Vai al contenuto
mauri

Tsuba con simboli cristiani Kakure Kirishitan

Messaggi consigliati

Probabile tsuba di un samurai cristiano del 1700:

 

Possible christian stuba tsuba%2011%20copy.jpg

 

Preso da: http://www.nihontoan....com/fso264.htm

 

 

Essendo una cosa cosi' importante un samurai cristiano l'avrebbe messa piu' in evidenza.

E poi sotto ci sarebbe un minimo di incisione.

In genere gli tsuba venivano prima inci si e poi colorati,in genere.


Tra i fiori il ciliegio, tra gli uomini il guerriero.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

<!-- isHtml:1 --><!-- isHtml:1 --><em class='bbc'>Insisti, Resisti e Persisti...Raggiungi e Conquisti!<br /><img src='http://www.intk-token.it/forum/uploads/monthly_11_2008/post-34-1227469491.jpg' alt='Immagine inserita' class='bbc_img' /><br /></em>

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

bella, anche se in questo caso (nanban) sappiamo bene che questo stile faceva collage di immagini, lettere e numeri senza senso perche` dal gusto esotico, come noi quando andiamo in giro con i vestiti con ideogrammi stampati senza sapere cosa significhino (ho visto una ragazza con scritto "economica" sul seno quest`estate... ci ho anche fatto un mezzo pensierino :happytrema: )

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Essendo una cosa cosi' importante un samurai cristiano l'avrebbe messa piu' in evidenza.

E poi sotto ci sarebbe un minimo di incisione.

In genere gli tsuba venivano prima inci si e poi colorati,in genere.

Come viene descritto in "Shogun" e in testi di storia medievale giapponese, non tutti i feudi erano liberi di professare il cristianesimo, per cui in taluni casi quella croce poteva essere, invece, molto evidente... :arigatou:


Il pensiero sul non pensiero...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Anche se il simbolo non fosse coevo alla forgiatura della tsuba, mi pare evidente che sia stato posto coperto dal seppa, come simbolo nascosto.

Non è la prima volta che vediamo una cosa simile, si può considerare una specie di distintivo da mostrare solo al momento opportuno, altrimenti che si sarebbe permesso di smontare la lama di un samurai?

 

Nei territori dove la cristianità era duramente repressa è possibile che i credenti si organizzassero in riunioni segrete per praticare le messe, in questi frangenti un simbolo nascosto (e il rischio che costituiva portarlo) poteva essere una delle poche cose valide per dimostrare agli altri la propria fede.



Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ieri sono stato a casa di un amico che mi ha mostrato alcuni pezzi appartenuti ad un Daimyou che fu kakure. In particolare degli splendidi sode con croci sotto entrambe le spalle, dipinte sulla fodera interna. Poi una tsuba con lo stesso simbolo. Fece della croce un mon, che fu poi convertito usando parte del kanji della famiglia honda per fare in modo da sottointendere la croce... una storia terribilmente lunga che per ora non ho tempo di approfondire qui, ma magari piu` avanti ne parleremo nel dettaglio.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

tanto per rimanere in tema

 

1297476407_2.jpg

 

https://www.aoi-art.com/auction/auction.cgi?acc=disp&no=1297476327&t=1213703271

Modificato: da Musashi

<!-- isHtml:1 --><!-- isHtml:1 --><em class='bbc'>Insisti, Resisti e Persisti...Raggiungi e Conquisti!<br /><img src='http://www.intk-token.it/forum/uploads/monthly_11_2008/post-34-1227469491.jpg' alt='Immagine inserita' class='bbc_img' /><br /></em>

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Anche queste tsuba riportano chiaramente una simbologia cristiana, quella del tralcio e della vite, una unione mistica tra il Cristo ed il Cristiano,. Infatti Gesù paragona lo stretto legame che esiste fra Lui e i Suoi come l'unione del tralcio con la vite: "Io sono la vite, voi siete i tralci. Colui che dimora in me e nel quale io dimoro, porta molto frutto". Certamente il tralcio e la vite potevano passare più inosservati, o meglio, mimetizzati rispetto alla croce, nei tempi della repressione giapponese della cristianità, come il simbolo del pesce nei primi tempi del Cristianesimo. La storia che si ripete, quale testimonianza dello scorrere del tempo e delle situazioni economiche e politiche.

11Masayoshi.jpg

11choshu.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, Registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

Caricamento

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante