Vai al contenuto
petrus73

presentazione

Messaggi consigliati

Salve a tutti mi chiamo Fabio ho 37 anni e sono di Roma.

 

Cosa ne pensate di questo wakizashi?

 

premetto che la lama è in alcune parti di colore giallo per il grasso applicato e non l'ho mai smontata per paura di danneggiarla

 

http://i56.tinypic.com/2wh0e9v.jpg

 

http://i51.tinypic.com/2zef8ma.jpg

 

2wh0e9v.jpg

2zef8ma.jpg

Modificato: da Musashi

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Fabio, benvenuto sul forum. Il tuo wakizashi non è in ottime condizioni purtroppo, ma forse potresti pensare ad un intervento di recupero sia per il koshirae che per la lama (ammesso che ne valga la pena). Comprendo la tua preoccupazione nel smontarlo, tuttavia se lo facessi potremmo forse riuscire ad estrapolare qualche informazione in più :arigatou:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Fabio e benvenuto.

mauri


"accorciati la firma". Ernst Jünger

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao e benvenuto.

 

Carina. Si candida ad essere qualcosa di interessante, le montature non sono niente di che ma bello il nurizaya con samekawa e lo tsukamaki. Quella roba gialla è appunto grasso o altre componenti che stanno sopra la lama, in attesa di un eventuale restauro o qualsivoglia intervento è meglio lasciarla cosi' perché almeno blocca l'ossigeno e impedisce alla lama di ossidarsi.

Purtroppo però devo dirti che a causa proprio di quell'intervento non potrai mai più utilizzare le montature attuali nel caso di un eventuale restauro.

 

Le geometrie della lama che sono le uniche cose visibili sembrano buone e costanti, quindi è probabile che nessun intervento fai da te di restauro sia stato eseguito finora... ma non si può dire nulla con queste foto.

 

Scegli se farla restaurare e in tal caso sappi che dovrai mettere in conto anche uno shirasaya nuovo.

 

Con la funzione di ricerca del forum trovi tutte le informazioni necessarie, in caso contrario chiedi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

benvenuto,

 

la tua lama sembra interessante, il koshirae è ancora in discreto stato e la lama, sebbene da restaurare, non mostra gravi danni.

 

Evita di appoggiarla su superfici grezze come nella foto...

 

Se smonti l'impugnatura e ci fai vedere il nakago possiamo dirti qualcosa in più.



Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

In attesa di poter vedere qualcosa di più, ti do anch'io il mio benvenuto.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao e benvenuto.

 

Il waki è proprio bellino. Quel grasso però...!

Noto che la saya è priva di kurigata, ed ha un sageo...strano.

Chi mi illumina ?

 

GTO


"come le belle donne, anche le spade, ad un certo punto si stancano di essere solo osservate"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao e benvenuto.

 

Il waki è proprio bellino. Quel grasso però...!

Noto che la saya è priva di kurigata, ed ha un sageo...strano.

Chi mi illumina ?

 

GTO

Non penso sia pivo di kurigata, è probabile che la testa in metallo sia parte di questa molto probabilmente con un anello sempre di metallo, tipo questo:

 

 

gold-tanto7.jpg


"accorciati la firma". Ernst Jünger

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

grazie mauri, sempre prezioso ! ;-)

 

GTO


"come le belle donne, anche le spade, ad un certo punto si stancano di essere solo osservate"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao! quando ho ricevuto questo Wakizashi la lama era già cosparsa di grasso.

 

Perchè in caso di restauro non posso usare le stesse montature? mi dispiacerebbe!

 

Comunque ho deciso di provare a smontarla così voi magari potreste darmi qualche consiglio visto che non sono un esperto in materia.

 

grazie ciao Fabio

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

perche' il fodero e' sporco della stessa roba che c'e' sulla lama.

 

Bisognerebbe al limite aprire il saya per pulirlo ma penso che il rivestimento si rimperebbe irrimediabilmente, forse fose si potrebbe fare un ritocchino. Che ne dici Lorè?

 

Quanto alla spada, la montatura in same sembra carina davvero.

La lama in se invece non mi sembra messa malissimo, peraltro h aun sugata carino, è in shobu zukuri, anzi mi sembra naginata naoshi. E' in pessimo stato di conservazione ma non mi pare ci siano difetti irrimediabili, mi sembra - a prima vista - recuperabilissima.

Così per darti un'idea, questa è una lama prima del restauro --> http://www.intk-token.it/forum/index.php?showtopic=3841

e questa è la stessa lama dopo il restauro --> http://www.intk-token.it/forum/index.php?showtopic=4986

 

Per adesso la cosa importante è non pulire la lama con prodotti, carte, ecc...non lasciarla in luoghi umidi ma tenerla all'asciutto.

 

In secondo luogo, prova a smontarla tutta. Dovresti togliere l'impugnatura (rimuovendo l'apposito perno, ecco dei video che ti mostreranno come -

-
).

In seguito prova a fotografare la parte che stava sotto l'impugnatura e la lama nuda per intero, vediamo un pò cosa possiamo scoprire.

Modificato: da Musashi

<!-- isHtml:1 --><!-- isHtml:1 --><em class='bbc'>Insisti, Resisti e Persisti...Raggiungi e Conquisti!<br /><img src='http://www.intk-token.it/forum/uploads/monthly_11_2008/post-34-1227469491.jpg' alt='Immagine inserita' class='bbc_img' /><br /></em>

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Purtroppo nel samezaya la pelle di razza è giuntata al centro del lato ura, e non in corrispondenza con la zona di incollaggio delle valve. Per aprire il saya bisogna irrimediabilmente romperlo. non c'è nulla da fare, usarlo su di una lama di fresca politura è troppo pericoloso.

Modificato: da Lorenzo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ok sono riuscito a smontarla è stato più facile di quello che pensavo, peccato non è firmata!

IMG_2062.JPG

IMG_2065.JPG

IMG_2066.JPG

IMG_2067.JPG

IMG_2068.JPG

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ti prego dimmi che non hai tolto tu la ruggine dal codolo...

 

Mah... Lorenzo che strano questo nakago, strano nel colore, voglio dire, in effetti sembra polito, ma ingrandendo l'immagine non ho trovato segni abrasivi di politure casalighe, le uniche che potrebbero esser responsabili della rimozione di ossido dal nakago... Peccato, il wakizashi in questione è un bel pezzo, almeno come linee generali.. il koshirae molto interessante, o comunque troppo per lo stato di mantenimento... il grasso??


Il pensiero sul non pensiero...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, Registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.


Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante