Vai al contenuto
1061anubis

Tachi Kamakura Appena Arrivata

Messaggi consigliati

Salve a tutti, è parecchio che non mi faccio sentire... Impegni di lavoro e distrazioni varie.

 

Ho appena acquistato una tachi, nagasa 82, 6 cm e sori 3,3. Viene attribuita dal venditore al tardo kamakura, ovvero circa 1300, stile soshu. Ha una mei che il venditore attribuisce a hiromasa. Vi metto il link con relativo prezzo e misure, nonché foto del venditore.

La tachi mi è apena arrivata e presenta notevoli danni che si vedevano poco nell'inserzione: ovvero notevoli aperture e punti di ruggine. Molto molto stanca mi pare, e non so se valga la pena di una politura. Forse ho speso troppo, tuttavia mi affascinavano e mi affascinano il sugata e la storia vissuta, tra cui alcune tacche da colpi di lama assai evidenti. Affettivamente non sono neppure dispiaciuto.

Vi metto di seguito alcune foto fatte stasera con i punti rovinosi ed inquietanti zoomati. La lama, fra le mani, è veramente possente.

 

TACHI

 

 

 

FOTO:

IMG_1517.JPG

IMG_1523.JPG

IMG_1525.JPG

IMG_1537.JPG

IMG_1538.JPG

IMG_1560.JPG

IMG_1586.JPG

IMG_1596.JPG

IMG_1599.JPG

IMG_1600.JPG

IMG_1606.JPG

IMG_1608.JPG

IMG_1620.JPG

IMG_1623.JPG

IMG_1625.JPG

IMG_1627.JPG

IMG_1630.JPG

IMG_1633.JPG

IMG_1644.JPG

IMG_1645.JPG

IMG_1653.JPG

IMG_1654.JPG

IMG_1537.JPG

IMG_1560.JPG

IMG_1570.JPG

IMG_1584.JPG

IMG_1593.JPG

IMG_1603.JPG

IMG_1627.JPG

Modificato: da Kentozazen

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

congratulazioni per l acquisto al di la' del valore e dello stato di conservazione, è comunque sempre una tachi del kamakura e sprigiona una sua dignità. al di la' della stanchezza, dei punti di ruggine e del kissaki che sono i difetti più evidenti volevo sollevare un altro dubbio: il doppio bo-hi è successivo alla fabbricazione della lama? io ho avuto questa impressione...


Mentre Ippei cercava di elaborare una teoria che giustificase il fatto che una koto fosse al contempo torii-zori,koshi-zori e saki-zori.. Kentozazen says:<SOCCIA CHE HADA!>

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Complimenti anubis, mi piace questa lama ... si' e' un po' rovinata (come voi esperti dite stanca, e ora incomincio a capirne il significato), come ignorante non saprei dirti piu' di quello che ci hai mostrato, in fondo e' del 1300, non so quanto acciaio europeo sia arrivato ai giorni nostri in stato migliore, e' comunque un reperto storico.

Mi incuriosisce pero' una cosa, il cuoricino ... puo' essere un foglia stilizzata, ma (perdonatemi l'amenita') sembra il tachi di pucca con il cuoricino ... scerzi a parte e' forse uno degli elementi per datare e collocare la lama?

Chiedo ancora venia per la mia ignoranza.


Ciao ciao, ivorso.

image462.jpg

image1932.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Penso che il futatsu-hi sia originale, ma non é facile determinarlo. L'habaki invece é posteriore e l'aoi traforato non ci dice nulla sulla datazione.

Dal punto di vista qualitativo la lama di certo soffre di numerosi difetti ma trovare una tachi ubu cosí lunga non é facile, quindi se uno cerca una spada del genere bisogna anche accontantarsi. I segni di combattimento sono affascinanti, non c'é dubbio.

La mei mi lascia perplesso, onestamente...


______________________
Giuseppe Piva
www.giuseppepiva.com

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

una particolarità è il fatto che abbia un solo mekugi ana una lama così antica..beh meglio comunque. l hai comprata nuda o in koshirae o in shirasaya?

comunque se l hai trovata ad un buon prezzo hai tutta la mia invidia. :gocciolone:


Mentre Ippei cercava di elaborare una teoria che giustificase il fatto che una koto fosse al contempo torii-zori,koshi-zori e saki-zori.. Kentozazen says:<SOCCIA CHE HADA!>

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Penso che il futatsu-hi sia originale, ma non é facile determinarlo. L'habaki invece é posteriore e l'aoi traforato non ci dice nulla sulla datazione.

Dal punto di vista qualitativo la lama di certo soffre di numerosi difetti ma trovare una tachi ubu cosí lunga non é facile, quindi se uno cerca una spada del genere bisogna anche accontantarsi. I segni di combattimento sono affascinanti, non c'é dubbio.

La mei mi lascia perplesso, onestamente...

Quoto totalmente

Mi piace comunque, nonostante una certa stanchezza diffusa mi piace parecchio.

Complimenti Roberto :arigatou:

Andrebbe vista dal vivo ma ora con queste foto io penso possa essere un po' più giovane, la collocherei forse nel Nambokucho, il mihaba era in origine molto più ampio, il nakago è molto robusto , il boshi abbastanza esteso , la stessa presenza di futatsubi... così a sensazione mi fa molto Nambokucho.

Modificato: da Kentozazen

Mani fredde, schiena curva, odore di pietre bagnate. Questo è il togi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Devo dire che la lama anche se è rovinata ha sempre il suo valore, perde valore in soldi, ma il valore storico è da considerare, penso che non bisogna sempre avere lame perfette e senza difetti, alla fine anche loro hanno un po di anni sulle spalle :gocciolone:

 

buon acquisto! :ok:


Mattia

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Complimenti Anubis, davvero una gran bella lama. Il venditore ti ha per caso detto se si tratta di Hiromasa? :arigatou:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie per i complimenti, sono molto contento affettivamente e anche se non so valutare rispetto ai 2 k che ho speso, e quello che si può fare in termini di politura, sono emozionato quando la prendo in mano.

 

Secondo il venditore la mei recita HIROMASA. Può essere? E' una mei autentica? Qualcuno sa dirmi qualcosa su questo forgiatore?

 

La spada l'ho ricevuta senza koshirae e ora devo vestirla e se possibile farla polire. Vi invio altre foto con altri dettagli, della mei ad esempio, ma soprattutto voglio mostrarvi la spada tenuta in mano nella sua possanza.

IMG_1658.JPG

IMG_1659.JPG

IMG_1660.JPG

IMG_1678.JPG

IMG_1681.JPG

IMG_1683.JPG

IMG_1684.JPG

IMG_1685.JPG

IMG_1686.JPG

IMG_1687.JPG

IMG_1690.JPG

IMG_1692.JPG

IMG_1694.JPG

IMG_1695.JPG

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Concordo sulle perplessità di Giuseppe, la mei è dubbia decisamente.

Hiromasa sembra anche a me , ma non corrisponde per stile, Hiromasa forgiava in Soshu den, tuttavia siamo effettivamente agli albori del sue koto. Roberto puoi dirci se la lama ti pare in nie deki o nioi?

Vedi Hiromasa intanto è un "signor kaji" chujo saku assai ben quotato, e poi mi aspetterei un vistoso hitatsura che non mi pare di scorgere. Tu Roberto lo vedi dal vivo?

Modificato: da Kentozazen

Mani fredde, schiena curva, odore di pietre bagnate. Questo è il togi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Una cosa la posso dire ...di Hiromasa nel Muromachi non mi pare ce ne fossero.

Roberto guarda qui. Dimmi se rilevi delle regolarità.

http://www.nihonto.ca/hiromasa/

Modificato: da Kentozazen

Mani fredde, schiena curva, odore di pietre bagnate. Questo è il togi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

sicuramente sarai + esperto di me, ma impugnare la lama a mani nude, anche su nagako nn è pericoloso? sia per te che per la lama intendo :arigatou:


234.gif

兵法二天一流, 宮本 武蔵, Heiho Niten Ichi Ryu, Miyamoto Musashi.

ex Fudo Myoo, ho cambiato nick.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Mi sembra che l'hamon sia NIOI, ovvero sembra che nettamente "invada" l'hada. Ma non so... Credo di non colgliere particelle distinte. Almeno mi pare. Non vedo hitatsura, che credo sia l'hamon che si estende a macchie su quasi tutto lo spessore della lama... Però la lama è sicuramente tanto tanto che non viene polita... Se non è hiromasa o se non ci sono altri ignoti hiromasa, trattasi di falso mei?

Quindi... se non è stile soshu, di che si tratta estendendosi nel periodo successivo al kamakura?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La mei sembra sia proprio questa, ho dovuto disegnarla perchè windows non conteneva l'antico ideogramma di Hiro :arigatou:

Hiromasa.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
sicuramente sarai + esperto di me, ma impugnare la lama a mani nude, anche su nakago nn è pericoloso? sia per te che per la lama intendo

 

 

Anche quando si pulisce si fa cosi'. Ritengo personalmente che sia più pericoloso usare i guanti, perchè potrebbe scivolare di mano. :arigatou:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, Registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

Caricamento

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante