Vai al contenuto
hanzo87

CONSIGLI - Consigliatemi Dei Libri

Messaggi consigliati

:happytrema: :happytrema: ... Letto .. È quel fumetto del tizio reso quasi immortale da dei vermi che gli "cuciobo" le ferite che si fà in combattimento ? .. Se è quello è un pò troppo da 5 min di " l'utente da lei chiamato non è al momento raggiungibile , è pregato di richiamare più tardi , grazie " .

 

No Ikkiù, quello a cui ti riferisci tu si chiama Mūgen no Jūnin, che in Italia è stato tradotto come "L'immortale". Vagabond invece è il fumetto su Musashi Miyamoto.

 

Comunque ragazzi, non per far polemica, ma Musashi è un personaggio estremamente romanzato, non bisogna pensare che sia stato il più forte spadaccino giapponese di sempre :arigatou:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
No Ikkiù, quello a cui ti riferisci tu si chiama Mgen no Jnin, che in Italia è stato tradotto come "L'immortale". Vagabond invece è il fumetto su Musashi Miyamoto.

..

 

Grazie per la correzione Sandro , quì è pieno di persone che riescono ad essere sempre molto opportune/istruttive e utili :arigatou:

 

Inoltre i consigli disinteressati sulle letture sono sempre molto preziosi.


Alla fine del vento

Ancora cadono le foglie ..

..Un falco lancia il suo grido

Si fa più fondo il silenzio dei monti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

confermo

quello è l'immortale.

 

vagabond è di sua maestà Inoue.

è motlo bello, d'atmosfera e senza scene d'azione alla film.

 

 

 

p.s. secondo me musashi è il più grande samurai di sempre.

ha vinto tutti i duelli, ha inventato lo stile a due mani.

 

 

 

kento, nube di passerri l'ho letto 3 volte.

semplicemente stupendo!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
p.s. secondo me musashi è il più grande samurai di sempre.

ha vinto tutti i duelli, ha inventato lo stile a due mani.

 

Ciao Hanzo, non volevo offendere in alcun modo Miyamoto Musashi ma, affermare che sia il più grande samurai di sempre mi sembra un pò affrettato. Innanzitutto dovresti vedere la differenza che c'è tra uno spadaccino ed un samurai. Infatti, in Giappone, i più grandi samurai " di sempre " sono eroi nazionali, dei quali si possono trovare statue ovunque, in quanto sono stati determinati in alcuni periodi della storia del Giappone. Ti basti pensare che tali uomini sono ovviamente citati in qualsiasi libro di storia giapponese, nel quale, di Miyamoto non c'è nemmeno l' ombra.

Sicuramente il suo è stato un contributo significativo per l'Arte della Spada ma, la sua scuola è nata e morta con lui. Tutti i duelli che ha vinto nessuno li mette in dubbio tuttavia, bisogna ricordare che egli non si scontrò mai contro i più forti esponenti delle altre scuole del suo tempo. Infine, la tecnica Nitō ( Due Spade ) non è presente solo nel suo stile.

Detto ciò ti consiglio di documentarti anche su altri spadaccini. Prova a cercare in rete qualcosa sotto la definizione "Shinsengumi" che, a detta dei giapponesi, sono stati tri i gruppi di spadaccini più forti di sempre :arigatou:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Come samurai secondo me il più grande è stato Hideyoshi Toyotomi. Da semplice ashigaru a primo dominatore assoluto del Giappone riunito e addirittura alla conquista di Corea e Cina.

 

Sul valore nell'uso della spada è tutto un altro discorso ed è impossibile confrontare personaggi di epoche diverse.

Credo comunque che maestri come Itosai Ito, Sekishisai e Munenori Yagyu e altri contemporanei di Musashi avrebbero qualcosa da dire...

 

e poi il più forte è Itto Ogami!!!



Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Come samurai secondo me il più grande è stato Hideyoshi Toyotomi. Da semplice ashigaru a primo dominatore assoluto del Giappone riunito e addirittura alla conquista di Corea e Cina.

 

Sul valore nell'uso della spada è tutto un altro discorso ed è impossibile confrontare personaggi di epoche diverse.

Credo comunque che maestri come Itosai Ito, Sekishisai e Munenori Yagyu e altri contemporanei di Musashi avrebbero qualcosa da dire...

 

E' esattamente ciò che intendevo io :arigatou:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

io voto per munenori yagyu, persona affascinate

lo stile a due mani nom è stato inventato da musashi... si puo dire che lo abbia perfezionato alla sue esigenze... infatti anche fisicamente musashi era molti differente dagli standard dell'epoca

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
lo stile a due mani nom è stato inventato da musashi... si puo dire che lo abbia perfezionato alla sue esigenze... infatti anche fisicamente musashi era molti differente dagli standard dell'epoca

Lo sapevo che la pensavi così Matteo. Concordo in pieno.

 

Io, invece, voto per Okita Sōji :arigatou:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

io sono per il clan Takeda di Shingen, ci hanno lasciato un immenso patrimonio sul piano marziale (Daitoryu...)!

quanto a Musashi, beh...dire che la sua scuola è morta con lui non è proprio esatto: se è vero che esistevano già tecniche a due spade (ryoto) in altre scuole, lui le ha sistemattizate, organizzate rendendole veramente terribili: la scuola Niten Ichi Ryu, oggi presente in diverse nazioni, non ha nelle tenciche a due mani il solo punto di forza ma ci sono numerosissime tencihe a una spada e a mani nude...se non ha avuto un gran successo è forse perchè si adattava in modo particolarissimo al suo fondatore.

Modificato: da Musashi

<!-- isHtml:1 --><!-- isHtml:1 --><em class='bbc'>Insisti, Resisti e Persisti...Raggiungi e Conquisti!<br /><img src='http://www.intk-token.it/forum/uploads/monthly_11_2008/post-34-1227469491.jpg' alt='Immagine inserita' class='bbc_img' /><br /></em>

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

forse piu' che samurai si intendeva dire maestro spadaccino, anche perchè noi occidentali parlando di "grandi samurai" solitamente intendiamo grandi spadaccini, trascurando tutto il resto che la parolara samurai significava nel giappone feudale...

diciamo che cmq musashi resta nella leggenda, nella quale è entrato quando era ancora vivo. non mi meraviglio che magari nn si sia scontrato con altri grandissimi maestri: la fama di imbattibilità che aveva conquistato di sicuro scoraggiava altri grandi maestri dallo sfidarlo, visto che altrimenti avrebbero rischiato di perdere l'onore e magari di dover divenire loro allievo...

Poi, il fatto che nn sia presente nei libri di storia o nn sia considerato eroe nazionale, certo non significa che probabilmente fosse molto più abile come spadaccino lui che non molti altri eroi giapponesi, che magari erano dei gran politici o raffinati generali...

cmq ognuno puo' avere un preferito...è un po' come aprire l'rgomento se fosse meglio pele o maradona....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

si certo.

voelvo dire spadaccino.

chiedo scusa.

 

 

comunque in shogun(film e dvd) ci sono anche robe di battaglie e duelli vero?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
io sono per il clan Takeda di Shingen, ci hanno lasciato un immenso patrimonio sul piano marziale (Daitoryu...)!

quanto a Musashi, beh...dire che la sua scuola è morta con lui non è proprio esatto: se è vero che esistevano già tecniche a due spade (ryoto) in altre scuole, lui le ha sistemattizate, organizzate rendendole veramente terribili: la scuola Niten Ichi Ryu, oggi presente in diverse nazioni, non ha nelle tenciche a due mani il solo punto di forza ma ci sono numerosissime tencihe a una spada e a mani nude...se non ha avuto un gran successo è forse perchè si adattava in modo particolarissimo al suo fondatore.

Era inevitabile sottrarsi al tuo giudizio Musashi :arigatou:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

non potevo sottrarmi dall'intervenire! si parla di me... :happytrema:


<!-- isHtml:1 --><!-- isHtml:1 --><em class='bbc'>Insisti, Resisti e Persisti...Raggiungi e Conquisti!<br /><img src='http://www.intk-token.it/forum/uploads/monthly_11_2008/post-34-1227469491.jpg' alt='Immagine inserita' class='bbc_img' /><br /></em>

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Eh già, hai proprio ragione!!!!A parte gli scehrzi, condivido il tuo pensiero al riguardo, anche se sono per la Shinsengumi :arigatou:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Consiglio anche, per chi non lo avesse letto, "Del Dovere dei Guerrieri" del grandissimo Ihara Saikaku :arigatou:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante