Vai al contenuto
Akari

SEGNALAZIONI - La storia dei Quarantasette Rōnin

Messaggi consigliati

Shinagawa. Accanto al tempio Sengakuji si trova un cimitero dove riposano Asano Naganori e i suoi quarantasette rōnin. L'episodio è celebre, è stato ripreso dal Kabuki, in film, serie tv e romanzi…molto in breve,Asano fu condannato al seppuku per aver offeso un funzionario di corte all'interno del castello shogunale, tale Kira,il quale si era preso gioco di Asano. Per due anni i quarantasette rōnin meditano vendetta, e una sera d'inverno attaccano la residenza di Kira. Spiccatane la testa la depongono sulla tomba del loro signore. L'autorità shogunale condannerà anche loro al seppuku, dal più anziano, il capo del gruppo, Ōishi Kuranosuke (46) al più giovane, suo figlio Chikara (16). Per indicare questi guerrieri non si suole chiamarli rōnin (lett. uomini-onda, senza padrone) ma gishi, "vassalli fedeli". Per celebrare la lealtà e il coraggio delle proprie scelte dimostrati ogni anno a dicembre l'episodio viene persino ricordato da una parata in costume.

 

Ho cercato sulla rete, ma non sono riuscita a trovare nessuna fotografia o immagine d'epoca che ritraesse il cimitero per intero.

Avete per caso del materiale? Senza impegno si tratta solo di curiosità,è una ricerca personale.

 

L'episodio mi ha colpita ^^


明麗

___________________________

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ci sono centinaia di libri dove troverai la storia dei 47 ronin, in italiano ti consiglio " samurai" di Arena.

 

Tra i film il mitico Genroku Chushingura di Mizoguchi e Chushingura di Inagaki.

trovi anche una citazione nel recente Ronin con Robert de Niro.

 

per fotografie non saprei...



Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ho io le foro delle tombe, ci sono stato 2 anni fa... dovrei averle gia messe sul forum da qualche parte altrimenti le ripubblico

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ti do un link che gelosamente conservavo, magari uno di questi giorni ci faccio sù una traduzione...

http://www.jadkins.com/archives/sengakuji_...e_47_ronin.html

enjoy! :ok:


<!-- isHtml:1 --><!-- isHtml:1 --><em class='bbc'>Insisti, Resisti e Persisti...Raggiungi e Conquisti!<br /><img src='http://www.intk-token.it/forum/uploads/monthly_11_2008/post-34-1227469491.jpg' alt='Immagine inserita' class='bbc_img' /><br /></em>

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Uno dei più alti esempi di Bushidō. Consiglio di leggere a riguardo il libro: "La storia dei 47 Rōnin" di G.Souliè de Morant, pubblicato dalla Luni Editore :arigatou:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

l'edizione e l'autore di cui tu parli pare che diverga un pò dalla storia comunemente narrata, non so però per quali passi...


<!-- isHtml:1 --><!-- isHtml:1 --><em class='bbc'>Insisti, Resisti e Persisti...Raggiungi e Conquisti!<br /><img src='http://www.intk-token.it/forum/uploads/monthly_11_2008/post-34-1227469491.jpg' alt='Immagine inserita' class='bbc_img' /><br /></em>

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Wow, grazie veramente a tutti! :laugh:

 

Se volete possiamo dividerci le parti, per fare prima! Traduciamo il link, sembra davvero interessante!

 

 

 

:fiori:


明麗

___________________________

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Uno dei più alti esempi di Bushidō.

 

E' esistito qualcuno non la pensava cosi'. Yamamoto Tsunetomo sostenne che il bushido avrebbe imposto una ritorsione immediata anche se fallimentare.

Personalmente appoggio in parte la sua visione... anche se la vicenda ha un sapore romantico tale da oltrepassare questa mia visione

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Yamamoto Tsunetomo sostenne che il bushido avrebbe imposto una ritorsione immediata anche se fallimentare.

 

Si, verissimo!Anche io avevo letto questa cosa, grazie per averla citata :arigatou:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, Registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.


Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante