Vai al contenuto
pica

Parte di Mei

Messaggi consigliati

Salve a tutti, causa lavoro sono stato assente dal forum, chiedevo aiuto nella traduzione di questa parte di mei su un nagako o-suriage

gli ultimi 2 kanji dovrebbero essere kuni haru ma non riesco a capire il primo.

Grazie a tutti in anticipo

Scusate per la qualità delle immagini ma queste sono le uniche che ho.

229a A17.jpg

229b A17.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il nakago non è o-suriage, e se lo fosse l'attuale firma sarebbe gimei assicurata

 

cosa te lo fa pensare?

 

 

Pica però adesso ci devi almeno qualche altra foto per veder4 meglio questa bella spada!



Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ovviamente o-suriage significa tagliare tutto il nakago, quindi, la firma originale non ci sarebbe. I casi sono due; o non è o-suriage, oppure è gimei.

Io penso che Pica abbia usato impropriamente il termine o-suriage e intendesse invece suriage.

 

Per inciso; se qualcuno dopo aver fatto o-suriage reincide la stessa mei, è comunque gimei. Il nakago deve presentare orikaeshi mei o gaku mei.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ma certo, che stupido che sono... :uhm-haha:

 

pensavo già avessi visto qualche stranissimo segno distintivo di lima o conformazione strana invece parlavi della differenza tra suriage e o-suriage :checcevofa:



Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ma certo, che stupido che sono... :uhm-haha:

 

pensavo già avessi visto qualche stranissimo segno distintivo di lima o conformazione strana invece parlavi della differenza tra suriage e o-suriage :checcevofa:

 

Scusate ho erroneamente usato il termine o-suriage, grazie per la traduzione.

Queste sono le altre foto , mi hanno detto che la nagasa è di 70cm

1.jpg

2.jpg

3.jpg

4.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Se non è ōsuriage allora potrebbe essere una mei autentica, anche se per come è tracciata ho qualche dubbio. Le foto non sono un granchè purtroppo, difficile giudicare in queste condizioni. A proposito Pica, gli ideogrammi a cui ti riferivi sono questi 國治 ma tieni presente che Kuniharu utilizzava tutti e due i modi per scrivere il suo nome :arigatou:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ti ringrazio per le spiegazioni sui kanji, anche perche sia in internet che sui libri avevo trovato solo questi 國治 carateri; si sono foto di una katana che mi hanno offerto

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Belin, sono anni che cerco una coppia di menuki, da accoppiare con uno tsuba e fuchi/kashira che ho già, con tema la fenice e tu hai tutto li.... sono bellissimi :tristissimo:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Pica,

 

la lama che hai postato sembrerebbe proprio di Kuniharu (provincia di Owari, primissimi decenni del 1700).

 

Ti posto l'immagine di una sua lama (purtroppo non ho di meglio) suriage (circa 5 - 6 cm) con Nagasa attuale di 69,4 cm (2 shaku, 2 sun, 9 bu) e con Mei molto simile a quella che ci hai presentato sia come posizione nel Nakago, che come distanza relativa dal Mekugi-ana originale, che come forma ed utilizzo dei Kanji.

 

Ho fatto una piccola analisi dimensionale della "tua" lama che sembra sia stata accorciata di circa 6 - 7 cm

 

 

Kuni.jpeg

 

Kuniharu 1.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

'caccia me l'ero completamente dimenticato, una settimana fa in Giappone ne ho visti in vendita a poco!!! chiedo venia... mi ricordo solo ora che me lo avevi chiesto secoli fa.

 

Pazienza, credimi ormai che ho rinunciato. Sono per un Wakizashi in fase di politura. Questi di pico sarebbero cmq troppo grandi e credo stonerebbero.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Potrebbe essere molto bella questa Kuniharu.

Se il controllo della tempra è ben fatto e se non presenta particolari difetti (cosa non visibile con lq poche immagini offerte) direi che mi piace molto.

Posso sapere il sori?

...altre foto?


Mani fredde, schiena curva, odore di pietre bagnate. Questo è il togi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, Registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

Caricamento

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante