Vai al contenuto
mauri

Modifica da naginata a katana

Messaggi consigliati

Girando in rete mi sono imbattuto in questa lama che nata come arma in asta è poi stata modificata in katana, per la sua linea e per la sua bellezza è stato amore a prima vista.

 

Solo infatuazione......

 

Hoju Naginata Naoshi Katana

 

Period Nanbokucho (1336 - 1392)

 

Form Naginata Naoshi Katana

 

Mei Mumei

 

Nagasa 65 cm

 

Sugata Shobu-zukuri

 

Sori Saki-zori

 

Sori measurment 1.6 cm

 

Mune Iori mune

 

Kasane 10 mm

 

Motohaba 3,2 cm

 

Sakiaba 3,1 cm

 

Nakago condizion Osuriage

 

Nakago shape Standad with kiri jiri

 

Mekugiana 2

 

Yasurime Kiri

HJ_0033.jpg

HJ_0025.jpg

HJ_0032.jpg

hj_0236.jpg

hj_0244.jpg

hj_0246.jpg

hj_0249.jpg

HJ_440236.jpg

HJ_Nakago.jpg

Hojyu_Full_0009.jpg

 

 

Preso da: http://www.nihontocr...shi_katana.html

  • Like 2

"Io sono Anarca non perché disprezzi l'autorità ma perché ne ho bisogno. Così, non sono nemmeno un miscredente, bensì uno che esige cose degne di fede".

 

Ernst Jünger

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ha il Kasane di uno yoroi-doshi. :shock:

Ho trovato molto interessante la storia della spada.


La vittoria è di colui,

ancor prima del confronto,

che non pensa a sè

e dimora nel non-pensiero della grande origine.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Queste lame, pur essendo molto interessanti, incontrano spesso un minore favore di mercato rispetto a lame "normali" dello stesso periodo (forse per le differenti geometrie, oppure per la profonda riduzione del codolo con perdita di firme e date)

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sicuramente è come dici Tu, ne avevo già viste altre di lame modifiocate in questo modo ma devo dire che almeno a mio modo di vedere questa risulta particolare ed anche la politura ne mette in evidenza tutti i pregi, certo dalla sua nascita le modifiche devono essere state molte, però ancora vedendola così mantiene una sua armonia e integrità strutturale.

  • Like 1

"Io sono Anarca non perché disprezzi l'autorità ma perché ne ho bisogno. Così, non sono nemmeno un miscredente, bensì uno che esige cose degne di fede".

 

Ernst Jünger

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Cari amici,

 

io non sono espertissimo (nello specifico) e non vorrei mettermi a discutere su cose che conosco poco, però c'è qualcosina che non capisco ...

 

Nel periodo Nambokucho, le bukezukuri (katana) non esistevano ancora; le tachi dell'epoca erano solitamente parecchio più lunghe di 65 cm, oltre al fatto di essere appunto tachi (due mekugiana confermerebbero, le armi in asta però ne avevano solitamente uno solo) in quel periodo le costruivano più lunghe che non in altri periodi.

 

Sicuramente la lama non ha lo yokote né la forma di una naginata del periodo Edo, però la sensazione è che questa lama avrebbe potuto essere non una naginata bensì una nagamaki ... anche considerando il periodo ...

 

A vedere il nakago potrebbe aver subito un deciso suriage, ma se guardiamo lo spessore nei pressi dello habakimoto (la foggia che le è stata data in quello specifico punto) vediamo che potrebbe anche essere stata forgiata proprio così ...

 

C'è qualcuno che potrebbe aiutarmi a risolvere questi dubbi ?

  • Like 1

Un proverbio orientale recita: "La verità non suona bene all'orecchio".

Le persone, in genere, tendono a preferire le cose piacevoli alle cose vere:

Per quanto nelle mie possibilià, ricerco le cose vere ... anche se dovessi riscontrarle spiacevoli.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Effettivamente quello che dici potrebbe essere vero, questo però aprirebbe seri dubbi su come vengono fatte le valutazioni delle lame dagli esperti del settore, non ho dubbi che la lunghezza della lama possa essere stata diversa e nemmeno che le modifiche apportate possano essere frutto di più di un ripensamento, senza contare che da come la vediamo ora e da quello che ne sappiamo non si può affermare con certezza che queste modifiche non siano state fatte per necessità; che a livello di nakago queste siano state anche molto importanti lo dimostra il mekugi ana vicino al nakago jiri che essendo decentrato ci può far pensare che quando questo era in uso la lama stessa dovesse avere addirittura un'altra curvatura, da quello che c'è sul Nagayama potrebbe trattarsi di una lama Nagamaki naoshi.

Ba a questo punto tutto potrebbe..........

Posto immagini che in questo caso forse incasineranno ancora di più il discorso:

naos-juyo2.jpg

Presa da: http://www.japanischesschwert.com/

s16a_kanesada_nagamaki.jpg

s16b_kanesada_nagamaki.jpg

Prese da: http://www.ricecrack..._swords/s16.htm

525.jpg

Presa da: http://www.juwelier-...hwerter/525.jpg

Modificato: da mauri
  • Like 2

"Io sono Anarca non perché disprezzi l'autorità ma perché ne ho bisogno. Così, non sono nemmeno un miscredente, bensì uno che esige cose degne di fede".

 

Ernst Jünger

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

... questo però aprirebbe seri dubbi su come vengono fatte le valutazioni delle lame dagli esperti del settore ...

 

Non tutti coloro che scrivono di lame giapponesi (anche sui libri, e men-che-meno in rete) ne sono veri esperti.

 

A parte i "Grandi Maestri", personalmente mi fido solo della mia esperienza e cultura (fin dove arriva, non sono certo onniscente) e delle mie sensazioni (che anche secondo il buddhismo, quest'ultime, non mentono mai).


Un proverbio orientale recita: "La verità non suona bene all'orecchio".

Le persone, in genere, tendono a preferire le cose piacevoli alle cose vere:

Per quanto nelle mie possibilià, ricerco le cose vere ... anche se dovessi riscontrarle spiacevoli.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Le lame in shobuzukuri mi hanno sempre affascinato, specialmente le katana (come la prima del terzo messaggio di mauri).

L'ipotesi nagamaki non sarebbe male (il kasane potrebbe coincidere) ma il sugata della lama lo escluderebbe, difatti le nagamaki erano meno panciute al centro, presentavano fumbari fino allo habaki.


<!-- isHtml:1 --><!-- isHtml:1 --><em class='bbc'>Insisti, Resisti e Persisti...Raggiungi e Conquisti!<br /><img src='http://www.intk-token.it/forum/uploads/monthly_11_2008/post-34-1227469491.jpg' alt='Immagine inserita' class='bbc_img' /><br /></em>

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

E' difficile trovare ubu token del periodo Nambokucho e questa di cui discutiamo non fa eccezione.Basti tenere conto dello spessore del motokasane e di come i rispettivi hi scompaiano irregolarmente lungo il nakago-ji man mano che si avvicina al nakago-jiri.L'hi su Ura e Omote sono naginata-hi accompagnati da soe-hi.Il soe-hi è ancora particolarmente evidente nella porzione di nakago-ji nei pressi del sabikiwa in entrambe i lati e scompare già nell'habakimoto.

Nel corso delle guerre che sconvolsero il Giappone anticamente non si andò tanto per il sottile adattando alle diverse e moderne esigenze di combattimento quelle che in senso unanime venivano considerate come le più potenti e affidabili armi da battaglia esistenti.Il valore di mercato non c'entra.

Durante il periodo delle due corti imperiali ci fu un rifiorire della produzione armaiola,e non è un caso che al periodo Nambokucho appartengono numerse spade di qualità eccelsa.

Non esiste poi una netta distinzione tra nagamaki e naginata.Il significato originario della parola nagamaki si riferiva non al sugata della lama ma all'asta in particolare.La parola tradotta letteralmente significa "lungo manico avvolto".Nel corso dei secoli si è usato entrambe le diciture arbitrariamente e si è passati ad indicare sommariamente con consuetudine "nagamaki" alabarde di notevoli dimensioni.Usare una o l'altra dicitura non comporta una grossa differenza,è questione di abitudine. :arigatou:


La vittoria è di colui,

ancor prima del confronto,

che non pensa a sè

e dimora nel non-pensiero della grande origine.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il riferimento all'etimologia è questo infatti, però si indica come nagamaki usualmente una spada che presente una lama come quelle in questione ma con asta o tsuka vera e propria di dimensioni pari alla lama o di poco superiori.

Modificato: da Musashi

<!-- isHtml:1 --><!-- isHtml:1 --><em class='bbc'>Insisti, Resisti e Persisti...Raggiungi e Conquisti!<br /><img src='http://www.intk-token.it/forum/uploads/monthly_11_2008/post-34-1227469491.jpg' alt='Immagine inserita' class='bbc_img' /><br /></em>

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il riferimento all'etimologia è questo infatti, però si indica come nagamaki usualmente una spada che presente una lama come quelle in questione ma con asta o tsuka vera e propria di dimensioni pari alla lama o di poco superiori.

 

C'è anche chi classifica in base ad alcuni elementi particolari.Sarà stata schedata evidentemente come naginata-naoshi proprio in virtù del naginata-hi.


La vittoria è di colui,

ancor prima del confronto,

che non pensa a sè

e dimora nel non-pensiero della grande origine.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ne ho trovata una molto somigliante:

 

Questa ha pure lo yokote...


<!-- isHtml:1 --><!-- isHtml:1 --><em class='bbc'>Insisti, Resisti e Persisti...Raggiungi e Conquisti!<br /><img src='http://www.intk-token.it/forum/uploads/monthly_11_2008/post-34-1227469491.jpg' alt='Immagine inserita' class='bbc_img' /><br /></em>

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Vi posto disegni delle lame e loro differenze:

nagamaki.gif

naginata.gif

 

Presi da: http://nihonto.pri.ee/naginata.html

Questo ciò che si intende per Nagamaki

Richard-Stein-Nagamaki.gif


"Io sono Anarca non perché disprezzi l'autorità ma perché ne ho bisogno. Così, non sono nemmeno un miscredente, bensì uno che esige cose degne di fede".

 

Ernst Jünger

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

In verità quando si parla di Nagamaki-nashi ci si riferisce,in alcuni casi,ad alcune lame ubu che presentano un Nagamaki-naoshi zukuri.Durante il periodo Shinshinto e Gendaito possiamo trovarne diversi esempi.


La vittoria è di colui,

ancor prima del confronto,

che non pensa a sè

e dimora nel non-pensiero della grande origine.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Nel sito che avevo pstato sopra ci sono anche le varie forme e alcune lunghezze nei vari periodi, c'e solo da capire quanto sia attendibile.

 

varajane_naginata_v.gif

naginata_ajalugu.gif

  • Like 1

"Io sono Anarca non perché disprezzi l'autorità ma perché ne ho bisogno. Così, non sono nemmeno un miscredente, bensì uno che esige cose degne di fede".

 

Ernst Jünger

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, Registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

Caricamento

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante