Vai al contenuto
Kentozazen

Tachi Da Vestire

Messaggi consigliati

Ok per stare sul semplice, guarda questo (ignora lo hiramakie in oro ovviamente)

 

 

s1_koshirae.jpg

 

 

Con le tachi bisogna ricordarsi sempre che il vero gusto giapponese non era per nulla wabi sabi, anzi, direi quasi las vegas.

I tachi koshirae sono tutti molto sgargianti e pieni di materiali preziosi e decorazioni, fin dai tempi antichi.

 

Quello che ti ho messo l'ho trovato con google immagini, se vuoi qualcosa di piu specifico scannerizzo dei libri che ho... ma dobbiamo restringere un po' il campo almeno sullo stile

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ci metto il same sì. E poi tsukaito.

se vuoi uno tsunagi di tachi te lo faccio, ho il modello pronto in questo momento, è dentro a questo koshirae. :)


Mani fredde, schiena curva, odore di pietre bagnate. Questo è il togi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Lorenzo concordo sullo stile Las Vegas della maggioranza, però esisono anche esmpi un pio' meno vistosi.

Questo?

67__20Mounts_20copy.jpg


Mani fredde, schiena curva, odore di pietre bagnate. Questo è il togi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Lorenzo capisco quel che dici, però debbo dirti che non ci riesco, non riesco a fare una cosa che esuli dalla mia personale sensibilità, ci sto pensando ma anche quando vedo esempi non riesco comunque a farli miei e questo significa una sola cosa, se mi orientassi su uno stile che non riesco a "sentire" (mea culpa,mio limite) non farei altro che ottenere una volgare imitazione dal sapor di repro. Preferisco cercare tra le pieghe della storia quegli esempi di austerità che -anche se in maniera più rara- sono stati eseguiti. In questo modo l'amore per ciò che faccio rimane vivo e mi sento più sereno sulla qualità finale del prodotto finito. Mi capisci? Sono un togishi io , non molto di più. ;)

私は過大視できない!!!

Modificato: da Kentozazen

Mani fredde, schiena curva, odore di pietre bagnate. Questo è il togi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Certo che ti capisco; tuttavia se lacchi di nero con quei tousogu che mi hai mostrato non ottieni un effetto ancora più contrastato?

 

Due metodi che mi vengono in mente cosi' su due piedi ma non sono facili da fare; la laccatura con dentro i fili di palma e quella che sembra un tronco di sakura.

 

La seconda non so come si fa', ma la prima potresti quasi azzardarti a provarci, non è impossibile. L'effetto è quello del terzo koshi indicato da ughen.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Certo che ti capisco; tuttavia se lacchi di nero con quei tousogu che mi hai mostrato non ottieni un effetto ancora più contrastato?

 

Due metodi che mi vengono in mente cosi' su due piedi ma non sono facili da fare; la laccatura con dentro i fili di palma e quella che sembra un tronco di sakura.

 

La seconda non so come si fa', ma la prima potresti quasi azzardarti a provarci, non è impossibile. L'effetto è quello del terzo koshi indicato da ughen.

Fili di palma...cosa posso utilizzare da sbriciolare?


Mani fredde, schiena curva, odore di pietre bagnate. Questo è il togi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

hai presente quel pelame che c'è sui tronchi delle palme? strappane un po', poi tagliuzzalo con le forbici con pezzettini lunghi dai 5 mm al centimetro, casuali.

 

Poi lacchi normalmente, col colore che vuoi. Alla fine dai una mano di lacca da usare come "collante" e ci fai cadere sopra il pelame molto sparso e blando (come vedi sui saya).

 

Quando asciugato, sistemi i difetti e dai le necessarie mani di trasparente per arrivare al lucido e liscio.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Vado a cercarmi una palma. ;)


Mani fredde, schiena curva, odore di pietre bagnate. Questo è il togi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Voi mi volete morto. Vabbè vedrò come fare.


Mani fredde, schiena curva, odore di pietre bagnate. Questo è il togi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

lorenzo sei sicuro che sia palma e non aghi di pino???

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Mah ragazzi, qualcosa mi sfugge.

Gli aghi di pino (e similari) hanno una sezione di almeno mezzo millimetro e sono abbastanza duri. Immaginiamo la tecnica di applicazione su fondo di urushi ancora non catalizzato, questi aghi andrebbero poi ricoperti con vari strati di urushi veramente tanti per poi procedere ad una levigatura che suppongo sarebbe assai difficile perchè ri rischia di strapparne dalla base molti lasciando profondi buchi.

Io penso sia un materiale molto più sottile.


Mani fredde, schiena curva, odore di pietre bagnate. Questo è il togi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

E se fossero frammenti di filo sottile di rame, tipo cavo elettrico? :timido:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, Registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.


Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante