Vai al contenuto
Accedi per seguirlo  
Satiro

katori shinto ryu Otake-Hatakeyama-Sugino

Messaggi consigliati

Ciao a tutti,spero di non aver fatto un topic clone,ho provato con la funzione cerca ma non sono riuscito a trovare,volevo quindi chiedervi quali fossero le differenze tra i katori shinto ryu secondo questi tre maestri visto che alcuno scuole riportano "katori shinto ryu hatakeyama-ha" piuttosto che "katori shinto ryu otake-ha",qualcuno,magari,sa anche come si traduce "tenshin shoden katori shinto ryu"? cioè in italiano che significato ha? grazie mille ciao! :D

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Satiro, ho visto che hai inserito un messaggio anche nell’altra discussione. Per comodità tua (e di chi interverrà in seguito) risponderò qui alla tua domanda. La Tenshin Shōden Katori Shintō Ryū (Scuola della divinità di Katori di reale ispirazione celeste) è una koryū (letteralmente “scuola antica”), termine con il quale si designano tutte quelle tradizioni nate durante il periodo medievale giapponese (durato sino al 1868). Le discipline da combattimento codificate dopo questa data rispondono, invece, al nome di gendai budō (letteralmente “via marziale moderna”). Nel caso della Katori Shintō Ryū ci si trova davanti ad una delle più antiche arti da combattimento nipponiche, la cui codificazione avvenne nella seconda metà del XV secolo. Il curriculum tecnico presentato è vastissimo: al suo interno troverai tecniche di kenjutsu (con una spada e con due), di iai, di bō, di naginata, di yari ed altro. Non avendo tu mai praticato una scuola di spada giapponese prima d’ora, la Katori Shintō Ryū ti permetterebbe di apprendere diverse arti nello stesso tempo (non tutte insieme ovviamente, ci arriverai gradualmente). Attualmente è la tradizione di spada giapponese con più praticanti a livello mondiale. Ecco spiegato il motivo delle numerose scuole presenti nella tua zona. Per quel che riguarda la differenza tra le tre linee, lascio la parola agli esperti; sul forum ce ne sono diversi per ognuna di esse. Oltre a presentarti il loro autorevole punto di vista, spero saranno così gentili da colmare con ulteriori notizie quanto da me riportato :arigatou:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Le scuole più diffuse sono quelle da te citate e ognuna di esse differisce per l'approccio allo studio dei kata, su cui si basano tutte le koryu.

L'unica delle tre scuole con il suffisso -ha è quella del maestro Hatakeyama Goro ( diretta ora dai menkyo okuden da lui nominati : il maestro Sergio Mor Stabilini di Bergamo e il maestro Andrea Re di Milano).

Si potrebbe riassumere in questo modo:

La scuola del maestro Otake (il cui riferimento in Italia è Luisa Raini Shidosha) è la linea principale ufficialmente riconosciuta dal soke che attualmente non pratica più. Praticano dando molto peso alla velocità di esecuzione dei kata.

La scuola del maestro Sugino, figlio del maestro Sugino Yoshio (di cui Hatakeyama Goro era primo assistente) ha come motto "la precisione prima di tutto". Il riferimento principale in italia è il maestro Claudio Regoli.

Infine la linea del maestro Hatakeyama i cui principi sono: distanza, tempo, ritmo. Ad oggi questa linea non è ufficialmente riconosciuta dal soke sebbene abbia un' "autorizzazione verbale" alla pratica. Tutto ciò non ha nulla a che vedere con l'effettiva bontà e originalità della scuola.

Questo chiaramente a grandi linee... i veri particolari e le differenze si possono percepire solo dopo anni di corretta pratica.


M.V.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie per il tuo prezioso contributo Saizo :arigatou:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie mille Sandro e Saizo!! ora mi è tutto più chiaro,sono rimasto un pò sconvolto hai detto che ora in Italia la Hatakeyama-ha è diretta da il maestro Sergio Mor Stabilini di Bergamo... io sono di Bergamo :v fico allora è la sua probabilmente quella che ho trovato

 

un'altra cosa,il suffisso "ha" cosa indica? da come ne hai parlato sembra quasi una specie di grado,come se avesse "guadagnato" quel suffisso.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

un'altra cosa,il suffisso "ha" cosa indica? da come ne hai parlato sembra quasi una specie di grado,come se avesse "guadagnato" quel suffisso.

 

Il suffisso "ha" 派 indica un ulteriore ramo all'intero della medesima scuola (ryū 流), la visione che un maestro di una determinata tradizione ha della stessa. Nello specifico, lo Hatakeyamaha è il Tenshin Shōden Katori Shintō Ryū secondo l'ottica di Hatakeyama Gorō sensei. Quando trovi "ha" dietro ad un nome proprio vuol dire che quella linea si discosta leggermente dagli insegnamenti originari. Il che, come ci faceva notare precedentemente l'ottimo Saizo, non mette assolutamente in dubbio la genuinità di quanto viene trasmesso :arigatou:

Modificato: da sandro

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il suffisso "ha" 派 indica un ulteriore ramo all'intero della medesima scuola (ryū 流), la visione che un maestro di una determinata tradizione ha della stessa. Nello specifico, lo Hatakeyamaha è il Tenshin Shōden Katori Shintō Ryū secondo l'ottica di Hatakeyama Gorō sensei. Quando trovi "ha" dietro ad un nome proprio vuol dire che quella linea si discosta leggermente dagli insegnamenti originari. Il che, come ci faceva notare precedentemente l'ottimo Saizo, non mette assolutamente in dubbio la genuinità di quanto viene trasmesso :arigatou:

 

Grazie mille per la risposta Sandro! beh speriamo bene allora,sembra proprio interessante,in questi giorni proverò ad informarmi! :D

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, Registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

Accedi per seguirlo  

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante