Vai al contenuto
yatoshiAmenutsu

Saya abbondante....

Messaggi consigliati

Questo punto è interessante, e vorrei fare una domanda generale che da un po' di tempo ha attirato la mia curiosità e non ho saputo trovarne alcuna risposta.

 

Non si è mai pensato di foderare l'interno del fodero con della stoffa, invece che riporre la lama su legno nudo?

Sicuramente in lame autentiche non c'è questo problema esposto nel topic, però trovo che della stoffa morbida aiuti molto a custodire una lama su delle superfici morbide, specie se per allenamento va di continuo sfoderata e riposta velocemente.

 

Grazie in anticipo per il vostro aiuto.

 

 

 

 

- Masahiro -

L'unico sistema per preservare la saya ed avere la lama che scorre all'interno di qualche cosa facilmente controllabile è un fodero nel fodero come quello della foto che Vi posto, i costi di realizzazione però sono notevolmente più alti di una saya normale, sono poche le lame con foderi di questo tipo.

La stoffa in tutti i casi assorbe umidità e questo a discapito della lama.

 

Masakagekoshirai.jpg


"accorciati la firma". Ernst Jünger

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Interessante, non avevo mai sentito di un "fodero nel fodero". Secondo me per preservare appieno una nihonto, questo potrebbe essere uno dei metodi migliori.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ireko saya, è talmente raro che è solo la seconda volta che lo vedo.

 

ne avevamo parlato qui.

 

http://www.intk-token.it/forum/index.php?showtopic=4465

 

questi sono i kanji, per eventuali ricerche.

 

入子鞘

 

comunque riguardo alla discussione originale l'ireko saya è impraticabile al tuo saya, se devi romperlo per aprirlo tanto vale rifarlo e non rattoppare qualcosa di già fatto.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Concordo con Lorenzo. Aprire la saya per ripararla e poi richiuderla è garanzia di un lavoro poco preciso. Anche io consiglio di procedere con la realizzazione di un nuovo fodero , e fatto da un professionista possibilmente. Da quello che dici, i segni sulla lama dovrebbero essere dovuti ad una pulizia della lama non accurata che ha lasciato sulla superficie della stessa del materiale abrasivo e comunque se la lama "balla" all'interno della saya non è una bella cosa non fosse altro per la sicurezza tua e di chi pratica con te.

RafMan

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

rivolgendoti ad un politore che sappia cosa sta facendo...

G.

 

Effettivamente..Grazie, GianC.B.

Sai,ogni tanto il demone del "fai da te"fa capolino..(non per quanto riguarda le lame o comunque loro parti antiche;ovviamente non vado oltre la manutenzione ordinaria,ci mancherebbe..)aaarigatou.gif

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il fai da te è bellissimo e creare con le proprie mani ancor di più, ma ci vuole studio molta pratica e passione. Certo non esiste metter mano alle nihonto o le loro parti, i pochi in Italia che lo fanno hanno oltre che mani d'oro anni di studi, esperienza e molto materiale.... Per cui capisco il termine "demone" :) si rischia di fare mooolti disastri, io per il saya della lama che avevo postato ho usato 5 pezzi di magnolia... il prezzo e la qualità li sapete quindi... Il destino però è stato clemente e quella è veramente perfetta... ma come avevo scritto non lo rifarei!!! :) saluti

 

 


Il pensiero sul non pensiero...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Concordo con Lorenzo. Aprire la saya per ripararla e poi richiuderla è garanzia di un lavoro poco preciso. Anche io consiglio di procedere con la realizzazione di un nuovo fodero , e fatto da un professionista possibilmente. Da quello che dici, i segni sulla lama dovrebbero essere dovuti ad una pulizia della lama non accurata che ha lasciato sulla superficie della stessa del materiale abrasivo e comunque se la lama "balla" all'interno della saya non è una bella cosa non fosse altro per la sicurezza tua e di chi pratica con te.

RafMan

 

 

 

No non la uso per Iaido, ma sta fermissima all'abaki... anzi è bello preciso, è lungo la lama a esser largo...


Il pensiero sul non pensiero...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante