Vai al contenuto
Raffaello

vecchia spada Tachi 太刀 chiedo il vostro aiuto

Messaggi consigliati

credo anche io che abbia subito un fai da te..... però ne potrebbe nascere qualcosa di buono

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Salve,

 

non era mia intenzione rimuovere la ruggine ma solo applicare un leggero

velo di vasellina nelle parti piu' esposte alla ruggine. Matteo cosa intendi

ne potrebbe nascere qualcosa di buono? qual'e' la tua idea?

Vi ringrazio, saluti

Raffaello

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Credo Matteo intenda che con un Togi *potrebbe* essere restaurata quasi totalmente.

 

GTO


"come le belle donne, anche le spade, ad un certo punto si stancano di essere solo osservate"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Salve GTO,

 

tralasciando il condizionale se un Togi avesse il "buon cuore" di aiutarmi

ne sarei felice, ma credo si dovrebbe fare uno studio sulle reali possibiltà.

Ho letto che alcune spade Tachi furono modificate in Katana e fino a

che punto si puo' "snaturare" o modificare questa lama? un Togi potrebbe

ri-creare le forme giuste?

saluti

Raffaello

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Aspetta, non facciamo confusione. Quello di cui tu parli si chiama suriage. L'accorciamento della lama puó avvenire per varie ragioni e non vi é modo alcuno di tornare indietro. Il suriage non devi vederlo come un qualcosa da rimediare e non é quello lo scopo del restauro. Il togishi, tramite l'uso di pietre abrasive riporta la lama al suo originale "splendore" riportando alla luce le caratteristiche della lama stessa, hataraki e tratti salienti. L'intervento di togi asporta la patina formatasi sulla lama ed elimina eventuali difetti minori dovuti all'uso in battaglia o allo scorrere del tempo ed in caso di necessitá ne ripristina le geometrie; non si tratta quindi di aggiungere parti mancanti, asportare porzioni di lama, modificare il sori o quant'altro. L'intervento di togi richiede alcuni giorni per essere portato a termine, secondo le condizioni in cui versa la lama, ed é quindi solitamente piuttosto costoso, tanto da essere valutato lavoro/cm. In sintesi quello che puoi ottenere non é di far tornare la tua katana una tachi ma di riportarne alla luce le carateristiche.


"La maggior parte della gente era matta. E la parte che non era matta era arrabbiata. E la parte che non era né matta né arrabbiata era semplicemente stupida."

 

"Non mi fido molto delle statistiche. Perché un uomo con la testa nel forno acceso e i piedi nel congelatore statisticamente ha una temperatura media!"

 

"La gente è strana: si infastidisce sempre per cose banali, e poi dei problemi gravi come il totale spreco della propria esistenza, sembra accorgersene a stento."

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Alcune cose:

 

- non è detto che la lama (in questo momento sembra Ubu) sia nata come Tachi - a me sembrerebbe aver più l'aspetto "originale" di una Katana - Raffaello, per favore, fornisci le misure della lama ed anche il suo peso

 

- il Kissaki è rovinato forse anche a causa di un maldestro tentativo di restauro ma quasi sicuramente perchè la lama, come ha detto Raffaello è stata per lunghi anni appoggiata, con la punta in terra, in una cantina umida - vedasi stato del Kojiri nella prima foto del msg n° 6 di Raffaello

 

- la lama merita la spesa della politura ? cosa potrebbe fare un buon Togishi per riportarla (più o meno) allo splendore iniziale ? è necessario o meno ridisegnare le geometrie della lama asportando la parte più rovinata del Kissaki ? eccetera ....... Raffaello, chiedilo direttamente od a Massimo (Togishi nel Forum) oppure ad Andrea (Kentozazen nel Forum). Penso in ogni caso che ti chiederanno di visionarla dal vivo.

Noi ci possiamo mettere la buona volontà nelle nostre risposte ma non l'esperienza necessaria.

 

- se tua intenzione è solo quella di "ingrassare" la lama senza fare interventi "meccanici", fai pure. Lascia stare la ruggine dove e come è, ricordati di usare prodotti assolutamente neutri (se non hai l'olio speciale choji vai in farmacia e compra olio di vasellina puro) e porta la lama al più presto all'attenzione di uno dei due togishi che ti ho sopra indicato.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Salve Paolo,

 

ti ringrazio per la tua risposta domani provvedero' ad inserire pesi e misure la

valutazione di una spesa economica elevata per il restauro (mi si perdoni l'aspetto

che non è secondario almeno per me) mi preoccupa molto sinceramente.

saluti

Raffaello

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

esatto GTO, l'unica cosa che mi "stona" è il koshiare

 

In effetti la saya sembra cinesizzante.

 

Salve Paolo,

 

ti ringrazio per la tua risposta domani provvedero' ad inserire pesi e misure la

valutazione di una spesa economica elevata per il restauro (mi si perdoni l'aspetto

che non è secondario almeno per me) mi preoccupa molto sinceramente.

saluti

Raffaello

 

Per l'aspetto economico devi contattare il Togishi, in Italia sono gli unici due quelli che ti hanno indicato.

Come ti hanno già detto molto probabilmente il Togishi ti chiederà di vedere la lama dal vivo, viste le pessime condizioni, prima di decidere se procedere o meno con il Togi ed anche poter valutare se la lama possa incrementare di un valore (anche economico) che sostanzialmente giustifichi la spesa del Togi.

 

In alcuni casi basta sottoporre solo una piccola porzione della lama al Togi per rendersi conto di cosa c'è sotto la ruggine, e decidere con più serenità in merito al da farsi.

 

GTO


"come le belle donne, anche le spade, ad un certo punto si stancano di essere solo osservate"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

se non hai l'olio speciale choji vai in farmacia e compra olio di vasellina puro

 

Paolo approfitto di questa tua affermazioni per chiedere, visto che ho appurato la difficoltà di reperire l'olio choji nella mia città e quello che ho è quasi terminato. Non mi dispiacerebbe trovare un'alternativa a portata di 'farmacia' (un pò come per l'alcol anidro). Pregi ? Difetti ? Controindicazioni (a parte qualche sogghigno del farmacista credo...;-D)

 

GTO, che l'ultima volta che ha chiesto l'alcol puro al 99% si è sentito domandare "certo, ma che ci devi sterilizzare ???"


"come le belle donne, anche le spade, ad un certo punto si stancano di essere solo osservate"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao GTO,

 

che io sappia non ha particolari controindicazioni.

In ogni caso, come sempre è opportuno usarne poco e poi controllare i risultati dopo due o tre settimane

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie Paolo,

ottimo, proverò. :-)

 

GTO


"come le belle donne, anche le spade, ad un certo punto si stancano di essere solo osservate"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Se l'olio di vasellina è puro, può essere usato senza grossi problemi. Anzi, è sicuramente la migliore alternativa.

Basta stare attenti che spesso quelli per massaggi o per usi alimentari contengono altre sostanze come zuccheri, olio di mandorla e altro che invece possono lasciare qualche alone con il tempo o cristallizzare o inspessirsi.



Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, Registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.


Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante