Vai al contenuto
lineripaolo

Autorizzazioni per acquisto

Messaggi consigliati

Cari Signori, so che questo problema è già sorto innumerevoli volte ma voglio rendervi partecipi di quello che è successo a me. la settimana scorsa si y bay era all'asta una gendaito con mei hiro michi che è stata venduta acirca 2000 dollari. Io mi sono astenuto da fare delle offerte perchè non avevo da parte della questura di Alessandria, la mia città, nessun tipo di autorizzazione ne all'acquisto ne alla detenzione di tale oggetto. Oggi con l'amaro nel cuore per essermi perso una delle poche lame alla mia portata a livello economico, mi sono recato all'ufficio armi della questura della mia città e alla domanda come devo fare per acquistare una Katana affilata perciò considerata arma, mi sono sentito rispondere che la vendita delle katane è libera e perciò non avevo bisogno di nessuna autorizzazione. A questo punto la prossima volta, se mai succederà, comprerò tranquillamente quello che mi viene offerto. A me la cosa pare molto strana, chiedo umilmente il vostro saggio parere, grazie.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Come hai già detto Tu, ne abbiamo già trattato sul forum, ognuno ha una sua idea ed alcune sono totalmente contrastanti, nel forum non siamo in grado di darTi la certezza di come comportarTi perchè in questo campo dipende da come viene interpretato il TULPS di cui Ti allego : http://www.earmi.it/ http://www.fmj.it/110_75.htm

Il consiglio che Ti posso dare è di seguire l'interpretazione che ne danno gli Organi Competenti della tua zona di residenza.

Modificato: da mauri

"accorciati la firma". Ernst Jünger

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Guarda è capitato di recente anche a me, che già mi ero preparato a chissà quali richieste, quando ho visto il pacco fermo in dogana.

In realtà mi hanno richiesto solo la fattura checcevofa.gif (ma ho inviato anche il porto d'armi) e mi hanno sdoganato il pacco con la seguente dicitura :

 

"Katane, coltelli, spade altri ornamentali e loro parti non si rilascia n.o. questura ai sensi art. 45 II comma del registro di esecuzione testo unico delle leggi di pubblica sicurezza"

 

Questo episodio, solo a titolo informativo, è in contrasto con quanto ho saputo dalla questura che, a loro detta, interrogata sulla questione, ha preso la linea più restrittiva, ossia di considerare una katana con filo un'arma propria (interpretazione condivisibile secondo me).

 

Insomma non esiste una pratica uniforme ma il munirsi dei nulla osta necessari e seguire alla lettera ogni procedura come richiesto dalle autorità competenti (fosse anche compilare un prestampato) è un buon modo per aiutare loro a sveltire le pratiche.

 

Dall'altra parte ricordiamoci che non abbiamo necessariamente un nemico. Devo dire che questa cosa mi è venuta in mente contattando la polizia, la dogana e le poste, amministrazioni di cui ho letto peste e corna, ed invece in pochi minuti hanno cercato tutti di risolvere il problema.

 

Bisogna comprendere che non siamo i soli a contattarli e ad avere richieste e quesiti da sottoporre, loro cercano di fare il loro mestiere (chi più, chi meno come in ogni luogo) ed in questo devono rispondere alle direttive dei loro capi, quindi credo che basti un pò di cortesia ed aderenza alle loro richieste per far arrivare a te il tuo pacco e dare a loro un problema in meno da risolvere.

 

GTO


"come le belle donne, anche le spade, ad un certo punto si stancano di essere solo osservate"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

...tanto per aggiungere una goccia al mare, scaricato da sito della CIK, un pdf con le fotocopie di due documenti rilasciati dalle questure di Milano e Torino, che potrebbero costituire un precedente in situazioni un po' nebulose

Questure.pdf

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

...tanto per aggiungere una goccia al mare, scaricato da sito della CIK, un pdf con le fotocopie di due documenti rilasciati dalle questure di Milano e Torino, che potrebbero costituire un precedente in situazioni un po' nebulose

 

Grazie Nikon.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante