Vai al contenuto
Sakuraba

...a proposito del kissaki

Messaggi consigliati

Salve a tutti.Innanzitutto vorrei realmente scusarmi con tutti coloro che non hanno gradito i miei post,per altro fondati su di un atteggiameto scherzoso piu' che malizioso:Pur convinto di non aver scatenato nulla di importante,confesso di postare queste righe con discreto imbarazzo.

 

Volevo porre qualche domanda riguardo al kissaki,visto che ho trovato diverse foto ma poche informazioni a riguardo(perdonate la semplicita'):

 

-Il kissaki e' stato sempre fatto sulle Nihonto, sin dall'antichita',o si tratta di una concezione piu' "moderna"?

 

-Era un fattore "estetico" nella katana o doveva essere realmente piu' tagliente del filo della lama stesso?

 

-Doveva(deve)essere solo appena accennato o ben "scavato" nella punta della lama?

 

-Inoltre come viene sagomato?Lentamente a pietra ed acqua o piu' rudemente con una lima?

 

Grazie......

 

Andrea

 

KISSAKI INTK.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Scusa ma tu cosa pensi che sia il kissaki? Cosa vuol dire se doveva essere ben scavato nella punta??? Poi fatto che doveva essere più affilato di tutto il resto da dove lo hai tirato fuori?

 

 

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Se ho fatto delle domande evidentemente e' perche' non lo so'......

 

Difatti chiedevo a voi sapientoni....

 

 

Cortesemente,posso chiedere(anche se non ce ne' bisogno!)di chiudere questo topic?

 

 

Posso chiedere anche di essere bannato prima che scriva qualcosa di terribile?

 

Saluti.....

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Potresti fare anche meno la vittima… hai fatto delle domande completamente senza senso, dimmi te come possiamo risponderti... fortuna che dicevi di avere le conoscenze per costruire una katana…

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ragazzi, Ve lo chiedo per favore, potreste cortesemente cercare di moderare i toni? Non capisco il motivo di tale attrito. Sakuraba ha posto una domanda, giusta o sbagliata che sia, in maniera molto cordiale confessando anche imbarazzo; se si decide di rispondere, lo si fa in maniera costruttiva per se stessi e per tutto il forum. Se rispondiamo per criticare e per dare adito ad ulteriori polemiche allora ci possiamo anche astenere dal farlo. E questa cosa vale per tutti, ME per primo. Capisco, però, anche il punto di vista di Wolverine il cui scopo era quello di invitare Sakuraba a documentarsi meglio, in quanto sicuramente sul forum ci sono già le risposte che sta cercando. Dal momento che siete tutti appassionati di cultura giapponese cominciate ad osservare il principio di Rei. Detto ciò possiamo dire che:

 

- Il kissaki è la punta della spada giapponese, ed è inscindibile da essa. Anche quando erano dritte, le Nihontō hanno sempre avuto il kissaki.

- Il kireaji (affilatura) della spada giapponese è eccellente lungo tutto il tagliente della spada, l'ultimo terzo (sanbun no ichi) di essa è chiamato Monouchi e può essere leggermente più affilato del resto della lama in quanto è la parte con cui, in base alle tecniche di scherma giapponese, si taglia.

- Cosa intendi con "appenna accennato" oppure con "ben scavato" nella punta? Se ti riferisci alla curvatura della punta allora questa dipende dal forgiatore che ha realizzato la lama. In ogni caso, sia a livello estetico che tecnico la funzionalità è la stessa.

- Per creare il kissaki si taglia diagonalmente l'estremità della barra d'acciaio e poi si procede a dargli forma tramite percussione. Il resto del lavoro di rifinimento, e a mio avviso anche il più difficile, è compito del togishi.

 

Caro Sakuraba, preferirei che questa discussione non venisse chiusa e che tu non fossi bannato. Vorrei solo che tu ti chiarissi con Wolverine e che, la prossima volta, utilizzassi le informazioni già presenti sul forum per cercare risposta alle tue domande. Nel caso queste non vi siano contenute sarà premura degli utenti del forum provare a risponderti. Mi auguro che tutto sia chiarito :arigatou:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ero certo che avresti compreso il mio intervento Wolverine, grazie :arigatou:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sandro come sempre dimostri un garbo ed una pazienza fuori dal comune.

Qui abbiamo un grave problema di comprensione reciproca.

Le domande , anche se hanno già avuto risposta altrove, sono normali quesiti al quale chiun que abbia un minimo di competenza può dare risposta.

Quello che non capisco è perchè ci si ostini ad insistere sull'hobbistica da pensionato.

L'immagine postata è il fulcro del motivo di irritazione.

La cosa sta diventando un vero esperimento sociologico. A questo punto sono curioso di vedere quanto una mente umana sia ostinata nel non voler comprendere che qui non giochiamo col ferro, e che non sono gradite discussioni su come imitare una nihonto con i quattro attrezzi del garage.

Ho spiegato i motivi con calma ed estrema chiarezza ma pare che non siano assolutamente stati digeriti.

Allora mi domando, che cosè quella foto che vedo?

Vedo un pezzo di ferro sagomato approssimativamente a forma di kissaki, tenuto stretto da un cardine da porta, legato a sua volta con una fascetta di plastica, il tutto affiancato ad una lima in un contesto che ricorda il retrobottega di un meccanico.

Ci sono topic dove si fanno rimproveri per come viene appoggiata una nihonto , per come viene estratta. Per come viene tenuta.

E qui cosa dovremmo fare? Secondo voi?

Anche questa discussione verrà chiusa ovviamente.

...Però rimango veramente stupito sulla capacità di comprensione così limitata, è un fenomeno antropologico interessante. Sakuraba quanti anni hai?


Mani fredde, schiena curva, odore di pietre bagnate. Questo è il togi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La parola è d'argento...ma il silenzio è d'oro.

(Intelligenti pauca)


<!-- isHtml:1 --><!-- isHtml:1 --><em class='bbc'>Insisti, Resisti e Persisti...Raggiungi e Conquisti!<br /><img src='http://www.intk-token.it/forum/uploads/monthly_11_2008/post-34-1227469491.jpg' alt='Immagine inserita' class='bbc_img' /><br /></em>

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ragazzi, Ve lo chiedo per favore, potreste cortesemente cercare di moderare i toni? Non capisco il motivo di tale attrito. Sakuraba ha posto una domanda, giusta o sbagliata che sia, in maniera molto cordiale confessando anche imbarazzo; se si decide di rispondere, lo si fa in maniera costruttiva per se stessi e per tutto il forum. Se rispondiamo per criticare e per dare adito ad ulteriori polemiche allora ci possiamo anche astenere dal farlo. E questa cosa vale per tutti, ME per primo. Capisco, però, anche il punto di vista di Wolverine il cui scopo era quello di invitare Sakuraba a documentarsi meglio, in quanto sicuramente sul forum ci sono già le risposte che sta cercando. Dal momento che siete tutti appassionati di cultura giapponese cominciate ad osservare il principio di Rei. Detto ciò possiamo dire che:

 

- Il kissaki è la punta della spada giapponese, ed è inscindibile da essa. Anche quando erano dritte, le Nihontō hanno sempre avuto il kissaki.

- Il kireaji (affilatura) della spada giapponese è eccellente lungo tutto il tagliente della spada, l'ultimo terzo (sanbun no ichi) di essa è chiamato Monouchi e può essere leggermente più affilato del resto della lama in quanto è la parte con cui, in base alle tecniche di scherma giapponese, si taglia.

- Cosa intendi con "appenna accennato" oppure con "ben scavato" nella punta? Se ti riferisci alla curvatura della punta allora questa dipende dal forgiatore che ha realizzato la lama. In ogni caso, sia a livello estetico che tecnico la funzionalità è la stessa.

- Per creare il kissaki si taglia diagonalmente l'estremità della barra d'acciaio e poi si procede a dargli forma tramite percussione. Il resto del lavoro di rifinimento, e a mio avviso anche il più difficile, è compito del togishi.

 

Caro Sakuraba, preferirei che questa discussione non venisse chiusa e che tu non fossi bannato. Vorrei solo che tu ti chiarissi con Wolverine e che, la prossima volta, utilizzassi le informazioni già presenti sul forum per cercare risposta alle tue domande. Nel caso queste non vi siano contenute sarà premura degli utenti del forum provare a risponderti. Mi auguro che tutto sia chiarito aaarigatou.gif

 

 

Grazie Sandro.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

 

...Però rimango veramente stupito sulla capacità di comprensione così limitata, è un fenomeno antropologico interessante. Sakuraba quanti anni hai?

 

 

Kentozazen senti.......ciaofiori.gif

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

I miei complimenti a Sandro, una risposta equilibrata, pacata ed anche interessante dal punto di vista tecnico. Il discorso del Monouchi che può essere più affilato del resto della lama era, a quanto pare, ignorato non solo da me.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Confido nelle immagini per una spiegazione solo parziale del quesito:

Posizione:

P7052467.JPG

Come procedere nei piani:

P7052469.JPG

P7052466.JPG

Atrezzatura adatta ed uso della stessa:

P7052464.JPG

P7052463.JPG

P7052465.JPG

mi scuso per la parzialità delle immagini postate,è solo l'approccio al quesito.

mauri


"accorciati la firma". Ernst Jünger

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Kentozazen senti.......ciaofiori.gif

Ciao a te caro.

Topic chiuso. :ciaociao:


Mani fredde, schiena curva, odore di pietre bagnate. Questo è il togi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Questa discussione è chiusa alle risposte.

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante