Vai al contenuto
1061anubis

Tachi Kamakura Appena Arrivata

Messaggi consigliati

Se proprio insisti ... non ti diciamo di no! :whistle:

 

:tiprego::tiprego::tiprego::tiprego::prostro:

 

Concordo assolutamente. Considerando che in molti lo davano per morto prima ancora di vederlo, non sarebbe male come idea.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Se proprio insisti ... non ti diciamo di no! :whistle:

 

:tiprego::prostro:

 

Concordo anch'io!!! Grande Kento :arigatou:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Paolo mentre procedo con il togi possiamo fare una riflessione sul nakago? Ha una conformazione abbastanza originale e vorrei proporre un confronto con qualcosa.

Non fissiamoci su autore e stile della lama. Importa solo che si tratta di tosho soshu in pieno Kamakura. Questo tosho come tanti altri della soshu den presenta -talvolta- influenze Yamashiro.

 

masamune.jpgnakorig.jpg

 

A me paiono molto simili, tenete presente inoltre che quello della "nostra tachi"ha subito un leggero machi okuri e di conseguenza in origine sarebbe leggermente più ampio in alto. Inoltre il nakago jiri è in entrambi un leggerissimo iriyama.

...certo lo so sto speculando, ma le conformazioni del nakago offrono indizi interessanti.

Modificato: da Kentozazen

Mani fredde, schiena curva, odore di pietre bagnate. Questo è il togi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Andiamo oltre, vi sottopongo un'altra riflessione, in questo caso se il buon Sandro mi volesse evitare due ore di traduzione potrebbe leggere per noi la didascalia. :gocciolone:

 

koza.jpg

 

Non penso che sia lo stesso tosho sia chiaro,però mi pare dallo sviluppo del togi che l'hamon sia simile...e anche qualcosina in più.

Modificato: da Kentozazen

Mani fredde, schiena curva, odore di pietre bagnate. Questo è il togi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

...uè mi sono rivolto a Paolo sapete bene perchè, le sue competenze unite al suo motore potrebbero esserci assai utili...ma vorrei ragionare con tutti sia chiaro. :checcevofa:

Modificato: da Kentozazen

Mani fredde, schiena curva, odore di pietre bagnate. Questo è il togi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Paolo mentre procedo con il togi possiamo fare una riflessione sul nakago? Ha una conformazione abbastanza originale e vorrei proporre un confronto con qualcosa.

Non fissiamoci su autore e stile della lama. Importa solo che si tratta di tosho soshu in pieno Kamakura. Questo tosho come tanti altri della soshu den presenta -talvolta- influenze Yamashiro.

 

masamune.jpgnakorig.jpg

 

A me paiono molto simili, tenete presente inoltre che quello della "nostra tachi"ha subito un leggero machi okuri e di conseguenza in origine sarebbe leggermente più ampio in alto. Inoltre il nakago jiri è in entrambi un leggerissimo iriyama.

...certo lo so sto speculando, ma le conformazioni del nakago offrono indizi interessanti.

 

se non ci fissiamo sulla firma di questa lama, la butto lì: nel Soshu kamakura c'era un signore che produceva tachi con una sottile suguha tipo questa, e si chiamava Yukimitsu; purtroppo le mie foto di tachi Yukimitsu hanno tutte il nakago o-suriage, per cui non so se in ubu il suo nakago poteva avere questa forma

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Paolo mentre procedo con il togi possiamo fare una riflessione sul nakago? Ha una conformazione abbastanza originale e vorrei proporre un confronto con qualcosa.

Non fissiamoci su autore e stile della lama. Importa solo che si tratta di tosho soshu in pieno Kamakura. Questo tosho come tanti altri della soshu den presenta -talvolta- influenze Yamashiro.

 

A me paiono molto simili, tenete presente inoltre che quello della "nostra tachi"ha subito un leggero machi okuri e di conseguenza in origine sarebbe leggermente più ampio in alto. Inoltre il nakago jiri è in entrambi un leggerissimo iriyama.

...certo lo so sto speculando, ma le conformazioni del nakago offrono indizi interessanti.

 

La somiglianza esiste anche se è molto difficile per me fare una verifica di congruenza tra le due immagini.

Il Nakago della lama sulla sinistra mi sembra più "elegante" (ma potrebbe dipendere da effetto ottico, distorsione della foto, .....)

Di chi è la lama che hai postato ? Attribuita a Masamune forse ?

 

Posso dire comunque che hanno una cosa assolutamente in comune: la posizione "bassa" del Mekugi ana (ossia verso il Nakago jiri).

Questa è una caratteristica precisa delle lame del periodo Heian - Kamakura

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Andiamo oltre, vi sottopongo un'altra riflessione, in questo caso se il buon Sandro mi volesse evitare due ore di traduzione potrebbe leggere per noi la didascalia. :gocciolone:

 

Non penso che sia lo stesso tosho sia chiaro,però mi pare dallo sviluppo del togi che l'hamon sia simile...e anche qualcosina in più.

 

Fai risparmiare fatica anche a noi dicendoci chi è il forgiatore ?

 

Per favore potresti completare la scheda con questi dati ?

 

- Nakago nagasa

- Kissaki nagasa

- tipologia del Sori

- peso della lama nuda

 

Grazie

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti...E' parecchio che non mi faccio sentire, ma vi seguo... Nell'ombra. E buon anno!!!

 

Intanto metto io le misure date del venditore e che ho verificato:

 

Nagasa: 82,6 cm

Sori: 3,3 cm

Motohaba: 3,2 cm

Sakihaba: 2,3 cm

Motokasane: 7 mm

Sakikasane: 4,5 mm

 

La mei recita HIROMASA. Si vede bene nelle foto che avevo messo all'inizio della discussione.

 

Intanto... Sono emozionato al pensiero dell'opera di restauro di Ken che farà rivivere questa spada che è...LA SPADA.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ciao a tutti...E' parecchio che non mi faccio sentire, ma vi seguo... Nell'ombra. E buon anno!!!

 

Intanto metto io le misure date del venditore e che ho verificato:

 

Nagasa: 82,6 cm

Sori: 3,3 cm

Motohaba: 3,2 cm

Sakihaba: 2,3 cm

Motokasane: 7 mm

Sakikasane: 4,5 mm

 

La mei recita HIROMASA. Si vede bene nelle foto che avevo messo all'inizio della discussione.

 

Intanto... Sono emozionato al pensiero dell'opera di restauro di Ken che farà rivivere questa spada che è...LA SPADA.

 

Scusa Kentozazen ma Hiromasa e' il mei usato da Masahiro ?? o si tratta di 2 tosho diversi???

(mi pareva che nel tuo libro fosse detto che dopo aver usato Masahiro cambio' in Hiromasa :fuso: o ricordo male?)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Scusa Kentozazen ma Hiromasa e' il mei usato da Masahiro ?? o si tratta di 2 tosho diversi???

(mi pareva che nel tuo libro fosse detto che dopo aver usato Masahiro cambio' in Hiromasa :fuso: o ricordo male?)

Teo credo che ciò a cui ti riferisci fosse il fatto che molte lame Masahiro venero modificate nella mei durante l'epoca Tokugawa. Così si dice almeno. Alcune Masahiro diventarono per esempio Hiromasa.

Ma non è il nostro caso mi pare. Come Paolo ha fatto notare il kanji Masa è scritto in forma moderna e questo fa pensare ad un gimei. Trascurerei decisamente la firma anche perchè andremmo troppo avanti con gli anni. Restiamo in Kamakura che mi pare convincente ...almeno sino a quando non verrà escluso.

Paolo sì certamente il codolo della "Masame attribuita" è meglio rifinito, volevo semplicemente prestare attenzione alla simile conformazione che include anche la posizione del mekugi ana.

La scheda postata invece...io non ho tradotto nemmeno l'autore...vabbè ora cerca di capire di chi sia.


Mani fredde, schiena curva, odore di pietre bagnate. Questo è il togi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ecco una soshu yukimitsu

 

nakago: o-suriage

nagasa: 70.2cm

sori: 1.6cm

motohaba: 3.0cm

sakihaba: 2.4cm

kissaki: 4.6cm

nakago: 18.7cm

 

 

sugata_l.jpg

Modificato: da Musashi

<!-- isHtml:1 --><!-- isHtml:1 --><em class='bbc'>Insisti, Resisti e Persisti...Raggiungi e Conquisti!<br /><img src='http://www.intk-token.it/forum/uploads/monthly_11_2008/post-34-1227469491.jpg' alt='Immagine inserita' class='bbc_img' /><br /></em>

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

interessante lama... ci sono poi stati altri sviluppi o Ken è ancora al lavoro ?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Scusandomi per l'estremo ritardo, inserisco di seguito la traduzione della Oshigata mostrataci da Kentozazen.

 

 

Tachi

 

Firma: Fujiwara Tametsugu Saku

 

Lunghezza: Poco meno di 2 Shaku, 3 Sun e 9 Bu (circa 72,4 centimetri).

 

Curvatura: 5 Bu (circa 1,5 centimetri)

 

 

Shinogi zukuri, iori mune, curvatura leggera e chū kissaki. Il Jigane è itame con hadatatsu che scorre leggermente, sono presenti jinie. Lo hamon è una fusione di notareba e gunome, con costante presenza di ashi, spesso vi sono sunagashi con qualche nie in arame (aranie). Il bōshi avanza dritto in komaru, con leggera tendenza verso hakikake. Horimono presenti su entrambi i lati della lama. Nakago ubu, haagari kurijiri, yasurime katte sagari, su hakiomote sono presenti cinque ideogrammi della firma sotto il mekugiana.

 

:arigatou:

Modificato: da sandro

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie Sandro....:( siamo lontani dunque da possibili similitudini.


Mani fredde, schiena curva, odore di pietre bagnate. Questo è il togi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Paolo mentre procedo con il togi possiamo fare una riflessione sul nakago? Ha una conformazione abbastanza originale e vorrei proporre un confronto con qualcosa.

Non fissiamoci su autore e stile della lama. Importa solo che si tratta di tosho soshu in pieno Kamakura. Questo tosho come tanti altri della soshu den presenta -talvolta- influenze Yamashiro.

 

masamune.jpgnakorig.jpg

 

A me paiono molto simili, tenete presente inoltre che quello della "nostra tachi"ha subito un leggero machi okuri e di conseguenza in origine sarebbe leggermente più ampio in alto. Inoltre il nakago jiri è in entrambi un leggerissimo iriyama.

...certo lo so sto speculando, ma le conformazioni del nakago offrono indizi interessanti.

 

Posto questa immagine anche questo nakago è simile

 

Yoshikane.jpg


"accorciati la firma". Ernst Jünger

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Grazie Sandro....:( siamo lontani dunque da possibili similitudini.

 

 

Ken, sai dirci qualche cosa di questo Fujiwara Tametsugu ?

 

Grazie :arigatou:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante