Vai al contenuto
Cagli0str0

Katana Kanefusa

Messaggi consigliati

SCHEDA TECNICA

 

Tipo: Katana

 

- Caratteristiche Storiche -

 

Epoca: Koto (tardo Muromachi)

Datazione: ?

Scuola: Mino

Forgiatore: ?

Mei: Kanefusa

 

- Caratteristiche Tecniche -

 

Nagasa: 67.7 cm

Sori: 1,25 mm (tori-zori)

Moto Kasane: 0,59 mm

Saki Kasane: 0,38 mm

Shinogi: Alto +1 mm rispetto sia al saki che al moto Kasane

Moto Haba: 3,05 cm

Saki Haba: 2,2 cm

Nakago: 19 cm (suriage)

Hamon: Gunome Midare

Hada: Itame

 

Koshirae restaurato da Giorgio Movilli :

koshirae.jpg

lama montata.jpg

 

Lama polita da Andrea Corticelli :

(prima del restauro http://www.aikidogarda.it/kanefusa/index.htm )

lama nuda.jpg

 

Tosogu

 

Tsuba restaurata da Lorenzo :

MEI (firma) Furokawa Motoyoshi

Periodo : Medio Edo

Materiale : Shakudo

polita1.jpg

 

Fuchi & Kashira

Firma: 枚野 Jū Saemon Epoca: Enpō (1673-1681)

Materiale : Shakudo

FU1298e.jpg

 

Menuki

Periodo : Tardo Edo

Materiale : Shakudo

5973_3.jpg


Andrea

 

www.taai.it

www.iwamaryu.it

www.aikidogarda.it

www.takemusuaikidokyokai.org

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Innanzitutto complimenti per l'acquisto. Sono certo che in mano a chi di dovere tornerà come nuova. Per quanto riguarda una possibile datazione io sarei orientato verso la fine dell' Epoca Muromachi, su Kanefusa di Mino il quale utilizzava questa mei. E' conosciuto anche come Nōshū Seki Jū Kanefusa. Aspetta comunque il parere degli esperti :arigatou:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Questo è il mio nuovo acquisto,

....aspettando che la lama arrivi ....

 

Ciao, mi potresti tenere informato su che dogana arriva e se hai problemi come ne sto incontrando io per l'importazione ?

Vorrei vedere se ci sono differenze. Per me arrivano a Lonate

 

Prima non lo chiedevano ora invece occorre il permesso di importazione rilasciato dalla questura.

 

Grazie , Shirojiro

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Se la spedizione è EMS al 90% arriva a Lonate Pozzolo. Vedrai Gianfra che le differenze ci saranno....dipende sempre da chi ti trovi di fronte.


Mani fredde, schiena curva, odore di pietre bagnate. Questo è il togi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ciao, mi potresti tenere informato su che dogana arriva e se hai problemi come ne sto incontrando io per l'importazione ?

Vorrei vedere se ci sono differenze. Per me arrivano a Lonate

 

Prima non lo chiedevano ora invece occorre il permesso di importazione rilasciato dalla questura.

 

Certamente, ti tengo informato !

 

sperando però di non aver problemi :-P

 

cmq il permesso d'importazione se me lo richiedono dovrei riuscire a sbrigarmela a breve avendo un parente in questura

 

per il resto... per la lama... qualche considerazione ? ci tengo molto ai vostri commenti disinteressati a freddo :siamoamici:


Andrea

 

www.taai.it

www.iwamaryu.it

www.aikidogarda.it

www.takemusuaikidokyokai.org

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
per il resto... per la lama... qualche considerazione ? ci tengo molto ai vostri commenti disinteressati a freddo

 

 

Credo che Sandro abbia già correttamente inquadrato il periodo (tardo Muromachi) che, tra l'altro, si sposerebbe anche bene con i parametri fisici inseriti dal venditore:

Nagasa: 66,67 cm.

Sori: 1,016

Moto haba: 3,048

Saki haba: 2,159

Moto kasane 0,508

Saki kasane: 0,381

 

Unica considerazione: il kasane è molto sottile (lama sottoposta a molte politure nel passato ?)

 

Per quanto riguarda il carattere "KANE" , Sandro potrebbe per favore farci vedere come è stato "scritto" ? Grazie.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Moto kasane 0,508

Saki kasane: 0,381

 

Unica considerazione: il kasane è molto sottile (lama sottoposta a molte politure nel passato ?)

 

mmmhhh... in effetti il kasane è sottile...

 

ma "molto" sottile... o "preoccupantemente" sottile per te ?


Andrea

 

www.taai.it

www.iwamaryu.it

www.aikidogarda.it

www.takemusuaikidokyokai.org

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
ma "molto" sottile... o "preoccupantemente" sottile per te ?

 

 

Tranquillo, è "sottile" ma non in modo "preoccupante".

Anche il notissimo e quotatissimo Magoroku Kanemoto (sempre del tardo Muromachi) realizzava Katane a noi pervenute con Moto-kasane di 0,55 cm. e Saki-kasane di 0,30 cm.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
...anche il notissimo e quotatissimo Magoroku Kanemoto (sempre del tardo Muromachi) realizzava Katane a noi pervenute con Moto-kasane di 0,55 cm. e Saki-kasane di 0,30 cm.

 

io ho avuto modo e privilegio di averne una per le mani, un vero portento di leggerezza! :danzetta:

 

leggerissima e maneggovolissima, sembrava un'asticella di legno...solo che si trattava di una owazamono in grado di affettare tre uomini di fila! :hehe:

una sensazione gradevolissima...


<!-- isHtml:1 --><!-- isHtml:1 --><em class='bbc'>Insisti, Resisti e Persisti...Raggiungi e Conquisti!<br /><img src='http://www.intk-token.it/forum/uploads/monthly_11_2008/post-34-1227469491.jpg' alt='Immagine inserita' class='bbc_img' /><br /></em>

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Per quanto riguarda il carattere "KANE" , Sandro potrebbe per favore farci vedere come è stato "scritto" ? Grazie.

L'ideogramma Kane è uno dei più complessi nelle mei ed i suoi tratti variano da un forgiatore ad un altro. L'ideogramma standard è questo 兼. Mino Kanefusa tracciava i suoi caratteri quasi in Shodō: in questo nakago i kanji sono molto difficili da notare, quindi ho seguito in parte quelli che sono riuscito a scorgere e in parte li ho disegnati più o meno dove sarebbero potuti essere :arigatou:

Immagine.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
io ho avuto modo e privilegio di averne una per le mani, un vero portento di leggerezza! :danzetta:

 

leggerissima e maneggovolissima, sembrava un'asticella di legno...solo che si trattava di una owazamono in grado di affettare tre uomini di fila! :hehe:

una sensazione gradevolissima...

 

Wazamono = 3 uomini sovapposti

O-wazamono = 4 uomini sovapposti :fico:

 

Shirojiro

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Wazamono = 3 uomini sovapposti

O-wazamono = 4 uomini sovapposti :fico:

 

Shirojiro

Mi sembrava che le Wazamono tagliassero un corpo, le Ryō wazamono due corpi, le Ōwazamono tre corpi e le Saijō Ōwazamono quattro corpi :arigatou:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Certamente, ti tengo informato !

sperando però di non aver problemi :-P

cmq il permesso d'importazione se me lo richiedono dovrei riuscire a sbrigarmela a breve avendo un parente in questura.

 

Ti comunico che se ti chiedono il nullaosta per l'importazione non è un problema, ma solo una rottura di scatole e 3 euro di spesa.

Poi devi fare denuncia ai Carabinieri (o altro dipende dal luogo in cui risiedi) entro 90 giorni.

 

Non c'è il limite che mi avevano detto di 8 lame. Se ne possono detenere queste se ne vogliono.

 

Un assundo: se ti costruisci tu un coltello di 20-30-40 cm di lama, non hai nessun obbligo, se acquisti un Tanto o un Waki delle stesse dimensioni devi avere il nulla osta oltre ai documenti che si è detto. Sanno perfettamente che non è giusto, ma è un regio decreto del 1932 (circa) e sono anni che la comunità europea ci chiede di aggiornarlo o meglio rifarlo completamente. :vecchiocinese:

 

Puoi anche non denunciarlo come arma (il Tanto , il waki ecc), ma ognuno fa come crede meglio.

 

Più preoccupante invece l'obbligo di chiedere il permesso in carta da bollo per portare una lama, non i coltelli, da qualche parte (mostre, convegni ecc) alla questura della provincia in cui si porta la lama. :martellate:

 

Pensa che in una prossima mostra di coltelli con una 70 di tavoli io sarei l'unico con questo obbligo, come se le centinaia di coltelli a serramanico o fissi non potessero fare del male. Roba da matti !!! :rouletterussa:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ha ragione gianfranco...4!!! http://www.intk-token.it/forum/index.php?showtopic=559 :ghigliottina: :ghigliottina: :ghigliottina: :ghigliottina:

sei fortunato gianfrà!!! :tristissimo:


<!-- isHtml:1 --><!-- isHtml:1 --><em class='bbc'>Insisti, Resisti e Persisti...Raggiungi e Conquisti!<br /><img src='http://www.intk-token.it/forum/uploads/monthly_11_2008/post-34-1227469491.jpg' alt='Immagine inserita' class='bbc_img' /><br /></em>

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

> Poi devi fare denuncia ai Carabinieri (o altro dipende dal luogo in cui risiedi) entro 90 giorni.

 

nella tua esperienza se io la denuncia la faccio direttamente alla questura della provincia cambia qualche cosa ? con una precedente lama avevo fatto cosi' !

 

> Non c'è il limite che mi avevano detto di 8 lame. Se ne possono detenere queste se ne vogliono.

 

superato un tot di cui mi parlava la questura ma di cui non mi ricordo il numero ho intenzione di fare il porto d'armi come "collezionista", cosi' spero di alleviare alcune grane...

 

> Sanno perfettamente che non è giusto, ma è un regio decreto del 1932 (circa) e sono anni che la comunità europea ci chiede di aggiornarlo o meglio rifarlo completamente. :vecchiocinese:

 

beh, avendo a che fare un po con le leggi, ti dico... fosse solo questo che si regge sui regi decreti ed è in attesa di aggiornamento -_-

 

> Puoi anche non denunciarlo come arma (il Tanto , il waki ecc), ma ognuno fa come crede meglio.

 

a me hanno sempre detto di farla passare come oggetto sportivo... tipo per tameshigiri, iaito o similare... fanno meno storie... e poi raggiunto un certo numero per tutelarsi prendere la licenza di detenzione d'armi per collezionismo

 

> Più preoccupante invece l'obbligo di chiedere il permesso in carta da bollo per portare una lama, non i coltelli, da qualche parte (mostre, convegni ecc) alla questura della provincia in cui si porta la lama. :martellate:

 

questo sarà un bel problema... visto che dovrà andare dal politore... :P

 

vediamo come va... appena so qualche cosa ti dico !


Andrea

 

www.taai.it

www.iwamaryu.it

www.aikidogarda.it

www.takemusuaikidokyokai.org

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
L'ideogramma Kane è uno dei più complessi nelle mei ed i suoi tratti variano da un forgiatore ad un altro. L'ideogramma standard è questo 兼. Mino Kanefusa tracciava i suoi caratteri quasi in Shodō: in questo nakago i kanji sono molto difficili da notare, quindi ho seguito in parte quelli che sono riuscito a scorgere e in parte li ho disegnati più o meno dove sarebbero potuti essere :arigatou:

 

grazie sandro sei sempre un mito O.O

 

quando mi arriva faccio una bella macro sul nakago... cosi' studiamo meglio la mei


Andrea

 

www.taai.it

www.iwamaryu.it

www.aikidogarda.it

www.takemusuaikidokyokai.org

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Tranquillo, è "sottile" ma non in modo "preoccupante".

Anche il notissimo e quotatissimo Magoroku Kanemoto (sempre del tardo Muromachi) realizzava Katane a noi pervenute con Moto-kasane di 0,55 cm. e Saki-kasane di 0,30 cm.

 

mi hai tolto un peso ^_-

 

il fatto è che io adoro le lame koto... sono un grande appassionato di storia Giapponese ed il fascino di quel periodo per me è ineguagliabile... le lame koto mi rievocano grandi battaglie, intrighi, ed episodi eroici... sono solo mie fisse... però il collezionismo è anche fantasia e cuore :gocciolone:

 

il problema poi però di quelle lame è che spesso sono stanche e questa cosa mi preoccupa non poco !


Andrea

 

www.taai.it

www.iwamaryu.it

www.aikidogarda.it

www.takemusuaikidokyokai.org

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, Registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

Caricamento

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante