Vai al contenuto
Accedi per seguirlo  
Kashima

Manrikigusari a Milano

Messaggi consigliati

Segnaliamo a San Donato Milanese il 22 Aprile un Seminario sul Manrikigusari-Jutsu, l'Arte della Catena Giapponese.

 

Maggiori informazioni alla pagina:

http://jutaijutsu.it/home-it/in-evidenza/23-stage_milano.html

 

L’origine storica dell'Arte Marziale Giapponese del Manrikigusari-Jutsu, il cui nome significa «l'arte della catena dalla forza di diecimila uomini», è ufficialmente fatta risalire a Masaki Toshimitsu (1689-1776), samurai agli ordini del Signore Toda e a difesa del portale Ōtemon del Castello di Edo. “Sporcare di sangue” i cancelli del castello era ritenuto inaccettabile per le guardie, e Masaki decise di evolvere la catena del kusarigama (falce con catena) in uno strumento occultabile che non spargesse sangue nella difesa del proprio Signore.

Probabilmente esistente già prima del suo “creatore ufficiale”, il Manrikigusari è un’arma incredibilmente sofisticata e versatile, particolarmente adatta all'autodifesa: vero e proprio “amplificatore” delle abilità di chi lo utilizza, può essere rivolto a leve e torsioni articolari, strangolamenti, utilizzo “a frusta”, percussioni e pressioni dolorose su specifici punti del corpo umano.

Patrimonio di pochissime Scuole di Arti Marziali Tradizionali, è uno degli argomenti di studio avanzato nel Jūtaijutsu.

 

 

Per i membri del forum: durante il Seminario ci sarà una sezione espositiva con esemplari autentici di diversi tipi di kusari, ed un rarissimo Manrikigusari forgiato nel 1809 da un Katana Kaji.

 

Nella maggior parte dei casi i Kusari erano costruiti in ferro, con un processo noto come wakashitsuke, atto a rendere gli anelli solidi e uniformi. E' molto complesso riconoscerne l'autenticità ma soprattutto il periodo di fabbricazione: spesso sono esemplari costruiti in tardo periodo Meiji, ma talvolta anche ai giorni nostri.

 

A partire dallo "sdoganamento" di quest'arma da parte di Masaki Toshimitsu, il Manrikigusari divenne famoso in tutto il Giappone, cosicchè molti furono i discepoli di questa "nuova" Arte che vollero farsi costruire un'arma personalizzata da Katana Kaji. L'esemplare esposto al Seminario è proprio uno di questi ultimi casi.

Manrikigusari_md.jpg

Manriki1809.JPG


Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Molto interessante :arigatou:

Per pura curiosità: come sarebbe nello specifico, il procedimento wakashitsuke ?

 

Il kusari nella foto è fatto con questo procedimento ?

 

Ciao Jan,

il Manrikigusari nella foto è forgiato in acciaio, per cui non è fatto con il procedimento wakashitsuke, che è invece utilizzato con il ferro morbido giapponese watetsu.

 

La procedura wakashitsuke significa "separare e unire" ed è alquanto lunga e complessa, non sono un intenditore ma so che viene fatta una lunga striscia piatta di ferro e separata con un tagane in piccole striscioline identiche che poi vengono avvolte a caldo su barre dalla sezione ovale o rotonda a seconda del tipo di catena per dare la forma voluta.


Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Jan,

il Manrikigusari nella foto è forgiato in acciaio, per cui non è fatto con il procedimento wakashitsuke, che è invece utilizzato con il ferro morbido giapponese watetsu.

 

La procedura wakashitsuke significa "separare e unire" ed è alquanto lunga e complessa, non sono un intenditore ma so che viene fatta una lunga striscia piatta di ferro e separata con un tagane in piccole striscioline identiche che poi vengono avvolte a caldo su barre dalla sezione ovale o rotonda a seconda del tipo di catena per dare la forma voluta.

 

 

:arigatou: :arigatou: :arigatou:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Qualcuno interessato a partecipare allo stage?

Oltre alla parte pratica ci sarà una teca espositiva con i diversi modelli di Kusari. Il modello nella foto è firmato, con il nome del costruttore, dell'acquirente e la data...


Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ottima segnalazione, e fortunatissimo chi vi potrà partecipare

sia per il seminario in se sul manrikigusari sia per poter partecipare

ad uno staige della Jūtaijutsu-Kai, cosa di cui mi rammarico per

non avervi mai potuto partecipare per questioni di distanza e tempo.

Mi sarebbe piacuto parteciparvi anche per far visionare un mio

manrikigusari-kusarifundo di epoca non ben pricisata, ma credo

risalente al periodo meiji e coperto da patina e ruggine, per avere

una qualche datazione più precisa.

Dunque un pò di sana invidia per chi vi parteciperà. :ichiban::gocciolone:


Giuro sul mio Onore di Cintura Nera; di Preservare anziché Distruggere; di Evitare lo scontro anziché Confrontarmi; di Confrontarmi anziché ricevere del Male; di fare del Male anziché Storpiare; di Storpiare anziché Uccidere; di Uccidere anziché di Morire; di Morire anziché disonorare la mia Cintura.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Gabriele, è un vero peccato che non potrai partecipare.

Inoltro i dati della location e del programma: la prima parte dello stage sarà "OPEN", quindi aperta a tutti e gratuita!

 

Domenica 22 Aprile 2012

Centro Sportivo Metanopoli (Ex-"SNAM")

Via Caviaga 4, S.Donato Milanese (MI)*

*Raggiungibile in Metropolitana da Milano C.le in 20 Minuti: linea gialla M3, capolinea S. Donato uscita Via Marignano.

In auto comoda uscita da Autostrada e Tangenziale Est.

 

Dalle ore 11:00 alle ore 13:00

SEMINARIO "OPEN" - Gratuito*

 

Dalle ore 14:00 alle ore 18:00

SEMINARIO A PORTE CHIUSE*

 

Per lo svolgimento dello stage verranno utilizzati sia kumihimo koshirae no manrikigusari (in corda, da allenamento) che manrikigusari costruiti a mano in ferro e acciaio.

 

Non è richiesta alcuna esperienza precedente nelle arti marziali. Età minima per partecipare: 18 anni.

*E' gradita la prenotazione: per il raggiungimento del numero massimo di partecipanti avranno la precedenza i

pre-iscritti.

 

www.kusari.it


Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Mancano pochissimi giorni allo Stage!

Domenica 22 Aprile. Open Seminar (gratuito) dalle 11:00 alle 13:00; Sezione "a porte chiuse" dalle 14:00 alle 18:00

 

E' ancora possibile iscriversi sul sito www.kusari.it


Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, Registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

Caricamento
Accedi per seguirlo  

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante