Vai al contenuto
mauri

Lavorazione del tsukamaki senza menuki

Messaggi consigliati

Vi posto le immagini di una tsuka lavorata senza l'inserimento dei menuki al posto dei quali è stato fatto un nodo, una soluzione semplice ed interessante.

prese dal sito: http://www.yk.rim.or...sui/happyo.html

60-1-1.jpg

60-2-1.jpg

60-2-2.jpg


"accorciati la firma". Ernst Jünger

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

che stranon, non l'avevo mai nista una cos simile

a che pro tutto cio? non ne capisco il motivo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

risparmiare sui menuki! :marrotolo::gocciolone:

 

Scherzi a parte tutto lo stile del koshirae mi pare molto pragmatico ed essenziale, non mi sorprende quindi che anche per i menuki si sia scelto un approccio minimalista.



Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

secondo me è molto particolare anche la tsuba? ma ' metallo?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

grazie, è un koshirae interessante, anche il sageo in pelle

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Senz'altro prendo una bella cantonata e me ne scuso prima.

A me non dà l'impressione di same. Mi sembra strano come same, ha troppi spazi tra le perle ( o occhi).

Da namikawa ho avuto modo di vedere e toccare con mano tutte le qualità del same. Non ne ricordo con spazi del genere.

 

Perdonate l'osservazione in caso di errore. Sarei lieto di capire meglio.

 

Shirojiro

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Un koshirae davvero interessante, una tsuba del genere non l'avevo mai vista prima. Come detto da Mauri, una soluzione essenziale. Che sia forse una montatura da pratica? :arigatou:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Può essere benissimo. Tuttavia lo stile non è la prima volta che lo vedo.... Pochi dettagli, "inciccioniti" e con pochi colori contrastanti.

Ne ho visti almeno 3 esempi.

Il primo è stato un aikuchi koshirae a bizen osafune, lo stavano preparando per la shinsaku competition del 2007. Era rosso lucido nelle laccature, mentre le parti metalliche erano tutte in argento lucidato a specchio.

Il secondo è quello pubblicato su wikipedia, fatto da Takeyama dieci anni fa.

http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/3/35/Tachi-p1000618.jpg

Il terzo è questo :tioffrounabirra:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Un koshirae davvero interessante, una tsuba del genere non l'avevo mai vista prima. Come detto da Mauri, una soluzione essenziale. Che sia forse una montatura da pratica? aaarigatou.gif

 

Può essere, la tsuba pur essendo piu spessa è notevolmente piu piccola, (forse ha le dimensioni di quella di un Wakizashi)visivamente il tutto risulta molto armonico.


"accorciati la firma". Ernst Jünger

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

平成19年度 第60回 刀剣研磨・外装技術発表会【拵の部】

60th Token Kenma gaisou gijyutu happyoukai, in 2007 (KOSHIRAE)

(財団法人 日本美術刀剣保存協会 主催)

sponsored by Nippon Bijutsu Token Hozon Kyokai (NBTHK)

努力賞

This year's effort prize was won.

【射盾兵主神社写 黒鮫塗熏韋つまみ巻 鞘春慶塗】

"IDATEHYOUZU JINJYA UTSUSHI"

職方【鞘師:加茂孝司】・【塗師:杜川】・【柄巻師:捲仙】

SYOKUKATA"SAYA-SHI:KAMO""NURI-SHI:TOSEN""TSUKAMAKI-SHI:KENSEN"

 

se non capisco male la descrizione, questo koshirae è stato fatto per partecipare ad una competizione ed è un utsushi di una lama contenuta in un tempio.. Sono tutti kanji quindi se qualcuno ha voglia di tradurre si faccia avanti!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

E' un uchigatana koshirae modellato su un esemplare del periodo Tensho.La pratica di omettere i menuki non è infrequente,anche in esemplari di koshirae del Kyushu è possibile riscontrare tale peculiarità fino al Bakumatsu.


La vittoria è di colui,

ancor prima del confronto,

che non pensa a sè

e dimora nel non-pensiero della grande origine.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Hai per caso delle immagini diverse da quelle postate?

Sarebbe interessante vederle, per molti di noi è una novità.


"accorciati la firma". Ernst Jünger

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Se chiedi a me Mauri devo far passare un po di libri ma qualcosa trovo.

No Lorenzo,chiedevo a shimitsu masatsune, stavo scrivendo quando hai postato.

Mai visti da altre parti i nodi in quel modo, tra l'altro mi interesserebbe sapere come sono stati realizzati.


"accorciati la firma". Ernst Jünger

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante