Vai al contenuto
Kentozazen

Togi work in progress n°1

Messaggi consigliati

Praticamente lo hadori è terminato occorre ora finire la lappatura degli shinigi ji e la definizione del boshi.

Bella lama, geometricamente rigorosa e dall'acciaio sorprendentemente bruno.

 

nak1.jpg

part1.jpg

part2.jpg

part3.jpg

part4.jpg

tot1.jpg

tot2.jpg

tot3.jpg

Modificato: da Kentozazen

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Thomas :gocciolone: la tua è nell'altro topic, spiacente non sono così avanti ma vedrai che entro breve scopriremo anche i segreti della tua. ;)

Grazie a tutti comunque, ho fatto foto rapide, vedrò di fare megliouna volta terminata.

Una shinto, mumei, e con un tessuto così bruno. Mi spiace veramene non poter rendere visibili i colori di questo tessuto. Al prossimo incontro la vedrete certamente.

...e che hamon particolare.

Io dico Fuji, Yama non concorda. Voi che dite?

La trovate nelle schede tecniche ...Simo posta il link.

Ahhh eccola! http://www.intk-token.it/forum/index.php?showtopic=137

Modificato: da Kentozazen

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Io dico Fuji, Yama non concorda. Voi che dite?

Guardando i disegni del Nagayama potrebbe essere Fujimi-Saigyo (detto anche mount Fuji), ma potrebbe essere anche Koshi-no-hiraita-midare, anche se forse non è congruente col tipo di lama :gocciolone: .

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Thomas :gocciolone: la tua è nell'altro topic, spiacente non sono così avanti ma vedrai che entro breve scopriremo anche i segreti della tua. ;)

ah...qualcosa non mi quadrava infatti... :checcevofa: cavolo già quasi pronta?

trepido...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Bella lama Simone, complimenti! Finalmente il togishi coi texani ci ha messo mani..e che mani! veramente un ottimo hadori!

Quanto allo hamon in effetti potrebbe sembrare monte fuji, però di solito è più accentuato.

monte_fuji.jpg

Potrebbe fare pensare, come dice kakashi, al koshi no hiraita, ma questo ha in genere due collinette e non tre.

koshi.jpg

Assomiglierebbe anche all'hamon dei kanefusa, il fukuro gunome choji, ma anche questo si presenta un pò più accentuato.

kanef.jpg

kanef2.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il fuji normalmente è singolo... non viene ripetuto.

Tra l'altro ne ho visto uno recentemente e l'effetto Fujimi-Saigyo è diverso.

tra l'altro Saygio era un monaco, la traduzione infatti è "Saigyo che guarda il monte Fuji" e l'hamon classico di quel tipo è un solo monte con un piccolo choji che rappresenta il monaco e per il resto suguha.

Quello di questa spada è più un koshi no hiraita o forse un toran midare.

 

Adesso che ho finito di fare il sapientone posso sfogarmi

 

:whoa::danzetta::ballo:

 

 

:prostro::numerouno:

E BELLISSIMMMAMAMAMAAAAAAAAA!!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non sono convinto che la conformazione Fujiyama sia data da un solo monte , credo invece che sia possibile ritrovare una ripetizione. Non so dove ho letto che questa conformazione nasce da una modificazione del notare di alcune scuole koto.

Del resto abbiamo poche immagini.

Comunque bando alle definizioni, sono felice che vi piaccia, piace molto anche a me. A breve l'ultimazione.

Modificato: da Kentozazen

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Questa è una lama che vorrei avere

E chi non vorrebbe? :gocciolone::happytrema:

 

Stupenda Simone, e grande Kento!

Mi sembra di ricordare Simone (se non sbaglio) che questa lama ha anche un koshirae a motivo di granchi... mi sbaglio? Finito il togi, ci puoi far vedere anche quelli? :arigatou:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Questa discussione è chiusa alle risposte.

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...