Vai al contenuto

Ricordiamo a tutti i soci che a fine mese verranno resettati gli status utente e seguiremo le nuove iscrizioni 2023.
Prego vedere QUI come rinnovare, grazie! Se doveste avere già rinnovato e il vostro status sul forum non dovesse essere ancora sistemato, avvisate l'admin Enrico Ferrarese.

Leonardo Buffa

Una divinità quasi dimenticata: Shōki

Messaggi consigliati

Quanche giorno fa ho acquistato dal Giappone alcuni disegni, uno di questi rappresenta "Shōki", ovvero una divinità in grado di proteggere le case dagli spiriti maligni e dalle malattie.

Alcune ricerche mi hanno portato a questa interessante pagina: SHŌKI 鍾馗 - THE DEMON QUELLER * di cui ho tradotto la parte più interessante che desidero condividere con voi:

 

SHŌKI 鍾馗

 

Il soppressore dei demoni, protettore contro spiriti maligni e malattie

 

caccia i demoni delle piaghe

 

guardiano, sicurezza per il mondo e per la casa

 

protegge le case con i bambini maschi

 

protegge gli eredi maschi al trono cinese

Origine = Cina

Nome cinese: Zhongkui, Chung Kuei, or Chung K'uei

Nome giapponese: Shōki, Shoki, Shouki, Shooki

 

 

 

Shōki 鍾馗 è una divinità originaria della religione Taoista Cinese che è stata spesso raffigurata nel periodo Edo (1615-1868) in sculture e disegni giapponesi, ma oggi è abbastanza largamente trascurata. Leggende relative allo Shōki sono apparse per la prima volta in documenti cinesi dell'era Tang, (618-907). La divinità raggiunse il Giappone solamente nel tardo periodo Heian (794 to 1185), nella forma della più antica immagine di Shōki esistente in Giappone, un kakemono conservato presso il Museo Nazionale di Nara e datato con il periodo dell'Imperatore Goshirakawa 後白河天皇 (1127-1192).

 

Vi sono numerose leggende intorno allo Shōki in Giappone e in Occidente. Le tre più diffuse sono:

 

  • Shōki è la divinità cinese che protesse l'imperatore Xuanzong 玄宗 da un demone maligno. Secondo questa leggenda, Shōki apparve in un sogno dell'imperatore malato e sconfisse il demone maligno causa della sua malattia. In segno di gratitudine, l'imperatore premiò Shōki con il titolo di "Dottore del Zhongnanshan" (Shūnanzan-no-Shinshi 終南山の進士). A proposito, Zhongnanshan 終南山 è il luogo leggendario della nascita del Taoismo Cinese, è qui che il fondatore del Taoismo, Laozi 老子 (Jp. = Rōshi) ha scritto il classico del Taoismo "Tao Te Ching".

  • Shōki voleva, sopra ogni cosa, essere il medico al palazzo imperiale ma fallì l'esame e, per la disperazione, si suicidò. L'imperatore Xuanzong, sentita questa storia, mosso a compassione, insignì Shōki del titolo di "Dottore di Zhongnanshan", Lo spirito di Shōki divenne il protettore dell'imperatore e del suo impero dal male.

  • Shōki era, nell'era Tang, un medico nella provincia cinese di Shensi, ma era molto brutto. Per avanzare nella propria carriera aveva sostenuto un esame per poter svolgere il proprio lavoro al servizio imperiale e superò la prova brillantemente, assegnandosi il primo posto tra tutti i candidati. Quando Shōki venne presentato all'imperatore, venne respinto a causa della sua bruttezza e, per la vergogna, si suicidò. Sopraffatto dal rimorso, l'imperatore ordinò che Shōki fosse seppellito con la veste verde riservata alla famiglia imperiale. In segno di gratitudine lo spirito di Shōki giurò di proteggere l'imperatore, gli eredi maschi dai demoni delle malattie e dal male.

La popolarità di Shōki ha raggiunto il suo picco durante il periodo Edo, quando le persone iniziarono a appendere immagini di Shōki fuori delle proprie abitazioni per proteggerle dagli spiriti durante la festa dei bambini (Tango no Sekku 端午の節句), e adornare grondaie e ingressi delle loro case con statue della divinità. Al giorno d'oggi Shōki è una divinità minore, relativamente dimenticata dalla maggior parte dei giapponesi, eccezion fatta forse per la città di Kioto dove gli abitanti adornano ancora le grondaie e i tetti delle proprie case con l'effige di Shōki per tenere lontano il male e le malattie e per proteggere l'erede maschio della famiglia.

 

* (le regole del sito da cui ho attinto le informazioni permettono la condivisione dei contenuti)

 

Allego due immagini del disegno da me acquistato:

 

shoki1.jpg

 

shoki2.jpg

 

Una ricerca con "Shoki" o "Shōki" su Google images mostra moltissime rappresentazioni grafiche.

 

 


武士に二言無し

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

se ne era "parlato" qui

http://www.intk-toke...?showtopic=6886

12brooding.gif

 

Miseria, per quanto abbia cercato prima di postare mi era proprio sfuggito questo post!!!

Scusate quindi la ripetizione, spero comunque che la traduzione sia stata gradita e nel contempo e' stato messo nella sezione corretta!


武士に二言無し

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Miseria, per quanto abbia cercato prima di postare mi era proprio sfuggito questo post!!!

Scusate quindi la ripetizione, spero comunque che la traduzione sia stata gradita e nel contempo e' stato messo nella sezione corretta!

 

No, grazie per la traduzione piuttosto, almeno googlando uscirà anche il tuo testo e le informazioni avranno più diffusione numerouno.gif

 

la faccina che ho messo era di disappunto perchè nella vecchia discussione, dopo varie ricerche avevo provato a dare un'identità a quell'horimono ma la cosa sembrava non interessare nessuno...


http://beno.jimdo.com

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

No, grazie per la traduzione piuttosto, almeno googlando uscirà anche il tuo testo e le informazioni avranno più diffusione numerouno.gif

 

la faccina che ho messo era di disappunto perchè nella vecchia discussione, dopo varie ricerche avevo provato a dare un'identità a quell'horimono ma la cosa sembrava non interessare nessuno...

 

Se devo essere sincero non lo conoscevo nemmeno io, non me ne stupisco perche' le mie nozioni sono davvero terra terra, poi avendo trovato quel kakemono ho fatto alcune ricerche ed ho trovato belle le leggende legate a questa divinita' e ho ritenuto opportuno condividerle con voi!


武士に二言無し

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Se devo essere sincero non lo conoscevo nemmeno io, non me ne stupisco perche' le mie nozioni sono davvero terra terra, poi avendo trovato quel kakemono ho fatto alcune ricerche ed ho trovato belle le leggende legate a questa divinita' e ho ritenuto opportuno condividerle con voi!

 

e hai fatto benissimo.


http://beno.jimdo.com

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie mille Leonardo per la tua traduzione, davvero un articolo interessante. Complimenti per il kakemono :arigatou:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie mille Leonardo per la tua traduzione, davvero un articolo interessante. Complimenti per il kakemono :arigatou:

 

Sandro, detto da te e' per me un grande onore :arigatou:


武士に二言無し

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie Leonardo!

 

Scusa beno ma l'altra discussione si è un pò persa e in effetti io non avevo visto il tuo link...



Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie Leonardo!

 

Scusa beno ma l'altra discussione si è un pò persa e in effetti io non avevo visto il tuo link...

 

no problem tioffrounabirra.gif


http://beno.jimdo.com

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ottima iniziativa e ottima traduzione.

Grazie Leonardo


"La maggior parte della gente era matta. E la parte che non era matta era arrabbiata. E la parte che non era né matta né arrabbiata era semplicemente stupida."

 

"Non mi fido molto delle statistiche. Perché un uomo con la testa nel forno acceso e i piedi nel congelatore statisticamente ha una temperatura media!"

 

"La gente è strana: si infastidisce sempre per cose banali, e poi dei problemi gravi come il totale spreco della propria esistenza, sembra accorgersene a stento."

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

E' molto interessante, mi riesce molto difficile capire solo una cosa, che sia una divinità Taoista... probabilmente non ho capito nulla del Tao.... !!! :fuso:


Il pensiero sul non pensiero...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao, il nostro amico Shoki e' stato menzionato di recente in un'altra discussione, ho quindi effettuato una nuova piccola ricerca ed ho trovato un altro articolo che ho pensato di tradurre e condividere con voi in quanto vi sono altri concetti che a mio parere aggiungono informazioni (spero) interessanti.

 

La fonte e':

 

http://www.asianartmall.com/shokiandoniarticle.htm

 

e qui di seguito la traduzione:

 

Shoki e Oni sono personaggi di spicco che sono cresciuti del folklore dalle tradizioni religiose dello shintoismo in Giappone e del buddismo e del taoismo in Cina.

Shoki, conosciuto anche come Daemon Queller , è considerato come il dio dell'aldilà e dell'esorcismo. Il termine “Oni” si riferisce a tutta una serie di demoni particolarmente brutti. Secondo la leggenda, gli Oni hanno paura di Shoki e così egli è in grado di spaventare facilmente gli spiriti maligni allontanandoli dalle loro sventurate vittime umane.

Le famiglie giapponesi con bambini maschi sono solite appendere immagini di Shoki fuori delle loro case per allontanare gli spiriti maligni durante il Tango non sekku (Day Festival dei Ragazzi), che si svolge ogni anno a maggio. In questi giorni, il festival è sia per i ragazzi che per le ragazze e, senza dubbio, Shoki è più che felice di poter proteggere entrambi!

Chi è Shoki e da dove arrivano tutti questi demoni? La storia di Shoki inizia nella provincia cinese di Shensi, dove era conosciuto come Chung Kuei. Si dice che egli ha vissuto durante la dinastia T'ang e che il suo unico scopo nella vita era di diventare un medico per la corte reale. Shoki completò la propria formazione e superò con successo gli esami. La leggenda dice che egli si posizionò al primo posto rispetto tutte le persone che aspiravano a lavorare per l'imperatore. Tuttavia, c'era un problema - Shoki era molto brutto. Anche se era la persona più adatta per il lavoro, l'imperatore lo rifiutatò proprio a causa del suo aspetto.

Shoki era così sconvolto nel vedere il suo sogno infranto da qualcosa che non aveva alcun controllo, che dopo aver ricevuto la notizia, si tolse la vita. Si uccise di fronte all'imperatore sui gradini stessi del palazzo imperiale. L'imperatore fu sopraffatto dal dolore e dal rimorso per quello che aveva detto, sentendosi responsabile della morte di quest'uomo onesto e laborioso a causa della propria insensibilità. L'imperatore ordinò che Shoki venisse sepolto con i massimi onori riservati di solito ai reali. Lo spirito di Shoki, grato all'imperatore – promise quindi di proteggerlo contro i demoni.

Dalla Cina, la storia di Shoki raggiunse in Giappone durante il periodo Edo (1600 - 1868). Nella mitologia Giapponese, Shoki reprime i demoni piuttosto che ucciderli. I demoni sconfitti diventano alleati e talvolta collaboratori attivi nella ricerca di Shoki del bene contro il male.

Gli Oni della mitologia Giapponese sono demoni dalle sembianze umane. Essi hanno anche tre occhi, corna e unghie affilate. Gli Oni, come descritto nella storia, rappresentano quasi tutte le emozioni e le caratteristiche che noi associamo con il male e la trasgressione. Gli Oni si credeva fossero soliti fermarsi in mezzo alla gente malvagia e per rivendicare le loro anime quando morti, sportandole poi con il carro a Emma-Hoo, il dio degli inferi.

A causa del il loro aspetto, gli Oni erano difficili da non notare, se non per il fatto che raramente si rivelavano agli esseri umani. Essi preferivano sfogare il loro istinto del caos, provocando terremoti e altre calamità naturali, come ad esempio piaghe. Erano inoltre famosi per aiutare i nemici invasori a mettere il piede sul suolo natio. Una nota interessante della tradizione buddista è che ci sono storie di monaci, che erano persone buone nella vita reale, ma che sono diventate Oni dopo la morte al fine di proteggere i templi che un tempo avevano abitavano. Pertanto, non tutti gli Oni hanno iniziato come persone malvagie.

I giapponesi hanno una cerimonia chiamata Oni-Yarabi, che è stata progettata per pulire una zona infetta dai demoni Oni. Tuttavia, Shoki era la persona principale chiamata a sconfiggere i demoni. Il Folklore Giapponese è sempre stato ricco di credenze su demoni e spiriti. Queste storie nascono dalla mitologia e dalle superstizioni riportate dalle varie tradizioni religiose. Queste storie cercano di spiegare eventi in natura che altrimenti sarebbero stati difficili da capire. Tra queste storie, Shoki e Oni rimangono tra le più colorite e sicuramente tra delle preferite nel corso del tempo.


武士に二言無し

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Mi permetto di aggiungere a questa interessante discussione una foto della tsuba del koshirae che ho acquistato di recente che rappresenta lo stesso tema

 

shoki.jpg

 

(i pezzi di rame all'interno del nakago-ana sono stati messi da me per adattarla alla lama che uso per la pratica di iaido :wink: )

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Molto bella questa Tsuba, starebbe bene con i Menuki della mia Nihonto... vedo Shoki, nonostante la scarsa diffusione, ricorrere spesso tra le nostre discussioni!


武士に二言無し

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie Leonardo :arigatou:

Visto che non è in tema con i menuki del mio koshirae ("hooh" la fenice) potrei anche pensare di privarmene, anche se mi piace :laugh:

Da quanto ho letto Shoki è anche il protettore delle cose preziose, quindi cosa c'è di più prezioso della propria spada per un samurai? :wink:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ho trovato una nuova informazione riguardo la mia tsuba, il soggetto rappresentato non è Shoki ma Idaten, protettore delle reliquie dei templi buddisti.

Idaten è famoso per essere molto veloce e a volte viene rappresentato all'inseguimento di un oni con una reliquia in mano (come nella mia tsuba).

Vi posto di seguito un'altro esempio (di eccellente fattura)

93FA967B938120938191958BEF.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante