Vai al contenuto

Messaggi consigliati

..........Grazie e spero che nessuno si sia offeso,o turbato.

 

Ombra, nessuno si è offeso o turbato così come nessuno ha cercato volutamente di offenderti (anche se così ti è sembrato).

Forse qualcuno ti ha preso un poco in giro ma...... la tua perentoria affermazione di entrata (tutte le Tsuba sono fuse - me lo ha detto il signor Pinco Pallino) era veramente difficile da accettare senza un minimo di reazione.

 

Te lo ripeto, Gaijin si è offerto di discutere con te in modo serio e concreto sul termine e concetto di "fusione" nel campo degli Tsuba dove in effetti possono esistere processi di "fusione".

Se vuoi, Gaijin è sempre estremamente disponibile.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

infatti spero che "ombra "adesso diventerà un ossessivo tsubashi sia come studio che come pratica per trarne beneficio del suo errore,come altri prima di lui.

tutto quello che fa discussione, fa studio e fa riflettere.

anche questa è una via.

possiamo tornare indietro al processo di estrazione dei metalli dalla roccia e separazione con vari procedimenti. e preparazione del pezzo di metallo da forgiare e poi far prendere forma di tsuba..

Ombra, nessuno si è offeso o turbato così come nessuno ha cercato volutamente di offenderti (anche se così ti è sembrato).

Forse qualcuno ti ha preso un poco in giro ma...... la tua perentoria affermazione di entrata (tutte le Tsuba sono fuse - me lo ha detto il signor Pinco Pallino) era veramente difficile da accettare senza un minimo di reazione.

 

Te lo ripeto, Gaijin si è offerto di discutere con te in modo serio e concreto sul termine e concetto di "fusione" nel campo degli Tsuba dove in effetti possono esistere processi di "fusione".

Se vuoi, Gaijin è sempre estremamente disponibile.


Tutta una vita non basta ad un artista per dare alla luce le opere che si trovano nella sua mente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

scusami ma non ho capito bene a chi o a cosa ti riferisci.

grazie.:arigatou:

perche dovresti farlo tu?.....

però io non credo.....


Tutta una vita non basta ad un artista per dare alla luce le opere che si trovano nella sua mente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

avevo commentato un post di yatoshi, ma per evtare flames... ho eliminato

Modificato: da Matteo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ragazzi allegria!Non vi arrabiate ,non c'e nessun motivo!Dai dai dai!

Comunque sia sono davvero dispiaciuto di aver affermato tale idiozia.

Mi sembra di essere stato preso per scemo,da qualcuno che non sa,ma che ci vuoi fà?

Sono curioso di sapere una cosa.

Oggi uno tsubashi contemporaneo,può produrre una tsuba da un pezzo di metallo industriale,o deve avere per forza qualche tipo prestabilito di lavorzione della materia prima?mi spiego meglio:a meno che non si tratti di materiali come shakudo o shibuichi che devono essere per forza fusi e poi raffreddati ,puo uno tsubashi effettuare una lavorazione tramite un pezzo diferro,rame,acciaio ecc da una lastra gia preparata industrialmente?se avete un link della lavorazione artigianale delle tsuba e ben gradito,io non riesco a trovarlo!!!bho cerco per la 2400 volta.

http://www.tsubashi.com/it

 

:) La verità è sempre li, sotto al naso, ma facciamo di tutto per cercarla chi sa dove........ ;)

 

 

 

 


Il pensiero sul non pensiero...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

...............

Te lo ripeto, Gaijin si è offerto di discutere con te in modo serio e concreto sul termine e concetto di "fusione" nel campo degli Tsuba dove in effetti possono esistere processi di "fusione".

Se vuoi, Gaijin è sempre estremamente disponibile.

 

Grazie Paolo :arigatou: comunque il link postato da Yatoshi è l'ideale per chiedere informazioni più "dettagliate" ed avere risposte senza dubbi :numerouno:

 

Per approfondire un poco l'argomento riporto una parte dell'articolo reperibile a questo indirizzo:

http://home.earthlin...einrl/tsuba.htm

 

che trae fonte informativa dai seguenti volumi:

References:

Nihon To Koza Vol VI, Kodogu Part I, translated by Harry Afu Watson

Kinko Meikan by Masumoto and Kokubo (translated by Yumoto and Harvie)

Tsuba, An Aesthetic Study by Kazutaro Torigoye and Rebert E. Haynes

 

Direi quindi moooolto attendibile :gocciolone:

 

CAST TSUBA COPIES, REPRODUCTION AND FAKE TSUBA

 

During the late Edo, Meiji and Showa periods there were many cast copies of early tsuba made for the export market. These should not be confused with earlier originals. Cast copies will generally have casting flanges on the inner edges of the hitsu-ana and/or sukashi regions and bubble pits visible on the flat surfaces. There are antique cast iron (kettle caster) tsuba, although it is debated if such ever existed, and antique cast copper/bronze (kagamishi) tsuba; however good, authentic examples are rare. There are also numerous modern made fake tsuba and copies of old tsuba on the market today, many coming from China / Hong Kong / Shanghai and sold on various online auctions. The collector must be aware of these modern copies and fakes. Do not confuse them with the real Japanese tsuba.

 

______________________

 

Che tradotto dovrebbe "suonare" più o meno così (correggetemi pure, il mio inglese è quello che è...)

 

 

COPIE DI tsuba A FUSIONE, RIPRODUZIONI E FALSI di tsuba

 

Durante il periodo del tardo Edo, Showa e del periodo Meiji ci furono molte copie per fusione di tsuba antiche fatte per il mercato dell'esportazione. Queste copie non devono essere confuse con le tsuba originali fatte in precedenza. Copie a fusione generalmente presentano "tracce" di "sbavature" da fusione sui bordi interni degli hitsu-ana e / o negli "spazi vuoti" per quelle sukashi, e segni di bolle visibile sulle superfici piane. Ci sono però antiche tsuba in ghisa (kettle caster - non so tradurre), anche se si discute se siano realmente mai esistite, e fusioni di antiche tsuba in rame / bronzo (kagamishi), ma buoni ed autentici esempi sono rari. Ci sono anche numerose false copie di tsuba moderne e di tsuba vecchie oggi sul mercato, molti provenienti dalla Cina / Hong Kong / Shanghai e venduti su diverse aste online. Il collezionista deve essere a conoscenza di queste copie e falsi moderni. Da non confondersi con la vera tsuba giapponese.

 

___________________________

 

Riporto anche questo link per chi vuole approfondire ulteriormente l'argomento:

http://www.ksky.ne.j...bacastiron.html

 

Quindi concludendo, come anche ormai compreso da All ombra delle foglie, qualche raro esempio di Tsuba originali "nate" a fusione forse c'è anche stato (in ghisa) mentre esiste anche qualche Tsuba a fusione in Bronzo o Rame, ma sono estremamente rare, sicuramente anche per le ragioni tecniche riportate in precedenza da kentozazen e probabilmente anche per la loro estrema fragilità data dalla ghisa.

In ogni modo non hanno nulla a che vedere con le Tsuba originali Giapponesi.

 

 

Le Tsuba originali sono opere d'arte tanto quanto le lame.

Detto questo, sarebbe bello avere un intervento del "nostro Tsubashi preferito", speriamo!!! :siamoamici:

 

Mi spiace se ho tirato per le lunghe ^_^

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

mi veniva in mente una domanda mentre siamo sul discorso.

ma le tsuba delle "gunto" in che materiale venivano create?in ottone o in bronzo o in rame?

quelle credo che erano fatte in fusione e poi rifinite a cesello e bulino credo?

anche il fuchi ,kashira e menuki?

 

 

COPIE DI tsuba A FUSIONE, RIPRODUZIONI E FALSI di tsuba

 

Durante il periodo del tardo Edo, Showa e del periodo Meiji ci furono molte copie per fusione di tsuba antiche fatte per il mercato dell'esportazione. Queste copie non devono essere confuse con le tsuba originali fatte in precedenza. Copie a fusione generalmente presentano "tracce" di "sbavature" da fusione sui bordi interni degli hitsu-ana e / o negli "spazi vuoti" per quelle sukashi, e segni di bolle visibile sulle superfici piane. Ci sono però antiche tsuba in ghisa (kettle caster - non so tradurre), anche se si discute se siano realmente mai esistite, e fusioni di antiche tsuba in rame / bronzo (kagamishi), ma buoni ed autentici esempi sono rari. Ci sono anche numerose false copie di tsuba moderne e di tsuba vecchie oggi sul mercato, molti provenienti dalla Cina / Hong Kong / Shanghai e venduti su diverse aste online. Il collezionista deve essere a conoscenza di queste copie e falsi moderni. Da non confondersi con la vera tsuba giapponese.

 

___________________________

 

Riporto anche questo link per chi vuole approfondire ulteriormente l'argomento:

http://www.ksky.ne.j...bacastiron.html

 

Quindi concludendo, come anche ormai compreso da All ombra delle foglie, qualche raro esempio di Tsuba originali "nate" a fusione forse c'è anche stato (in ghisa) mentre esiste anche qualche Tsuba a fusione in Bronzo o Rame, ma sono estremamente rare, sicuramente anche per le ragioni tecniche riportate in precedenza da kentozazen e probabilmente anche per la loro estrema fragilità data dalla ghisa.

In ogni modo non hanno nulla a che vedere con le Tsuba originali Giapponesi.

 

 

Le Tsuba originali sono opere d'arte tanto quanto le lame.

Detto questo, sarebbe bello avere un intervento del "nostro Tsubashi preferito", speriamo!!! :siamoamici:

 

Mi spiace se ho tirato per le lunghe ^_^


Tutta una vita non basta ad un artista per dare alla luce le opere che si trovano nella sua mente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Si le tsuba delle Gunto erano fatte in fusione e a quelle più curate venivano tolte le sbavature e migliorati i particolari.

I materiali erano ottone o ferro.

Discorso diverso per i seppa che potevano trovare combinazioni di ottone, rame, argento, shakudo ed alluminio.

 

Se ti può essere d'aiuto, guarda qui:

 

http://www.jp-sword.com/files/gunto/parts.html

 

http://www.stenger-scott.com/Export25.htm

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

chiedevo ciò perchè allora potrebbe essere facile falsificare una tsuba gunto,basta avere un originale o copia della copia e ne fai in quantità.

io ne ho una il modello della gunto per sottoufficiali credo. mi sembra sia in ottone e mi sembra originale.

aggiungo la foto.

Si le tsuba delle Gunto erano fatte in fusione e a quelle più curate venivano tolte le sbavature e migliorati i particolari.

I materiali erano ottone o ferro.

Discorso diverso per i seppa che potevano trovare combinazioni di ottone, rame, argento, shakudo ed alluminio.

 

Se ti può essere d'aiuto, guarda qui:

 

http://www.jp-sword....unto/parts.html

 

http://www.stenger-s...om/Export25.htm

Copia di Copia di DSC01298.JPG


Tutta una vita non basta ad un artista per dare alla luce le opere che si trovano nella sua mente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

bhe potresti aver ragione sul fatto della falsificazione,ma,ho isto in vendita koshirae gunto completi a meno di 300 dollari,non credo che il gioco ne valga la candela,ma poi magari ci sono koshirae gunto d alto valore,magari appartenuti a chissa chi...ma secondo me non vale la pena falsificarli,a sto punto è meglio falsificare una tsuba della scuola Owari,più spartana e con maggiori chance di successo e rendita.poi bho,non sono in veste di dare pareri dato che ho iniziato una discussione che se mi aveste visto dal vivo mi avreste lapidato.

 

Ombra sta studiando... fico.gif


Il pensiero sul non pensiero...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sono daccordo con il tuo ragionamento Vincent Minit, tutto è possibile, e probabilmente ancora più "semplice" (si fa per dire) con una tsuba già nata da fusione.

quella che hai postato mi sembra originale, ma è un mio parere dato da mie sensazioni, darlo per certo non ne sono capace e credo che pochi lo saprebbero fare per questo tipo di tsuba.

Se fai un giro per ebay, e guardi le gunto che arrivano dalla cina, ti puoi rendere conto (a parte alcune veramente poco credibili) che sono sempre più vicine all'originale ogni giorno che passa.

Per fortuna le lame sono ancora lontane :gocciolone: !

 

 

Ombra, nessuno ti avrebbe lapidato, però avevi esposto in modo "incredibile" una certezza storica toccando sul vivo l'associazione ed i suoi iscritti.

Comunque per me e credo per tutti è finita qui, ora avanti con lo stuudio, io per primo :tioffrounabirra:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

finalmente ho trovato questo video ,dove c'è il processo iniziale di "fusione" per preparare il panetto di rame che poi tramite battitura diventerà una tsuba

Ombra, nessuno si è offeso o turbato così come nessuno ha cercato volutamente di offenderti (anche se così ti è sembrato).

Forse qualcuno ti ha preso un poco in giro ma...... la tua perentoria affermazione di entrata (tutte le Tsuba sono fuse - me lo ha detto il signor Pinco Pallino) era veramente difficile da accettare senza un minimo di reazione.

 

Te lo ripeto, Gaijin si è offerto di discutere con te in modo serio e concreto sul termine e concetto di "fusione" nel campo degli Tsuba dove in effetti possono esistere processi di "fusione".

Se vuoi, Gaijin è sempre estremamente disponibile.


Tutta una vita non basta ad un artista per dare alla luce le opere che si trovano nella sua mente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, Registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.


Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante