Vai al contenuto
paolo placidi

Militari Americani e Spade Giapponesi

Messaggi consigliati

Buongiorno a tutti,

 

 

ricordo che nel Forum sono state inserite immagini relative alle requisizioni (e .... distruzioni) fatte dai militari americani di spade giapponesi alla fine della seconda guerra mondiale.

 

Ho dedicato più di un'ora alla ricerca ma non non sono riuscito a trovare nulla - sicuramente non ho impostato nel campo "ricerca" i termini corretti.

 

Qualcuno è in grado di aiutarmi ?

Grazie :arigatou:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

E' vero che che testavano le lame su sbarre d' acciaio?


Il pino proietta la sua ombra sul muro.

La luna riflette sull'acqua.

Davvero non siamo nulla.

Sia il cielo e dare un lungo grido

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

E' vero che che testavano le lame su sbarre d' acciaio?

 

A dire il vero c'è ancora chi testa così le proprie lame.


La vittoria è di colui,

ancor prima del confronto,

che non pensa a sè

e dimora nel non-pensiero della grande origine.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

 

questa è terribile .. Ve come tiene il saya.

Surren14.jpg


Alla fine del vento

Ancora cadono le foglie ..

..Un falco lancia il suo grido

Si fa più fondo il silenzio dei monti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non ero a conoscenza di tale pratica estrema , molto interessante l'articolo , che spreco per le lame rouletterussa.gif


Il pino proietta la sua ombra sul muro.

La luna riflette sull'acqua.

Davvero non siamo nulla.

Sia il cielo e dare un lungo grido

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Mamma mia che brutta scena...povere spade...tutte ammassate così...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Per quanto la maggior parte probabilmente fossero Gunto di produzione di massa,

deve essere stato un vero e proprio scempio ... di solito i vincitori delle guerre conservano

gelosamente le opere d' arte dei paesi sconfitti ... gli USA invece ... :brooding:


Ognuno di noi nasconde dentro di sè una scintilla divina, basta saperla cercare.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Purtroppo la confisca non ha riguardato solo le lame militari, ma l'idea era appunto quella di togliere al Popolo Giapponese quell'identità considerata pericolosa e che aveva la sua massima espressione nella spada, in questo modo se ne sono andati anche i Tesori di Famiglia, nell'altra discussione da cui questa si parla di cinque milioni di lame.


"Io sono Anarca non perché disprezzi l'autorità ma perché ne ho bisogno. Così, non sono nemmeno un miscredente, bensì uno che esige cose degne di fede".

 

Ernst Jünger

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Da sempre per i Giapponesi lo spirito e la spada sono stati strettamente correlati.

 

La spada è stata sempre vista come strumento di vita e di morte , di virtù ed onore e specialmente quale personificazione del simbolo Divino.

Si pensi come nei secoli II e III fù il possesso di una spada che aiutò a proteggere le isole giapponesi dalle numerosi invasioni dei popoli vicini , dopo tali imprese le nihonto divvennero oggetto di rito e simbolo di vittoria.

 

Gli Americani ci hanno visto giusto scegliendo tale metodo per denigrare il popolo nipponoco.


Il pino proietta la sua ombra sul muro.

La luna riflette sull'acqua.

Davvero non siamo nulla.

Sia il cielo e dare un lungo grido

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Da sempre per i Giapponesi lo spirito e la spada sono stati strettamente correlati.

 

La spada è stata sempre vista come strumento di vita e di morte , di virtù ed onore e specialmente quale personificazione del simbolo Divino.

Si pensi come nei secoli II e III fù il possesso di una spada che aiutò a proteggere le isole giapponesi dalle numerosi invasioni dei popoli vicini , dopo tali imprese le nihonto divvennero oggetto di rito e simbolo di vittoria.

 

Gli Americani ci hanno visto giusto scegliendo tale metodo per denigrare il popolo nipponoco.

 

...ok,ok, in amore e in guerra tutto e' permesso,ma almeno conservale, non distruggerle. ma se pensiamo che credevano che il Colosseo fosse in vendita...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Riordinando vecchi file , mi sono imbattuto in alcune foto sull' argomento.....

Magari sono già note o conosciute ai più ,ma le riposto , giusto per farci un po del male da soli :omg: :

 

 

 

JP WW2.jpg


Juri

 

In quiete ... come una montagna , in moto ... come un fiume

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

E che dire del Tenente Colonello W. Stickney ,che a Guadalcanal non trovo niente di meglio della spada di un ufficiale giapponese per affettare una torta ?

 

WW2.jpg

 

 

 


Juri

 

In quiete ... come una montagna , in moto ... come un fiume

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, Registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.


Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante