Vai al contenuto
Leonardo Buffa

ladri in casa, lama salva, santo allarme...

Messaggi consigliati

Scusate lo sfogo ma sono un po' nervosetto...

Ore 17.42 mentre ero in ufficio mi arriva un sms sul cellulare del mio antifurto di casa, partito da una zona assolutamente inequivocabile... c'era qualcosa di grave quindi prendo l'auto al volo e in pochissimo sono a casa.

Finestra rotta in sala al primo piano, una pietra che se avesse preso qualcuno l'avrebbe ammazzato...

Realizzo cosa e' successo, prendo la Katana (perdonerete ma e' stato automatico), e scendo per verificare anche sotto e trovo la porta della taverna spalancata e la finestra che da sul giardino sfondata... li c'e' un sensore dell'allarme, proprio quello che ha fatto scattare il sistema.

Non hanno fatto in tempo a arrivare alle zone "giorno" e non hanno toccato nulla, solo un po' di danni facilmente riparabili. La finestra sfondata e' stata messa in sicurezza, in tempo zero io e mio fratello abbiamo realizzato una armatura interna in acciaio. In ogni caso non hanno avuto modo di portar via nulla, per questa volta e' andata bene, soprattutto a loro: chiunque fosse e' stato fortunato a non farsi trovare.


武士に二言無し

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Capisco lo sfogo anch'io sono stato derubato.Anni fa mi successe la medesima cosa,tutto come hai detto tu all'incirca.....e io feci la stessa tua stessa procedura.....iaito ecc....la mia ''taglia'' peró.....Detto questo dopo molto tempo ritornando a ripensare sull'accaduto dico è stata una fortuna non averli incontrati in casa,forse sarei morto io.....forse loro....o forse nessuno....ma ció che so e che ci saremo fatti male.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Leonardo sono felice che non sia successo niente, specialmente che tu non li abbia beccati.

 

Usare un arma è come alzare la posta in gioco, specialmente se parliamo di una persona onesta contro criminali...tutti i rischi che le cose degenerino a farsi male seriamente aumentano in modo esponenziale. Non so quanto possa essere conveniente in contesto simile.

Un esempio molto semplice: se quelli avessero avuto una pistola? ti vedevano con un metro di acciaio in mano e ti avrebbero sparato, anche solo per paura.

 

In questi casi la prima cosa da fare è chiamare il 113 o il 112 a seconda di chi hai più vicino a casa, e PRIMA di entrare in casa bisogna essere sicuri che non ci sia più nessuno dentro, fare casino, suonare il clacson della macchina o il campanello di casa e farli scappare. Se li si vede scappare in macchina prendere la targa e passrla subito al 113.

Rischiare di farsi sparare o accoltellare o ancora peggio farsi legare a una sedia e torturare per farsi aprire la cassaforte a fronte di un furto di qualsiasi entità non è per niente saggio.

 

Prima di tutto strategia e tattica, poi se si è costretti si usa il coraggio e le armi.

 

Senza contare che se ammazzi a spadate qualcuno solo perchè ti è entrato in casa ti voglio vedere a spiegarlo al giudice...



Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il mio installatore di antifurti sono io, pero' ieri sera ho subito telefonato al fornitore ringraziandolo!

Hai ragione Simone sulla cosa, sarebbe molto difficile spiegare ad un giudice come mai il ladro si trova senza un braccio... pero' il mio istinto territoriale mi spinge a cercare l'intruso e fargliela pagare... comunque e' andata bene cosi' ma la rabbia che esistano persone simili e' grande.


武士に二言無し

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

una cosa simile successe ad una mia amica che di notte trovo un braccio da una finestra che stava spuzzando del gas soporifero da una bomboletta, per la paura prese la katana 440 affilata e denunciata del suo compagno che in quel momento non era in casa e colpi il braccio del personaggio..per fortuna solo una ferita lieve,quanto bastare per impaurire e scappare lasciando una scia di sangue per tutto il condominio. per fortuna la finestra era semichiusa e dopo aver ritirato il braccio era stata chiusa del tutto. poteva avere conseguenza peggiori.

Poi fu chiamato il 113 ed arrivo a sequestrare la bomboletta soporifera caduta in casa,per fortuna non insieme al braccio.

per tutto il resto io la penso come Yamarashi.


Tutta una vita non basta ad un artista per dare alla luce le opere che si trovano nella sua mente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

@Diego, ma ti han portato via qualcosa o anche a te e' andata bene?

@Vincent, ragionando a sangue freddo e' bene che sia andata cosi', comunque complimenti alla tua amica una notevole prontezza di spirito!


武士に二言無し

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Anche a me qualche anno fa sono entrati in casa, secondo piano, proprio nell'ora che mancavo da casa.

La cosa bella è come al solito i vicini vedono solo quando lasci il cancellino aperto o la macchina 1 minuto fuori posto.

Quando qualcuno si arrampica dalla grondaia e rompe i vetri invece...

:confused:


M.V.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

...l'idea potrebbe essere tenere a portata di mano prima il bokken... non tagli nessuno, ma sicuramente ti difendi/offendi bene! E forse anche il giudice potrebbe essere più comprensivo! :starwars:


saya no uchi de katsu - 鞘の内で勝つ

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

mah sotto ho Bokken e Jo, in camera al mio fianco riposa la lama... in verita' quando sono arrivato a casa ho subito preso il Bokken, ma ho immediatamente pensato che la spada sarebbe stata molto piu' efficace :D


武士に二言無し

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Concordo con Yama,

entrare in casa e prendere una lama o un qualsiasi oggetto offensivo alza di molto la posta di uno evventale scontro, tenete conto che sono sempre più preparati coloro che fanno furti che quelli che li subiscono, non si può mai sapere a quante persone ci si trova a dover affrontare e quale preparazione abbiano anche a livello di difesa e di armi è sempre meglio avvertire prima le forze dell'ordine perchè poi magari non si ha l'opportunità di farlo mentre si è impegnati in una difesa con uno o più individui che messi alle strette possono risultare molto pericolosi, rischiare il tutto per tutto solo se si è minacciati fisicamente o se sono milnacciati i propri famigliari nella propria abitazione, anche con tutta la rabbia di questo mondo una vita anche grama è molto più importante di qualsiasi cosa materiale ci possa essere sottratta.


"accorciati la firma". Ernst Jünger

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Penso anche io che sia andata meglio così non puoi mai sapere chi avresti trovato difronte e il numero dei delinquenti! la cosa migliore come è gia stato detto per me è la tattica, è meglio che quei maledetti non abbiano alcuna soddisfazione! dico questo ma anche io non so come avrei reagito, sicuramente se mi toccano casa e gli affetti diventerei una bestia disumana!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ho sorriso tanto, non frequentando il Foro da molto ho notato un certo cambiamento...

Riprendiamo la classe del Dojo e stile della Token, bensì è offtopic, però ;)

La "katana" utilizzata a offendere deve esser ben utilizzata, altrimenti è molto inefficace e pericolosa verso se stessi, come qualunque Maestro di tradizionale Giapponese potrebbe dimostrarvi.


Il pensiero sul non pensiero...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Leggo adesso questa discussione e penso ai rischi che si corrono nell'intervenire in una situazione del genere. Andare all'attacco allo sbaraglio con una katana affilata, ammesso che la si sappia usare, crea diversi problemi se non si sa con chi si ha a che fare e quali sono le armi in possesso dei ladri. Se fosse una sola persona disarmata fare del male sarebbe senza meno un eccesso di difesa con le implicazioni che seguono, con più individui coinvolti si potrabbe far fiasco e essere soggetti a notevoli ritorsioni, se fosse anche uno sola persona armata di pistola è meglio non pensarci. Mi viene in mente quella scena del film di Indiana Jones quando il grosso arabo con una possente scimitarra roteante gli si para davanti e lui estrae la pistola e spara mettendo fine alla pacchiana esibizione. Un ladro, messo alle strette, reagirebbe sempre, sarebbe come presentari armato, con l'arma scarica, soltanro per mettere paura. Il malvivente reagirebbe alla minaccia sparando per primo.

Sempre meglio stare lontani e salvare la pelle, anche perdendo soldi e/o preziosi, che fare l'eroe e ssere ricordati con la solita frase ... era una brava persona.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Pacifico di nome e di fatto :)

A sangue freddo sono tutte riflessioni piene di senso, sul momento pero' la razionalita' non sempre ha la meglio! In ogni caso storia passata, nessuno s'e' fatto male e va bene cosi'.


武士に二言無し

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Intervengo anch'io tardi, ma sempre meglio che mai.

Tutti gli interventi che ho letto mi sembrano più che

sensati e denotano uno status di vivere in pace e serenamente

per la maggior parte degli amici del forum. Questo non

può che rallegrarci e farci pensare a quanto fortunati siamo.

Per il resto concordo con Leonardo; sono tutte belle parole

e piene di senso ma bisognerebbe vedere se esse reggerebbero

ancora nella situazione del "bisogna viverle certe cose e

trovarsele davanti in prima persona".

Se la lama rimane nella Saya o è per codardia o è per estrema

forza dello spirito di colui che ce la lascia.

A ogni uomo la sua via, cosnscia o meno che essa sia.


Giuro sul mio Onore di Cintura Nera; di Preservare anziché Distruggere; di Evitare lo scontro anziché Confrontarmi; di Confrontarmi anziché ricevere del Male; di fare del Male anziché Storpiare; di Storpiare anziché Uccidere; di Uccidere anziché di Morire; di Morire anziché disonorare la mia Cintura.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sono perfettamente d'accordo con tutti i commenti, anche l'Aikido insegna molto. Ho dato piu' volte prova di avere molto autocontrollo, in fondo non sono piu' un ragazzino, ma come sempre, ogni situazione e' un mondo a se'. Molto probabilmente non avrei estratto la spada, e se avessi trovato qualcuno, mi sarei limitato a intimare all'intruso di andarsene lasciandogli la via di fuga. Questo e' quello che immagino ricostruendo mentalmente l'accaduto, senza vivere lo stress della situazione.

Il destino ha voluto che le cose andassero nel migliore dei modi e, con il senno del poi, posso solo ringraziarlo, esattamente come ringrazio tutti voi per i pensieri che fanno riflettere.


武士に二言無し

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, Registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.


Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante