Vai al contenuto
yatoshiAmenutsu

Nuova tsuba

Messaggi consigliati

Perchè definisci "shippō tsunagi" il tipo di traforo della Tsuba ?

Se non sbaglio il termine "shippō" identifica un tipo di incrostazione realizzato con smalto vetroso - dovrebbe corrispondere al termine europeo "cloisonné"

 

Per quanto riguarda la possibile scuola di provenienza di Yukiyoshi, la vedo dura perchè di cittadine/paesi con il nome Kōfu [[ 江府 ]] ce ne sono almeno tre

- Kōfu [[ 江府 ]] in provincia di Musashi

- Kōfu [[ 江府 ]] in provincia di Hōki

- Kōfu [[ 江府 ]] in provincia di Kai

 

L'unico Yukiyoshi che ho in catalogo (però il mio catalogo non è completo) ha lavorato nel tardo Edo, abitava in Hagi, provincia di Nagato ed apparteneva alla scuola Sōshū

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Purtroppo non ho alcuna notizia in merito, però ho una Tsuba che gli assomiglia e di cui ignoro l'autore:

9.JPG

10.JPG

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie, Paolo, per le informazioni, è comunque un punto da cui partire.

Per quanto riguardala definizione di shippō (七宝) credo che significhi letteralmente Sette Tesori. Tesori spirituali (ascoltare la corretta dottrina, praticare la meditazione, ecc.) ognuno rispecchiato da un materiale prezioso e colorato (oro, argento, lapislazzulo, ecc.); era quindi un termine perfetto per descrivere la tecnica del cloisonné con I suoi multicolori smalti vitrei (peraltro introdotta in Giappone in epoca piuttosto tarda rispetto alla Cina ed alla stessa Europa). Ma shippō ha mantenuto anche il significato di decorazione “a cerchi intrecciati”, forse per l’omofonia con i kanji shi-ho, o “quattro direzioni” (questa la vendo come l’ho trovata, senza seri appoggi giustificativi).

Comunque per certo esistono kamon Con questo pattern (vedi per es. http://www.tozandoshop.com/v/vspfiles/kamon/geometry2.html).

 

Per Gaijin: bella tsuba, ora bisogna mettersi a decifrare il mei (lavoro faticoso, almeno per le mie competenze, ma vale la pena).

Saluti a tutti.


Mauro Piantanida
武士に二言無し
Έτσι, δεν γνωρίζω

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ci ho provato tempo fa ma non riuscivo proprio a trovare dei kanji simili ! pazienza :arigatou:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ci ho provato tempo fa ma non riuscivo proprio a trovare dei kanji simili ! pazienza :arigatou:

 

Non ti rammaricare !

Ho coinvolto Sandro nella "decodifica" ma senza (per ora) alcun risultato.

Sembra che i kanji usati dallo Tsubashi siano "inesistenti" sia nel dizionario giapponese che cinese.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie Paolo :arigatou: e di riflesso grazie anche a Sandro :arigatou: , ma non perdeteci tempo, infatti il primo ideogramma più che un kanji sembra un alieno del gioco ATARI Invaders :confused:

 

space-invaders-atari.gif

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

è davvero simile questa tsuba...

 

 

 

nessun problema a riaprire vecchie discussioni se possono esserci ancora spunti interessanti



Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Un'altra Tsuba kofu trovata su Yahoo Japan:

qui la descrizione del venditore

 

商品説明

 

江府住正光作の星七宝透し鐔です。

 

鉄味良好

桐箱入り

 

サイズ: 直径 7mm × 厚 5mm

 

※新物ではありません、時代物です。

 

※追加の写真はPCよりご覧ください。

 

※その他いろいろ出品しています。

tratto da : http://page15.auctio...tion/t235305062

 

 

 

 

600x525-2011091001197.jpg

 

600x525-2011091001197.jpg600x588-2011091001174.jpg

 

masamitsu2.JPG

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Mi permetterei di suggerire che la mei in foto potrebbe più probabilmente essere 江府住 正之. Per di più il nome Masayuki (正之) con questi kanji è citato da Sesko in Genealogies of Japanese Tsuba and Tôsô-Kinkô Artists (che è un testo che purtroppo non ho).

Saluti, Mauro


Mauro Piantanida
武士に二言無し
Έτσι, δεν γνωρίζω

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, Registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.


Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante