Vai al contenuto
Akira Metalhead

Verniciatura Saya

Messaggi consigliati

Mi hanno regalato una katana per natale, davvero bella, affilata, con la sua valigetta completa di tutti gli attrezzi per la manutenzione della lama, tsuka in vera pelle di razza, davvero un bel pezzo. Unico difetto il colore, che invece di essere nera classica, è blu, e il saya ha delle orribili striature dorate che me la fanno sembrare una cinesata pazzesca. Secondo voi come potrei riverniciare il saya? Alcuni mi hanno consigliato di portarlo da un falegname, farlo riportare a legno e farlo rilaccare, però altri mi hanno detto che cosi si potrebbe rompere il fodero dato che la laccatura da togliere è troppo spessa, quindi mi hanno consigliato anzi di passarci uno strato di aggrappante e poi darci delle vernici magari smaltate. Voi cosa mi consogliate di fare?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ho solo un dubbio: "sembra una cinesata" o "è una cinesata".

 

Se è una nihonnto ti sconsiglio di toccarla in alcun modo, piuttosto posta delle foto e facci vedere di che si tratta,

 

Se invece è una imitazione, questo forum non è il posto adatto per discuterne, però almeno la puoi decorare come preferisci.

 

Attento che anche se affilate, le cinesate spesso non sono adatte all'uso, anzi sono molto pericolose. Inoltre la detenzione di lame affilate è illegale senza la denuncia di pòssesso e relativa autorizzazione rilasciata dalla questura.


Gisberto (ex nick Koala)

 

Persevera nell'addestramento come se fossi una spada che deve essere forgiata con il più puro dei metalli. (Takuan Soho)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ho solo un dubbio: "sembra una cinesata" o "è una cinesata".

 

Se è una nihonnto ti sconsiglio di toccarla in alcun modo, piuttosto posta delle foto e facci vedere di che si tratta,

 

Se invece è una imitazione, questo forum non è il posto adatto per discuterne, però almeno la puoi decorare come preferisci.

 

Attento che anche se affilate, le cinesate spesso non sono adatte all'uso, anzi sono molto pericolose. Inoltre la detenzione di lame affilate è illegale senza la denuncia di pòssesso e relativa autorizzazione rilasciata dalla questura.

 

 

Non è una Nihonto (purtroppo) è una spada Fudoshin, prodotta semi artigianalmente, niente di che, però per non essere una Nihonto ortiginale è molto bella.

 

E' questa qui: http://www.elitropi.it/katana-fudoshin-p-348.html

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non è una Nihonto (purtroppo) è una spada Fudoshin, prodotta semi artigianalmente, niente di che, però per non essere una Nihonto ortiginale è molto bella.

 

E' questa qui: http://www.elitropi....shin-p-348.html

 

Bella definizione me la segno. :marrotolo:

 

GTO


"come le belle donne, anche le spade, ad un certo punto si stancano di essere solo osservate"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sicuramente è un bel regalo di Natale, ma non ha assolutamente niente a che vedere con le Nihonto.

Riguardo il saya, non so cosa dirti.

Portarlo da maestri artigiani è solo uno spreco di soldi e di tempo, quindi l'unica chance è di chiedere magari a qualche familiare, o magari qualche conoscente che ha un po' più di dimestichezza con vernici e trattamenti di riverniciarlo a tuo piacimento. Tutto qui.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Molti in questo forum si sono avvicinati al mondo delle Nihonto passando attraverso queste lame, a volte tendono a dimenticare che questo è avvenuto o ancora peggio l'hanno rimosso, noi non ci interessiamo di queste ma a volte ne parliamo come nel post Scheletri Nell'armadio , impara a trattarla bene, magari anche quando con lo studio ti sarai reso conto della differenza con una originale, vorrà solo dire che sei andato avanti e forse proprio per merito suo.


"Io sono Anarca non perché disprezzi l'autorità ma perché ne ho bisogno. Così, non sono nemmeno un miscredente, bensì uno che esige cose degne di fede".

 

Ernst Jünger

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il topic "scheletri nell'armadio" rimane sempre uno dei più divertenti nella storia di questo forum. la collezione di copriletti è qualcosa di imperdibile :happytrema:


Mani fredde, schiena curva, odore di pietre bagnate. Questo è il togi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il topic "scheletri nell'armadio" rimane sempre uno dei più divertenti nella storia di questo forum. la collezione di copriletti è qualcosa di imperdibile 18happytrema.gif

 

 

Va bene grazie mille, guarderò cosa riesco a fare.

Io posso dire di avere una discreta collezzione di scheletri nell'armadio. Ma neanche una Nihonto (non penso di ritenermi neanche degno di possederla)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il topic "scheletri nell'armadio" rimane sempre uno dei più divertenti nella storia di questo forum. la collezione di copriletti è qualcosa di imperdibile :happytrema:

 

Lunga vita agli scheletri nell'armadio!

 

tioffrounabirra.gifnumerouno.gif17gocciolone.gif

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Molti in questo forum si sono avvicinati al mondo delle Nihonto passando attraverso queste lame, a volte tendono a dimenticare che questo è avvenuto o ancora peggio l'hanno rimosso, noi non ci interessiamo di queste ma a volte ne parliamo come nel post Scheletri Nell'armadio , impara a trattarla bene, magari anche quando con lo studio ti sarai reso conto della differenza con una originale, vorrà solo dire che sei andato avanti e forse proprio per merito suo.

 

Sono più che convinto della affermazione di Mauri, e continuo dicendo che non si nasce imparati, per cui occorre studiare e studiare per avere una preparazione e così in ogni campo. Si cercano gli approfondimenti se permane l'interesse e la volontà di apprendere le particolarità di un dato argomento ma si inizia sempre da una semplice curiosità che, nel caso della spada giapponese, può essere provocata anche dall'acquisto di una cineseria. Io personalmente ho usato e uso la mia per fare esperienza pratica per la costruzione del saya, dello tsuka, dello tsukamaki e via dicendo. E' la mia "cavia" da laboratorio che mi permette di fare esperienza che non farei mai con una nihonto sulla quale non metterei le mani. Consapevoli della notevole differenza tra le due cose è conseguenza dare ad ognuna il peso e il valore che merita.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

we...

 

"Questa katana ha le caratteristiche che identificano le katane di prestigio

 

1. e' completamente smontabile

2. ha il canale di sangue

3. la tempratura differenziata della punta e' visibile a occhio nudo

4. ha l'angolo di taglio

 

(tutte le katane che non rispondono a queste 4 caratteristiche non possono essere catalogate nelle katane ufficiali )"

 

le descrizioni sono ancora meglio dei copriletto pero' :D


Andrea

 

www.taai.it

www.iwamaryu.it

www.aikidogarda.it

www.takemusuaikidokyokai.org

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non mi ero reso conto da dove venissero fuori le caratteristiche di una "katana ufficiale" illustrate da Cagliostro, ma andando sul sito suggerito ho avuto modo di vedere l'attrezzo e la ... pubblicità ingannevole dell'attrezzo stesso. Se si toglie tutto il corredo fornito, compresa la "Tzuba" di riserva mi domando quanto possa valere il solo attrezzo.

Come già detto in precedenza, io la adopererei per fare degli interventi migliorativi in prima persona, studiando prima i trattamenti tradizionali da eseguire. Una esperienza diretta che può far capire che mettere mani su una nihonto è cosa da pochi esperti.

Infine, se con un copriletto adeguato, (tradizionale oserei aggiungere) potrà essere mostrata sul post "Scheledri dell'armadio". uhm-haha.gif

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non mi ero reso conto da dove venissero fuori le caratteristiche di una "katana ufficiale" illustrate da Cagliostro, ma andando sul sito suggerito ho avuto modo di vedere l'attrezzo e la ... pubblicità ingannevole dell'attrezzo stesso. Se si toglie tutto il corredo fornito, compresa la "Tzuba" di riserva mi domando quanto possa valere il solo attrezzo.

Come già detto in precedenza, io la adopererei per fare degli interventi migliorativi in prima persona, studiando prima i trattamenti tradizionali da eseguire. Una esperienza diretta che può far capire che mettere mani su una nihonto è cosa da pochi esperti.

Infine, se con un copriletto adeguato, (tradizionale oserei aggiungere) potrà essere mostrata sul post "Scheledri dell'armadio". uhm-haha.gif

 

Hahahahahahahaha!!!! Io ho deciso di fare le foto della mia prima cattana(440 steel mica zucchine) sul copriletto di mia nonna.... vi assicuro un trionfo di fiori e rami... a presto!!! crepapelle.gif

 

 

 


Il pensiero sul non pensiero...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, Registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

Caricamento

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante