Vai al contenuto
tabata

Gendaito - Gaijin Vs Nihonjin

Messaggi consigliati

Alcune sono lame originali, altre, per quanto ben fatte, restano solo repliche: per di più dal prezzo elevatissimo :arigatou:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Le "repliche" sono fatte dai migliori spadai americani contemporanei che hanno fatto anche una mostra di grande successo al Museo d'Arte di Macao. Per questo costano "care" (rispetto alle cineserie).

Liste di attesa di anni per Howard Clark, *se* si riesce ad entrare in lista.

Ted è un valido Togishi anche se non ha fatto il percorso di "10 anni" in Giappone.


La spada giapponese si apprezza come una bella donna : per le forme, la pelle ed il profumo.

 

Carlo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Tsubame concordo con te. Io me le sono guardate con calma, leggendo tutte le descrizioni, e come ho fatto notare ho visto che i tousogu sono fatti dal mio senpai (Patrick Hastings)

 

La parola replica (come accennavo in un recente kantei) è un pochino inflazionata.. Tuttavia è un discorso davvero difficile e lungo da impostare.

Modificato: da Jarou

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

mi auto quoto:

 

Quando una tsuba è un falso? A mio avviso, quando è fatta senza cura o con cura per falsi dettagli, con l'intento di deviare un acquirente e truffarlo.

In questo caso, sia essa fatta da un americano, da un giapponese o da me, è una tsuba shinsaku. Non conta dove viene fatta.

 

Ovviamente la stessa cosa vale anche per le lame, dovunque e da chiunque esse vengano fatte. Ricordiamoci che attualmente il miglior pizzaiolo al mondo è giapponese.

Modificato: da Jarou

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Vorrei averle io delle "repliche" :gocciolone: di Hastings...

 

Un bel set basato sulle foglie di Gingko.


La spada giapponese si apprezza come una bella donna : per le forme, la pelle ed il profumo.

 

Carlo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie Lorenzo, ma non ce n'è più di sghei d'avanzo per dei bei Kodogu.

l'ultimo libro che deve arrivare fa 500 U$ con la spedizione... :tristissimo:


La spada giapponese si apprezza come una bella donna : per le forme, la pelle ed il profumo.

 

Carlo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

caspita e' veramente bello. Si sono gia' venduto quasi tutto. Howard Clark e' una tentazione. Con una spada cosi' potrei pure morire nella battaglia di Campaldino.

Modificato: da Jarou

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Secondo me non ha comunque senso spendere tutti quei soldi per una lama che comunque non è una nihonto e non ha un valore storico o artistico...

 

Premesso che ognuno è libero di spendere quel che vuole, siamo comunque molto lontano dal prezzo di una lama giapponese fatta da personaggi conosciuti.

 

Quello che voglio discutere fermamente è invece la seconda parte;

 

Sebbene sul valore storico possa a volte concordare (e quelle di Yoshiara allora? in base a questa affermazione potremmo smettere di idolatrarlo all'istante) sul valore artistico come puoi dire che non ne abbiano? Cos'è il valore artistico? Dov'è l'arte? E' arte perchè c'è scritto "hozon token" su di un certificato? Niente di più falso.

 

Come mai, per quasi tutti i collezionisti, qualsiasi koto relativamente penosa da un migliaio di euro su ebay è considerata sempre un opera d'arte :whistle: come una ichimonji da centinaia di migliaia di euro :uhm-haha: mentre una gendai fatta da un americano è a prescindere un cesso? :ichiban:

 

 

Io questi discorsi non li capisco proprio. Sapreste davvero riconoscere una lama di Howard Clark come "merda-gaijinto-fatta tra un barbeque ed un altro" se ve la mettessi in mano con il nakago infilato nella tsuka dello shirasaya? Non ho dubbi sui togishi e su di un altra decina di utenti del forum in tutto, ma gli altri se la sentirebbero davvero di urlare al falso a occhi chiusi?

Modificato: da Jarou

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Alcuni fanno come Keith Nobuhira...

Altri come Howard Clark usano differenti acciai "industriali" o artigianali ma preparati da terzi.

 

Ted comunque lavora anche con spadai giapponesi. Googlate "summerchild". Sono al lavoro e non ho il link.


La spada giapponese si apprezza come una bella donna : per le forme, la pelle ed il profumo.

 

Carlo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sia chiaro, non ho detto che sono delle merde, ho solo detto che io tutti quei soldi non ce li spenderei... io so come lavorano gli americani e purtroppo so che per loro rispettare le tradizioni (a meno che non siano le loro) è completamente un'optional... yoshihara perlomeno perpetra una tradizione plurimillenaria in tutto e per tutto, con gli americani questo non si può mai dare per scontato

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Chiedo scusa se sono stato molto rapido nel giudizio. Credevo che questo fosse uno dei tanti siti americani in cui si vendono spade prodotte a macchina, mentre invece non è assolutamente così. Scusami Jarou se ho mancato di rispetto al tuo Senpai, non era assolutamente mia intenzione, spero che tu mi creda. Riguardando bene tutte le lame devo dire che sono davvero belle. Il prezzo elevato è certamente dovuto sia alla qualità delle stesse sia al tempo che occorre per realizzarle, il quale ritengo non sia affatto inferiore ad una Shinsakutō giapponese.

 

Ritirando quello che ho detto prima in maniera superficiale la mia domanda é: si può parlare di "repliche"? In questo caso credo davvero che l'unica differenza che vi è tra le lame sopra citate e le Shinsakutō sia solamente il loro luogo d'origine.

 

Onore a questi grandi artisti :arigatou:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Macchè Sandro; non devi scusarti di nulla. Ci conosciamo, abbiamo parlato e sai chi sono e come la penso; ed io so che tu sei un ragazzo molto intelligente.

 

Il problema è che spesso (tutti) siamo portati a credere di pensare qualcosa, mentre in realtà stiamo solo applicando degli schemi mutuati da altri o anche dalla nostra esperienza senza soffermarci su di ogni singola realtà che dovremmo invece analizzare.

 

Dovremmo aprire sempre gli occhi e la mente, sempre; anche quando sembra una perdita di tempo, anche quando il cuore ci dice fortemente di non farlo. La costante lotta tra il gusto personale, tra i canoni di bellezza e di qualità riconosciuti, tra il gusto del particolare e delle deviazioni... dobbiamo essere in grado di riconoscere subito le qualità, prima dei difetti.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, Registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

Caricamento

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante