOKU, KISHU, TOSA, SHIBA, TERRIER GIAPPONESE, HOKKAIDO, CHIN GIAPPONESE...

5) per i bambini vanno bene qualsiasi tipo di cane, l'importante che venga loro insegnato il rispetto per gli animali

6) per curiosità che genere di problemi hanno le femmine? a parte calore ed eventualmente parto? Come primo cane, consiglirei la femmina,più malneabile e meno dominante, poi dipende spesso dal carattere di ciascun soggetto

 

Spero di non avervi disturbato!!!!!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao, benvenuta. Presentandoti nella sezione apposita darai modo anche agli altri utenti di conoscerti :arigatou:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

un cane bellissimo di certo,,io l'ho avuto fino a 5 mesi fa,,me l'hanno regalato quando avevo 2 anni e siamo cresciuti insieme,si chiamava Shiro,è una razza tranquilla simpatica che sa ascoltare quando gli parli (o almeno questo è quello che ho potuto osservare io),,alla fine però è arrivata anche la sua ora,be ormai aveva più di 16 anni,,comunque mi son trovato davvero bene con lui


1224792009.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante