Vai al contenuto
Lorenzo

Avancarica - Libera vendita?

Messaggi consigliati

Offtopic ma potrebbe essere anche "l'arte della guerra"...

 

Ho visto che c'è un regolamento che liberalizza la vendita di "riproduzioni di armi ad avancarica monocolpo di modello anteriore al 1890"

 

http://www.euroarms.net/Avancarica/ML_testi/normativa_avancarica_IT.htm

 

http://www.earmi.it/diritto/faq/avancarica.htm

 

Se io invece volessi acquistare uno hinawaju (un tipo di archibugio giapponese) ad avancarica e miccia, autentico e non riproduzione? Parliamo di un arma del 1800 circa... qualcuno colleziona questo tipo di oggetti e ha esperienza in merito?

Ho la licenza di porto di fucile.

Modificato: da Lorenzo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Con la licenza di porto di fucile sei già abilitato all'acquisto di armi da fuoco. Al limite potrebbero richiederti una licenza di importazione nel caso comprassi all'estero.

 

 

http://poliziadistat...ssere_in_regola

 

Il possessore di licenza di porto d'armi o di nulla osta, può comprare e detenere:

 

  • 3 armi comuni da sparo;
  • 6 armi classificate ad uso sportivo sia lunghe che corte;
  • Un numero illimitato di fucili e carabine con calibro non inferiore a 5,6 mm con "bossolo a vuoto" di altezza non inferiore a 40 mm cioè sono quelle classificate da caccia (art. 13 della legge 157 del 1992);
  • 8 armi complessive tra: antiche di importanza storica prodotte prima del 1890 o con avancarica, originali; artistiche che presentano particolari finiture o fattezze come ricami in oro o pietre preziose; rare che siano in un numero limitato di esemplari - può esserlo anche la singola arma legata ad un particolare evento o personaggio storico (D.M. 14 aprile 1982);
  • 200 cartucce per arma comune (art. 97 Regolamento TULPS);
  • 1.500 cartucce per fucili da caccia (art. 97 Regolamento TULPS);
  • 5 chili di polveri da caricamento.


"come le belle donne, anche le spade, ad un certo punto si stancano di essere solo osservate"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

bene, diamo il via alla guerra! :happytrema: Scherzo ovviamente.

 

Thanks; sapevo di poter acquistare tranquillamente armi da fuoco ma non avevo in mente che le avancariche antiche rientrassero tra queste.

 

Grazie.

Modificato: da Lorenzo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Con la licenza di porto di fucile sei già abilitato all'acquisto di armi da fuoco. Al limite potrebbero richiederti una licenza di importazione nel caso comprassi all'estero.

 

 

http://poliziadistat...ssere_in_regola

 

 

 

Ma che palle questi che pretendono anche di regolamentare le armi artistiche con oro o pietre preziose: forse che uno deve denunciare anche la gioielleria, gli orologi ed i tappeti antichi che ha in casa?:polliceverso:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

E' abbastanza raro trovare un teppou in ottime condizioni per usarlo per il tiro.


La vittoria è di colui,

ancor prima del confronto,

che non pensa a sè

e dimora nel non-pensiero della grande origine.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ma la cosa più assurda è che le repliche dei fucili ad avancarica sono di libero acquisto ma la polvere nera per farli sparare no...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

...ma la polvere nera per farli sparare no...

 

E mi sembra un accorgimento sensato, abbiamo già abbastanza grane con la vendita controllata...pensa un pò al "mercatino della polvere nera" e agli apprendisti dinamitardi e terroristi.

Le regole esistono per tutelare e in prim'ordine per prevenire. Poi alcune sono discutibili, a volte anche insensate, ma nella stragrande maggioranza la ratio che le determina è da ricercare nei due pilastri di prevenzione e tutela dell'ordine pubblico.


<!-- isHtml:1 --><!-- isHtml:1 --><em class='bbc'>Insisti, Resisti e Persisti...Raggiungi e Conquisti!<br /><img src='http://www.intk-token.it/forum/uploads/monthly_11_2008/post-34-1227469491.jpg' alt='Immagine inserita' class='bbc_img' /><br /></em>

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Certo, sono d'accordo che fanno bene a vietare la libera vendita della polvere nera ma allora non capisco perché permettere quella del fucile... allora potrebbero permettere la libera vendita di qualunque arma da fuoco da usare come soprammobile e vietare solo quella delle munizioni.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Trattando di avancarica, si tratta di armi a colpo singolo la cui prontezza d'uso è dichiaratamente fuori norma per i tempi attuali, per cui considerate poco funzionali per un utilizzo offensivo.

Mentre la polvere usata per queste stesse armi non viene venduta giustamente senza averne titolo, si può affermare che ti puoi comperare il fucile per metterlo sopra il caminetto, se però decidi di usarlo, la polvere che comperi và denunciata e se ci vai a sparare in poligono ti fanno una scheda come una qualsiasi altra arma.


"accorciati la firma". Ernst Jünger

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante