Vai al contenuto
grunf

Può Essere Ripararto ?

Messaggi consigliati

Salve,

volevo sottopore al vostro giudidzio questo kizu (spero di avere bene inserito l'immagine): secondo voi è riparabile o "it's a fatal flaw" ?

Grazienick_kizu.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

come si potrebbe fare a ripararla?


"il tuo metodo"disse un giorno un visitatore al Maestro,"sembra un insieme di cristianesimo,panteismo a altre filosofie.Tu cosa dici a proposito?"

"non saprei amico mio"rispose il Maestro sorridendo"sono troppo impegnato a vivere per occuparmi delle etichette"

 

 

 

Un giorno il Maestro disse a proposito dell'arte del combattere:"L'essenza della vera arte del combattere è il silenzio.Tutto il resto è rumore inutile".

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Penso che non si possa riparare, perchè il togishi dovrebbe eliminare tutta la parte in rosso (naturalmente per tutta la lunghezza della lama) eliminando quasi tutto l'hamon :glare:

 

post_1411_1214725890.jpg

 

Comunque ti consiglio di chiedere al nostro ken!


skilledlogo.jpg"Hana wa sakuragi, hito wa bushi" (花は桜木人は武士) che tradotto significa "Tra i fiori il ciliegio, tra gli uomini il guerriero".

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La riduzione di hamon sarebbe notevole, non profonda quanto ha segnato yamagata ma ...quasi . Non è un "fatal flaw" comunque, lo possiamo considerare un difetto , una cicatrice, ma la lama conserva ancora valore, pur riducendosi .

Di che lama si tratta?


Mani fredde, schiena curva, odore di pietre bagnate. Questo è il togi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
La riduzione di hamon sarebbe notevole, non profonda quanto ha segnato yamagata ma ...quasi . Non è un "fatal flaw" comunque, lo possiamo considerare un difetto , una cicatrice, ma la lama conserva ancora valore, pur riducendosi .

Di che lama si tratta?

Grazie Ken , si tratta di una lama messa in vendita su eBay da "showa22",

http://cgi.ebay.com/ws/eBayISAPI.dll?ViewI...A:IT&ih=014

Ci stavo facendo un pensierino e un tuo giudizio è gradito.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Beh visto il prezzo attuale direi che si può prendere eccome, comincerei a storgere il naso sopra i 1600 euro.


Mani fredde, schiena curva, odore di pietre bagnate. Questo è il togi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Beh visto il prezzo attuale direi che si può prendere eccome, comincerei a storgere il naso sopra i 1600 euro.

Grazie Ken, a presto

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Penso che non si possa riparare, perchè il togishi dovrebbe eliminare tutta la parte in rosso (naturalmente per tutta la lunghezza della lama) eliminando quasi tutto l'hamon :glare:

... ehmmm ... lo so sono un ignorante ma non basta eliminare la parte in verde ...

post_594_1214765063.jpg

Magari non si puo' ma a circa un quarto dell'hamon dovrebbe esserci dinuovo sufficente materiale ...

cambierebbe comunque la geometria della lama ma dipende che cosa se ne vuol fare ... ad un pezzo del genere ci sta' mica male una cicatrice (come dice kento).

... inoltre sembra che dal lato omote non sia cosi' evidente ... :gocciolone:


Ciao ciao, ivorso.

image462.jpg

image1932.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Diciamo che se dovesse essere usata in battaglia con quella tacca potrebbe spezzarsi e quindi un togishi del periodo Sengoku andrebbe a riprendere il filo fino a sopra la tacca per elimnare il punto debole.

 

Per chi la vuole apprezzare esteticamente, però, perdersi metà dell'hamon è poco conveniente. In questi casi è secondo me giusto applicare una filosofia più conservativa e lasciare la tacca che comunque andrà via in futuro con le politure seguenti.

Una tacca però, specialmente se è prodotta da un urto può sollevare lo strato superficiale o creare spaccature trasversali nel ji o ossidazioni in profondità. Va comunque affidata alla cure di un togishi.



Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Se fosse passata nelle mani sbagliate nel periodo sbagliato si sarebbe magari beccata un o-suriage :disperato:

 

Se ti piace tienila cosi'. A mio avviso non è un buon acquisto cmq, ma si cade tremendamente nel personale. Secondo me una shinshinto se la compri o è un nome importante o va' presa senza alcun difetto. Concordo con la massima quotazione di Andrea insomma.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante