Vai al contenuto
muto

Katana patrimonio nazionale

Messaggi consigliati

Qualche giorno fa un amico mi ha detto che le katane erano state nominate patrimonio nazionale e per questo non potranno più uscire dal territorio giapponese. Ho provato a cercare informazioni su internet ma ho trovato poche informazioni e discordanti, voi cosa ne sapete? Davvero non si possono comprare più delle vere Nihonto dal Giappone ? :tristissimo: (Scusate l'ignoranza)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Tutte le lame giapponesi prima di poter essere inviate all'estero devono essere fatte esaminare per avere l'autorizzazione all'espatrio.

 

Però solo i Tesori nazionali (una lista di spade ben definita) e i lavori più rari non ricevono l'autorizzazione, la maggior parte delle lame (diciamo praticamente tutte quelle che una persona normale si può permettere) non danno nessun problema.

 

All'incontro INTK dellla scorsa settimana si è citata però una waki Hizen abbastanza rara, in quanto creata nel primo anno di produzione di un forgiatore che in quel periodo usava una mei diversa da quella che avrebe poi utilizzato nel resto della carriera.

 

Poichè esistono solo circa un centinaio di pezzi con tale mei, a detta del nostro ex presidete Rossi quello è un caso di lama che è meglio non spedire in Giappone perchè c'è il rischio che non torni.

 

Spero di essere stato esauriente, comunque sono sicuro che altri più esperti aggiungeranno altri dettagli.

 

Ciao, Gisberto


Gisberto (ex nick Koala)

 

Persevera nell'addestramento come se fossi una spada che deve essere forgiata con il più puro dei metalli. (Takuan Soho)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Tutte le lame giapponesi prima di poter essere inviate all'estero devono essere fatte esaminare per avere l'autorizzazione all'espatrio.

 

Però solo i Tesori nazionali (una lista di spade ben definita) e i lavori più rari non ricevono l'autorizzazione, la maggior parte delle lame (diciamo praticamente tutte quelle che una persona normale si può permettere) non danno nessun problema.

 

All'incontro INTK dellla scorsa settimana si è citata però una waki Hizen abbastanza rara, in quanto creata nel primo anno di produzione di un forgiatore che in quel periodo usava una mei diversa da quella che avrebe poi utilizzato nel resto della carriera.

 

Poichè esistono solo circa un centinaio di pezzi con tale mei, a detta del nostro ex presidete Rossi quello è un caso di lama che è meglio non spedire in Giappone perchè c'è il rischio che non torni.

 

Spero di essere stato esauriente, comunque sono sicuro che altri più esperti aggiungeranno altri dettagli.

 

Ciao, Gisberto

 

 

... ho importato da poco dal Giappone una Wakizashi Sukehiro Nidai, un tosho tra i più rappresentativi del periodo shinto,

e non ho avuto nessun problema ( a parte i 15 gg di attesa per l' autorizzazione di espatrio e la solita malaorganizzazione della dogana delle Poste Italiane ), quindi probabilmente vengono considerate tesoro nazionale solo certe lame di valore storico o artistico altissimi o magari molto rare.

:checcevofa:


Ognuno di noi nasconde dentro di sè una scintilla divina, basta saperla cercare.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

e' così infatti.


Mani fredde, schiena curva, odore di pietre bagnate. Questo è il togi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Tutte le lame giapponesi prima di poter essere inviate all'estero devono essere fatte esaminare per avere l'autorizzazione all'espatrio.

 

Però solo i Tesori nazionali (una lista di spade ben definita) e i lavori più rari non ricevono l'autorizzazione, la maggior parte delle lame (diciamo praticamente tutte quelle che una persona normale si può permettere) non danno nessun problema.

 

All'incontro INTK dellla scorsa settimana si è citata però una waki Hizen abbastanza rara, in quanto creata nel primo anno di produzione di un forgiatore che in quel periodo usava una mei diversa da quella che avrebe poi utilizzato nel resto della carriera.

 

Poichè esistono solo circa un centinaio di pezzi con tale mei, a detta del nostro ex presidete Rossi quello è un caso di lama che è meglio non spedire in Giappone perchè c'è il rischio che non torni.

 

Spero di essere stato esauriente, comunque sono sicuro che altri più esperti aggiungeranno altri dettagli.

 

Ciao, Gisberto

 

 

grazie a tutti per le risposte(sapevo di poter contare su di voi) ... ma è vero che il governo giapponese potrebbe richiederne il rimpatrio in qualsiasi momento?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
... ma è vero che il governo giapponese potrebbe richiederne il rimpatrio in qualsiasi momento?

 

Ma no dai! Cosa significa? Incredibili le leggende metropolitane a volte.

Scusa Muto, rispettosamente, chi è che ti da queste informazioni? Dì al tuo amico di studiare un pochino prima di mettersi in cattedra.


Mani fredde, schiena curva, odore di pietre bagnate. Questo è il togi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
grazie a tutti per le risposte(sapevo di poter contare su di voi) ... ma è vero che il governo giapponese potrebbe richiederne il rimpatrio in qualsiasi momento?

Se bastasse dichiarare Tesori Nazionali degli oggetti legati alla cultura di un popolo per riaverli, potremmo fare questa legge e pensate quanta roba ci dovrebbe rientrare dal resto del mondo, lo stesso vale per la Grecia o l'Egitto, i musei Inglesi verrebbero notevolmente ridimensionati.

Pensiamo solamente ai fregi del Partenone.


"accorciati la firma". Ernst Jünger

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Anch'io pensavo alla stessa cosa. ;)


Mani fredde, schiena curva, odore di pietre bagnate. Questo è il togi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Se bastasse dichiarare Tesori Nazionali degli oggetti legati alla cultura di un popolo per riaverli, potremmo fare questa legge e pensate quanta roba ci dovrebbe rientrare dal resto del mondo, lo stesso vale per la Grecia o l'Egitto, i musei Inglesi verrebbero notevolmente ridimensionati.

Pensiamo solamente ai fregi del Partenone.

 

 

Hahaha, allora penso che potrebbero chiudere il Louvre in Francia per sempre, al suo interno ci sono tutte cose nostre o di altri paesi! :hehe::gocciolone:

 

Tornando sul serio invece, ci sono novità - come si paventa da più anni a questa parte - riguardo il limite di fabbricazione di lame per ciascun Tosho ?

Se lo togliessero credo che molti più appassionati potrebbero trarne vantaggio e tanti altri nuovi appassionati si crerebbero visto l'abbassarsi dei prezzi

e la più alta disponibilità di nuove lame.

Però poi mi viene sempre il dubbio che la qualità artistica delle Nihonto potrebbe risentirne con la cosidetta "forgia libera" ? :glare:


Giuro sul mio Onore di Cintura Nera; di Preservare anziché Distruggere; di Evitare lo scontro anziché Confrontarmi; di Confrontarmi anziché ricevere del Male; di fare del Male anziché Storpiare; di Storpiare anziché Uccidere; di Uccidere anziché di Morire; di Morire anziché disonorare la mia Cintura.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Però poi mi viene sempre il dubbio che la qualità artistica delle Nihonto potrebbe risentirne con la cosidetta "forgia libera" ? :glare:

Beh ...direi. ;)


Mani fredde, schiena curva, odore di pietre bagnate. Questo è il togi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ma no dai! Cosa significa? Incredibili le leggende metropolitane a volte.

Scusa Muto, rispettosamente, chi è che ti da queste informazioni? Dì al tuo amico di studiare un pochino prima di mettersi in cattedra.

 

 

Rispetto al rimpatrio ho trovato questa "informazione" in una discussione su un forum non ben definito con informazioni dilettantesche... se vuoi farti qualche risata dovrebbe essere questo http://forumgamesradar.futuregamer.it/arch...p/t-267986.html (non ne sono troppo sicuro,visto che gli ho dato un'occhiata veloce) ma visto la mia inesperienza ho preferito accertare l'infondatezza della notizia... ancora grazie per le risposte :arigatou:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ho visto... vabbè. :checcevofa:


Mani fredde, schiena curva, odore di pietre bagnate. Questo è il togi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non so a voi, ma quelli che scrivono sui Forum come usassero il telefonino mi fanno venire il mal di testa,

fine OT


E quando tornerete a casa dite: Ho sentito cantare un angelo, con le ali di marmo e raso.

Gianni

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Leggenda popolare :arigatou:

veramente? Pensavo che le cose dette da Rossi (non sapevo non fosse più presidente) fossero piuttosto affidabili

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
vale quanto detto per le altre opere d'arte.

 

Direi proprio che Lorenzo ha ragione.

...a meno che non si tratti di opere trafugate, rubate, sottratte indebitamene, la vedo dura che si possa arbitrariamente decidere di sequestrare un bene privato dotato di lecità titolarità di possesso.


Mani fredde, schiena curva, odore di pietre bagnate. Questo è il togi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Direi proprio che Lorenzo ha ragione.

...a meno che non si tratti di opere trafugate, rubate, sottratte indebitamene, la vedo dura che si possa arbitrariamente decidere di sequestrare un bene privato dotato di lecità titolarità di possesso.

 

tranne che sia stato esportato illegalmente...


<!-- isHtml:1 --><!-- isHtml:1 --><em class='bbc'>Insisti, Resisti e Persisti...Raggiungi e Conquisti!<br /><img src='http://www.intk-token.it/forum/uploads/monthly_11_2008/post-34-1227469491.jpg' alt='Immagine inserita' class='bbc_img' /><br /></em>

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, Registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.


Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante