Vai al contenuto
mauri

Koshirae in broccato Giapponese

Messaggi consigliati

Vi posto questa immagine di un koshirae particolare realizzato adoperando del broccato poi ricoperto a lacca trasparente per irrigidirlo e tenerlo incollato al saya, l'uso di questi broccati l'avevo visto solo in alcuni tsukamachi dove aveva preso il posto della pelle di razza:

 

09105koshirae.jpg

 

Preso da: http://www.aoi-art.c...tana/09105.html


"accorciati la firma". Ernst Jünger

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Bella immagine Mauri; per chi fosse interessato, degli esemplari molto belli sono visibili su rokusho n°34

http://www.japaneseswordbooks.com/51.jpg

 

e se non ricordo male sul catalogo del museo tokugawa

http://www.japaneseswordbooks.com/22St.jpg

Modificato: da Lorenzo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Personalmente non li aprezzo molto, mi sanno un pò troppo pacchiani... Vorrei far notare anche la croce sulla tsuba, che sia Kiristan?



Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non avevo notato, nella parte centrale, quella che doveva essere dorata, sembra proprio una croce ansata

 

 


"accorciati la firma". Ernst Jünger

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ne avevo già viste anche io è vero però che dorata su fondo scuro da proprio l'idea di una croce.

Quello che è triste è che la lacca ha preso il sopravento opacizzandone i colori e rendendo tutto illeggibile.

Avrebbero dovuto pensarci.


"accorciati la firma". Ernst Jünger

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

L'usanza del Broccato risale all'Heian.


La vittoria è di colui,

ancor prima del confronto,

che non pensa a sè

e dimora nel non-pensiero della grande origine.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

E' probabile che se ne vedano poche proprio per il motivo che si alterano molto rapidamente in rapporto ad altri materiali, e forse per questo sono poco usate.


"accorciati la firma". Ernst Jünger

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

questa è la saya di una mia lama... broccato affogato nella lacca...

G.

saya intera.jpg

particolare saya.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

questa e' gia' piu' "discreta", non mi dispiace anche se un po' sfarzosa...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

questa e' gia' piu' "discreta", non mi dispiace anche se un po' sfarzosa...

 

beh, questi koshirae sono molto vistosi, ma dal vivo ha un effetto incredibile... tra l'altro essendo ben conservata(senza bolle, distacchi ecc...) il disegno che si crea nella lacca, cangiante alla luce, la rende stranissima e per me bellissima...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

E' da tenere presente che i tachi koshirae venivano indossati solamente in occasioni formali e quindi unitamente alle armature. Direi che è anzi raro vedere dei koshirae di tipo tachi che siano "discreti"!:hehe:


______________________
Giuseppe Piva
www.giuseppepiva.com

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Molto bella, hanno attirato la mia attenzione i toni cupi e le decorazioni sul saya, che rendono tutto in un insieme scuro, brunito...

solo una cosa un capisco che mi ha incuriosito... di cosa è fatto lo Tsuka-ito? nella penultima immagine si vede l'impugnatura, non sembra fatto di stoffa, sembra un materiale solido.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante