Vai al contenuto
thomas

Newbye

Messaggi consigliati

Ciao a tutti

sono nuovo del forum ma nuovo anche del mondo delle spade giapponesi, quindi perdonatemi eventuali domande banali o imprecisioni cui andrò incontro.

 

Mi sono iscritto su consiglio di un utente di questo forum, ikkiù, per il riconoscimento di una spada giapponese che ho appena ereditato da mio nonno. Non conosco per intero la storia della spada, l'unica cosa che so è che uno zio di mio nonno l'ha avuta in dono da un certo ufficiale suzuki della marina imperiale, credo all'epoca della grande guerra o poco dopo. Da allora è stata probabilmente dimenticata, mai considerata, neanche come soprammobile, tenuta in un armadio per anni. Purtroppo ora avrei molte cose da chiedere a mio nonno sulla storia di quest'oggetto, tanta curiosità, che mi ha spinto a saperne di più in questo forum.

 

la spada in questione dovrebbe essere una "In shirasaya" ma il riconoscimento preciso spetta a voi...

purtroppo la lama non riesco ad estrarla dall'impugnatura, qualche consiglio?

 

vi posto una foto preliminare e di bassa qualità in attesa di aprirvi un thread con le foto migliori e più dettagliate di cui al momento non dispongo..

 

grazie a tutti in anticipo

26112008100.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ciao Thomas, benvenuto

fai molta attenzione nel tentativo di estrarre la lama dal fodero (saya)

probabilmente l'habaki ha fatto un po' d'ossido ed è rimasto incollato al legno

impugna la shirasaya con tutte e due le mani e spingi con i pollici in direzioni opposte....

non riesco a spiegare bene, nel forum ci dovrebbe essere un disegno esplicativo che fece Shimitsu mi sembra, vediamo se si ritrova....


"Bellezza, gioventù e fascino cominciano ad appassire quando appaiono la prima volta.

Attraverso le prime foschie della primavera, scorgiamo il Ponte d'Autunno"

----

mai confrontarsi con un imbecille, ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

benvenuto anche qui thomas.

 

Come prima foto hai scelto la meno significatica , la saya si toglie , è il codolo che pare sia incriccato .

Avrei voglia di venire li da te per scoprire finalmente sta benedetta mei !! ( che pare si intraveda )

 

Mi raccomando foto chiare e a fuoco e allega le misure .

Ciao.


Alla fine del vento

Ancora cadono le foglie ..

..Un falco lancia il suo grido

Si fa più fondo il silenzio dei monti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

grazie ikkiù, infatti mi sono già spiegato male,

è il nagako che non riesco a estrarre...non la lama dal saya.

comunque domani cerco di mettere le foto...c'è qualche regola

sul size delle foto o posso evitare di ridurle?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

quindi mi sembra di capire che il Nakago-Nuki vada utilizzato tenendo in una mano la tsuka

e martellando (dolcemente immagino) con l'altra mano come da immagine nel vecchio post del link sopra...

 

è giusto?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

occhio alle mani... mi raccomando !


Andrea

 

www.taai.it

www.iwamaryu.it

www.aikidogarda.it

www.takemusuaikidokyokai.org

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il mekugi com'è? nella foto c'è qualcosa di strano.. magari posta prima una foto dell'impugnatura :basito:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

benvenuto, hai mica chiesto consigli su quella spada su altri forum?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Benvenuto! La storia della tua lama mi intriga. Aspetto le foto .

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

benvenuto thomas, è bello avere a che fare in un modo così fortuito con una katana antica.

 

:arigatou: arigato

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Benvenuto :arigatou:


La vittoria è di colui,

ancor prima del confronto,

che non pensa a sè

e dimora nel non-pensiero della grande origine.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, Registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.


Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante