Vai al contenuto
Accedi per seguirlo  
eraschobju2

Kenemitsu Identificazione Kanji

Messaggi consigliati

Salve.

 

Chiedo il vostro aiuto per aiutarmi ad identificare i kanji sul nagako della mia shingunto Kanemitsu.

Ho identificato (almeno credo) la firma confrontandola con quella riportata sullo hawley's japanese swordsmiths come KAN-1428, ma il resto cosa vuol dire?

Le foto sono moooolto artigianali, :nausea: ma spero siano sufficientemente chiare.

 

Arigato.

PA050184_compr_.JPG

PA050185_compr.JPG

PA050186_compr.JPG

PA050187_compr.JPG

PA050188_compr.JPG


Tooyama ga

Medama utsuru

Tombo kana

 

Montagne remote

riflesse negli occhi delle libellule

 

(Kobayashi Issa)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

OK per il tuo sforzo di evidenziare i singoli Kanji ma per favore metti una immagine completa del lato Omote ed una del lato Ura.

 

Grazie.

 

P.S.

 

I Kanji delle due ultime immagini sono :"Kane" e "Mitsu" --------> Kanemitsu

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
OK per il tuo sforzo di evidenziare i singoli Kanji ma per favore metti una immagine completa del lato Omote ed una del lato Ura.

 

Grazie.

 

P.S.

 

I Kanji delle due ultime immagini sono :"Kane" e "Mitsu" --------> Kanemitsu

 

Grazie; appena posso fotografo nuovamente il nagako intero.


Tooyama ga

Medama utsuru

Tombo kana

 

Montagne remote

riflesse negli occhi delle libellule

 

(Kobayashi Issa)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Come ha detto Paolo, la mei sul lato Omote è il nome dello spadaio: Kanemitsu. Per quanto riguarda il lato Ura la scirtta recita: 昭和十八年 Shōwa Jūhachinen. Quindi "forgiata il 18° anno dell' Epoca Shōwa" (1943). Mi auguro di esserti stato d'aiuto :arigatou:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie Sandro,

 

mi ero bloccato sul lato Ura interpretando l'ultimo Kanji com "Saku" e non come "Nen" anche se i Kanji precedenti mi avrebbero dovuto indirizzare sulla giusta via.

Altra cosa che mi aveva tratto in inganno è stata la mancanza dell'indicazione del mese e del giorno.

Secondo le tue informazioni, questa cosa (la mancanza dell'indicazione del mese e del giorno) è frequente ?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

No Paolo, in effetti hai ragione. Credo sia la prima volta che mi capiti di vedere una mei in cui le indicazioni riguardo alla data siano così scarne. A cosa potrebbe essere dovuto ciò? Forse sarebbe opportuno dare uno sguardo alle altre firme del suddetto spadaio :arigatou:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Di Kanemitsu ce ne sono tanti anche in epoca Shōwa ed io non posseggo le immagini dei Mei di tutti loro.

 

Unica indicazione sono i due Kanji del nome dove, sopra il Kangji di "Kane", compaiono quei tre colpi di cesello.

Quei tre colpi li ritroviamo anche nel Mei di Takeuchi Kanemitsu (Rikugum Jumei Tōshō) ma il suo stile è molto diverso (più "raffinato") e nella data inserisce anche l'indicazione del mese - (ma non il giorno).

Però..... con sti giapponesi non si può mai sapere ! :pescifaccia:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Esatto Katsumoto, i kanji sono gli ideogrammi cinesi utilizzati anche nella lingua giapponese. Nelle lame hanno il compito di indicare il nome dello Spadaio (lato omote del nakago) e la data in cui tale spada è stata realizzata (lato ura del nakago). Qualsiasi altra cosa chiedi pure :arigatou:

Modificato: da sandro

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Tutto chiaro, mi chiedevo se mi sai dire anche il termine tecnico di quel solco sull'hada della katana siccome non riesco a trovarlo nelle figure che trovo sui siti. Grazie

 

:vecchiocinese: Arigatò


--->武士に二言無し-->bushi ni nigon nashi--> Un Samurai ha una sola parola...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Credo che tu ti riferisca allo Bōhi. Tieni presente, però, che tale scanalatura non corre lungo lo hada della lama ma lungo lo shinogi ji, ossia la parte di lama che va dallo shinoji al mune. Ci sono poi anche delle incisioni che vengono fatte direttamente sullo hada: tutte queste decorazioni artistiche rientrano nella categoria degli horimono (letteralmente "cosa incisa") :arigatou:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Di Kanemitsu ce ne sono tanti anche in epoca Shōwa ed io non posseggo le immagini dei Mei di tutti loro.

 

Unica indicazione sono i due Kanji del nome dove, sopra il Kangji di "Kane", compaiono quei tre colpi di cesello.

Quei tre colpi li ritroviamo anche nel Mei di Takeuchi Kanemitsu (Rikugum Jumei Tōshō) ma il suo stile è molto diverso (più "raffinato") e nella data inserisce anche l'indicazione del mese - (ma non il giorno).

Però..... con sti giapponesi non si può mai sapere ! :pescifaccia:

 

Grazie Paolo.

Mah, chissà perchè non sono poi chiari e ci lasciano nel dubbio. Vagabondaggine? Sbadataggine? O lo facevano apposta per farci impazzire??? :whoa:

Se si vogliono paragonare a noi europei, mi vengono in mente i motti e gli stemmi araldici che dovevano trasmetere un messaggio, ma che non doveva essere comprensibile facilmente a tutti :wacko:

Comunque se hai qualche notizia in più ...

Grazie ancora :arigatou:


Tooyama ga

Medama utsuru

Tombo kana

 

Montagne remote

riflesse negli occhi delle libellule

 

(Kobayashi Issa)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora
Accedi per seguirlo  

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante