Vai al contenuto
Gisberto

[Scuola Mishina] Rai Kinmichi (Nidai e Sandai) Daisho

Messaggi consigliati

Rai Kinmichi (Nidai e Sandai)

Daisho - Scuola Mishina

A020710-1e.jpg

A020710-2.jpg

 

A020710-c.jpg

 

A020710-6.jpg

Katana

 

Mei: (Kiku mon) Izumi no kami Rai Kinmichi (Omote)

Tsukurikomi: Shinogi-zukuri, iori mune, Mihaba and Kasane nella norma.

Periodo: Edo

Scuola: Mishina

Nagasa: 61,1 cm

Sori: 1,3 cm

Moto-haba: 3,06 cm

Saki-Haba: 2,05 cm

Moto-Kasane: 0,72 cm

Saki-Kasane: 0,54 cm

Peso: 670 g

Hada: Koitame hada mischiato a Mokume, Jinie e Chikei

Hamon: Presenza di zone in nioi mischiate a Koashi in successione che divengono Sudareba e Nie kuzure, verso la metà della lama l'atmosfera cambia da dinamica a delicata e la metà superiore diviene Suguha "Nioikuchi Shimarigokoro" con Koashi

Hataraki: Koashi, Tobiyaki e Yubashiri

Bōshi: Leggero ritorno all'indietro

Nakago: Ubu, 1 mekugi ana

Yasurime: Sujikai

 

Wakizashi

 

Mei: (Kiku mon) Izumi no kami Rai Kinmichi (Omote)

Tsukurikomi: Shinoji-zukuri, iori mune, Motohaba ampio e leggermente spesso

Periodo: Edo

Scuola: Mishina

Nagasa: 51.5 cm

Sori: 1.2 cm

Moto-haba: 3,24 cm

Saki-Haba: 2.14 cm

Moto-Kasane: 0,75 cm

Saki-Kasane: 0,50 cm

Peso: 580 g

Hada: Itame, jinie e Chikkei. Nello Shinogi diventa Masame

Hamon: Konie deki Gunome Midare. Kyo Yakidashi

Hataraki: Ashi, Kinsuji e Sunagashi, appaiono alcuni Tama, il bordo dello Ha è in Nie ed è luminoso.

Bōshi: Sulla punta diventa affilato e con un leggero ritorno all'indietro

Nakago: Ubu, 1 mekugi ana

Yasurime: Sujikai

 

 

La Katana è del nidai Rai Kinmichi e il Wakizashi del sandai Rai Kinmichi.

 

Relativamente alla Katana, il Koshiba riflette il Sue Seki, e il Suguha con koashi mostra l'eleganza del koto. Il Wakizashi invece ha un'aria affascinante e la mei è incisa con uno scalpello largo. Le differenze stilistiche dei due forgiatori si riflettono bene nelle diverse caratteristiche delle due lame, anche se ci fu una intensa collaborazione tra i due.

 

Esiste una teoria secondo cui il nidai e il sandai siano la stessa persona in due diverse fasi di evoluzione dello stile.

Modificato: da Gisberto

Gisberto (ex nick Koala)

 

Persevera nell'addestramento come se fossi una spada che deve essere forgiata con il più puro dei metalli. (Takuan Soho)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Davvero bellissime entrambe le lame, pur mostrando caratteristiche piuttosto originali (l'hamon misto con il boshi appuntito nel dai, l'hamon con le creste scomposte nello sho) appaiono molto eleganti.



Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie Gisberto, per me questo è un esempio di bellezza altissima, apprezzo l'hamon misto, il sugata della katana è nel complesso... perfetto, il kissaki è ....!!! Continuo a guardare le foto...:arigatou:


Il pensiero sul non pensiero...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

interessante hamon, che dovrebbe garantire più elasticità alla parte estrema della lama, man mano che si arriva alla fine più durezza e quindi fragilità, ma compensata dalla maggiore consistenza della lama. della bellissima lama

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, Registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

Caricamento

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante