Vai al contenuto
kasumoto

Tachi Scuola Mino?

Messaggi consigliati

Salve a tutti,

come su consiglio di Musashi , posto le foto della mia lama qui ! speranzoso di un analisi tecnica in stile kantei ,se possibile!compreso il fatto che puo' essere un gimei!

 

 

Premetto che la lama non è certificata ha solo la registrazione all anagrafe delle spade tradotta da Sandro in un altro post , l ho presa in quanto ha tutte le caratteristiche che amo in una lama , tra cui non di poco conto per me un buon nagasa!

 

posto i dati:

Mei:Kaneuji (mino)

nagasa: 77,3 cm

motohaba:3,3 cm

sekihaba:2 cm

 

la mei sembra essere in cinabro da quanto ho letto in giro....

 

aspetto le vs opinioni , anche negative! (non siate troppo cattivi)

:arigatou:

 

ringrazio pubblicamente Musashi :hiya:

 

Aggiungo i dati tradotti dal gentile Sandro nella registrazione:

 

 

Numero del codice di registrazione: Prefettura di Kōchi, numero 33079

Generalità della spada:

Classificazione: Tachi

Lunghezza: 77,3 centimetri

Curvatura: 2,2 centimetri

Fori per i mekugi: 2

Iscrizioni presenti: Lato omote: Kaneuji Gyomyō ; Lato ura:

Annotazioni:

Comitato per l’educazione della prefettura di Kōchi

Consegnato il 14 Giungo del 17° Anno dell’ Era Heisei ( 2005 )

lama.JPG

nakago.JPG

nakago_alto.JPG

kissaki.JPG

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

non è sekihaba, ma sakihaba.

hamon suguha, boshi? dalle foto non lo vedo, ci dici qualcosa in più?

mi correggo, non avevo visto la prima foto a zoom completo. hamon midare?

hada itame?

Modificato: da Jarou

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
non è sekihaba, ma sakihaba.

hamon suguha, boshi? dalle foto non lo vedo, ci dici qualcosa in più?

mi correggo, non avevo visto la prima foto a zoom completo. hamon midare?

hada itame?

 

ciao

ho postato le foto qui per sapere di più anchio ... non ho altre informazioni.

Magari Jarou aiutami con il dirmi cosa puo' esservi utile...e vedo cosa posso fare...intanto aggiungo qualche foto.

 

grazie :arigatou:

Copia_di_HAMON_HADA_JIGANE_B.JPG

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Purtroppo lo hi è stato fatto successivamente - e non penso in Giappone - per alleggerire la spada e renderla adatta allo iai.

Non è opera di Shizu Kaneuji.

Penso possa essere una lama shinshjinto o gendaito.


______________________
Giuseppe Piva
www.giuseppepiva.com

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Purtroppo lo hi è stato fatto successivamente - e non penso in Giappone - per alleggerire la spada e renderla adatta allo iai.

Non è opera di Shizu Kaneuji.

Penso possa essere una lama shinshjinto o gendaito.

 

Grazie Giuseppe , è un onore avere l opinione di un esperto come te! :arigatou:

 

immaginavo ... quindi sarebbe una gimei?

 

è possibile risalire a chi fosse il reale forgiatore?

 

grazie

MEI_NAKAGO.JPG

Copia_di_Hada_Hamon_Jigane.JPG

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

direi che questa lama è proprio mumei ... la mei è fatta con lo smalto o cosa? in ogni caso dove hai letto kaneuji?

 

gli hi non sono un granchè, in alcuni punti non sono perfettamente paralleli allo shinogi e quello sul lato ura è proprio storto. Questo purtroppo è una pecca piuttosto consistente.

 

Lo hamon mi sembra quasi interrotto nella penultima foto che hai postato. Controlla che la parte temprata sia ancora continua, in caso contrario anche questa è una mancanza considerevole.

 

per quanto riguarda le caratteristiche c'è qualche tratto di masame misto a itame/nagare hada, tratti compatibili con la Mino den. Dovresti descriverci bene o riuscire a fotografare meglio il boshi e controllare se nell'hamon ci sono togari (parti appuntite).

 

Comunque sia mi pare una lama di non altissima qualità e di sicuro non antichissima.



Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

direi che questa lama è proprio mumei ... la mei è fatta con lo smalto o cosa? in ogni caso dove hai letto kaneuji?

 

scusami , non per criticare ...smalto???? la mei è in cinabro .... ci sono altre lame di Kaneuji Shizu Saburo con la mei in cinabro ( è un minerale rossiccio )

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

mumei senza dubbio, ma, quella firma con l'urushi rosso non è quella apposta dalla famiglia del kantei? non mi ricordo come si chiama.. honmei? (edit: Shu-mei - A red lacquer signature added from an appraiser to give an attribution.)

Gendaito? Il nakago ossidato artificialmente allora? Pare piu' antico, cosi' a occhio. ok per i bohi "posteriori".

Riguardo alla foto dello hamon, ti riferisci a questa?

 

Copia_di_HAMON_HADA_JIGANE_B.JPG

 

Kasumoto controlla quella zona, a parte lo hadori, guarda lo hamon in controluce

Modificato: da Jarou

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

mumei senza dubbio, ma, quella firma con l'urushi rosso non è quella apposta dalla famiglia del kantei? non mi ricordo come si chiama.. honmei? (edit: Shu-mei - A red lacquer signature added from an appraiser to give an attribution.)

 

Shu-mei e Kinzogan-mei sono prerogativa degli Honnami.

Le foto da sole non basterebbero comunque per un'attribuzione certa,tuttavia per meglio comprendere la qualità dell'opera sarebbero gradite in maggior numero e possibilmente maggiormente leggibili. :arigatou:


La vittoria è di colui,

ancor prima del confronto,

che non pensa a sè

e dimora nel non-pensiero della grande origine.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

se date un occhiata a questa foto , una lama Kaneuji .... anche qui lo Hi non è perfetto ne parallelo allo shinogi... però questa ha l NBTHK... :brooding:

 

Posterò foto quanto prima del boshi e altri dettagli...

kaneuji1.JPG

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Hai fatto bene a postare una foto, credo che ora ti sia chiara l'enorme differenza di sugata, di proporzioni e di stile tra la tua lama e quella del Kaneuji shodai.

 

 

Giusto per essere precisi, Kaneuji era uno dei 10 grandi allievi di Masamune e considerato fondatore della Mino-den. E' un forgiatore importantissimo e le sue lame (mooolto rare) sono pezzi da museo o da grandi collezionisti.



Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ciao , si però ho anche letto che Kaneuji era un imitatore di lame importanti, a partire da quelle del suo maestro Masamune.....e le sue opere sono vastissime in stile , sugata e proporzioni....del resto è tutt altro tipo di lama...

 

percarità l evidenza c' è .... però anche in questa lo hi non è perfetto....come noto in altre lame ad esempio di Nobukuni o Minamoto Morishige.

 

inoltre puo' dipendere anche dalle foto ... nel senso la foto che ho postato è fatta da un esperto...che sa come far sembrare la lama al top...e questo credo sia fondamentale...

 

con questo non voglio assolutamente dire che la mia sia originale, probabilmente sarà gimei ...

 

però ci sono vari Kaneuji anche nel periodo shinto da quel che ho visto.... ?????

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

il discorso sulla tua firma è piuttosto complesso.

Innanzitutto non ne avevo mai visto prima una del genere ma questo può essere un limite mio.

La buona norma vuole che lame di forgiatori importanti e intendo molto importanti (Masamune, Ichimonji, Rai etc..) se non sono firmate ma identificate per certo possono riportare una cosiddetta kinzogan mei (firma apposta in oro). I più famosi valutatori di spade (praticamente solo la famiglia Honnami) erano autorizzati a firmare tali capolavori con l'oro e ad appore il loro simbolo sul codolo ad indicare che la lama era stata attribuita da loro. A volte la firma veniva cesellata e riempita d'oro.

Se in tali casi si può essere abbastanza certi che l'attribuzione abbia significato, i casi di mei del genere false sono sovrabbondanti specialmente su utsushi (copie) create appositamente.

Figuriamoci che valore può avere una firma fatta in lacca, mezza cancellata. Potrebbe essere stata apposta da chiunque e comunque possiamo essere certi che il forgiatore non l'ha firmata.

 

Meglio ragionare in termini assoluti nel kantei e non farsi influenzare da una scritta che con un alta probabilità è falsa.



Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Yama ha perfettamente ragione. :arigatou:

Kasumoto dura fare le foto alle lame eh? Io ci impazzisco.


Mani fredde, schiena curva, odore di pietre bagnate. Questo è il togi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Yama ha perfettamente ragione. :arigatou:

Kasumoto dura fare le foto alle lame eh? Io ci impazzisco.

 

Si Ken, faccio foto ridicole .... ho una fotocamera che potete benissimo trovare al LIDL eheh

ci provo cmq e le posto a breve.....

 

si a parte il mei , forse sarebbe meglio che voi esperti esaminaste l acciaio , l hada , l hamon , il boshi.... etc tutti dettagli che postero' in foto a breve...

 

tipo una sorta di kantei...

 

:arigatou:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, Registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

Caricamento

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante