Vai al contenuto
Matteo Corti

Tsuba scuola Tosho

Messaggi consigliati

Inserito: (modificato)

Vi presento il mio ultimo acquisto! :felice:

È una Tsuba della scuola Tosho del periodo Edo.

Lavorazione: Ko Sukashi (piccoli trafori) con tema Kiku no Hana (fiori di crisantemo).

Forma: Maru Gata (diametro 7,5cm)

Peso: 125g

Mei: Kōfu Jū Kanenaga (Tradotta grazie all'aiuto di Paolo e Sandro)

 

Quando l'ho vista è stato un colpo di fulmine, me ne sono innamorato subito. :laugh:

Mi piacerebbe moltissimo avere un vostro parere :arigatou:

Se avete anche qualsiasi altra informazione in più sulla scuola o altro che possa aiutarmi nelle mie ricerche ve ne sarei davvero grato. :thanks:

TSUBA Tosho - Ko Sukashi - Kiku no hana.JPG Tsuba Tosho 7.JPG

Lato Omote Lato Ura

 

La Mei:

Tsuba Tosho 4.JPG

Tsuba Tosho 5.JPGTsuba Tosho 6.JPG

 

Vi metto anche le foto del certificato, nel caso qualcuno possa aiutarmi per la traduzione. :tiprego:

Tsuba Tosho 3.JPG

Tsuba Tosho 1.JPGTsuba Tosho 2.JPG

Modificato: da Matteo Corti

"Hana wa sakuragi, hito wa bushi" (花は桜木人は武士) - "tra i fiori il ciliegio, tra gli uomini il guerriero"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Bell'acquisto Matteo!

La superficie della tsuba dovrebbe essere in Migaki Ji ( appunto superficie liscia) :happy:

Eventualmente potresti postare anche una foto del lato Ura? tanto per mia curiosità vedere com'è :arigatou:


Prossimamente al cinema... "Indiana Jones e la lama perduta"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie Francesco! :arigatou:

Sì, la superficie credo si possa definire Migaki Ji.

(Ho aggiunto le foto dal lato Ura e della Mei al messaggio iniziale)


"Hana wa sakuragi, hito wa bushi" (花は桜木人は武士) - "tra i fiori il ciliegio, tra gli uomini il guerriero"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

complimenti per l'acquisto, davvero carina!

Seppur il disegno sembri semplice ed il sukashi "minimo", l'effetto d'insieme lo trovo bello ed essenziale.

Non posso esserti d'aiuto circa traduzioni del certificato o della mei, posso però dirti che a mio parere è davvero ben eseguita, l'effetto "lente" della superficie è molto proporzionato e "morbido" . :thumbsup:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie del commento Ivan! :arigatou:

La cosa che mi piace di questa Tsuba è proprio che trasmette un senso di solidità e compattezza e al tempo stesso una sensazione di leggerezza grazie alla lavorazione semplice ed essenziale. :thumbsup:


"Hana wa sakuragi, hito wa bushi" (花は桜木人は武士) - "tra i fiori il ciliegio, tra gli uomini il guerriero"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Matteo,

ho "giocato" un poco con la tua Tsuba ed anche grazie alla fondamentale assistenza di Sandro sono in grado di fornirti qualche chiarimento.

 

A) Firma: la firma è incisa in caratteri Sōsho - quindi non chiarissimi. Comunque recita: 江府住庖永 Kōfu Jū Kanenaga (Kanenaga residente in Kōfu) dove Kōfu (capitale dell'Est) è l'antico nome della città di Edo (odierna Tōkyō) provincia di Musashi.

Escluderei si tratti di un' altra cittadina sempre di nome Kōfu (stessi due kanji), situata in provincia di Hōki, per via della scuola (vedi dopo).

 

B) Scuola: ho visto che la Tsuba è genericamente indicata come di scuola Tōshō; effettivamente è una definizione un poco generica.

La scuola/stile Tōshō nasce sostanzialmente insieme alle prime Nihontō; si consolida come stile e come caratteristiche di forgiatura nei periodi Heian e Kamakura. Nel periodo Muromachi rimane in auge pur risentendo della "concorrenza" delle altre scuole che stavano nascendo ed incominciando ad affermarsi. Scompare quasi del tutto nel primo periodo Edo per poi rispuntare più tardi ma a questo punto "contaminata" da stili e scuole diverse quali, ad esempio, la scuola Bushū.

La scuola Bushū si sviluppa nel medio e tardo Edo nella città di Edo (odierna Tōkyō), suddividendosi poi in vari "rivoli" rappresentati da piccoli gruppi di artisti-artigiani ciascuno dei quali realizza lavori in base alla propria sensibilità artistica ed esperienza.

Ed è proprio ad uno di questi gruppi, il gruppo Bushū-Itō, che (molto sommessamente e con grande prudenza) credo possa farsi risalire la Tsuba in tuo possesso.

 

Per inciso, del Kanenaga ( 庖永 - Kōfu Jū) che ha realizzato la tua Tsuba non sono proprio riuscito a trovare altri lavori.

 

A completamento di quanto sopra, ti allego il testo in inglese di un articolo di Kazutaro Torigoye / Robert Haynes che si sofferma sulle caratteristiche delle Tsuba Tōshō durante il periodo Edo.

 

Immagine.jpg

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Matteo, bella tsuba. Ho trascritto l'origami, può esserti utile:

 

認定書 - ninteisho

一。菊花図鐔 - ichi. kiku (no) hana zu tsuba

銘江府住庖永 - mei Kōfu jū Kanenaga

鉄地丸形小透毛彫 - tetsu-ji maru-gata ko-sukashi kebori

右は當協會に於て審査の結果特別貴重 - migi ha to-Kyōkai ni oite shinsa no kekka tokubetsu

小道具として認定する - kodōgu toshite ninteisuru

昭和四十八年六月十日 - Shōwa 48 nen 6 gatsu 10 hi (10 giugno 1973)

財団法人日本美術刀劍保存協會 - Zaidan hōjin Nihon Bijutsu Tōken Hozon Kyōkai

????殿 - ???? tono (è il nome del committente del certificato)

 

(salvo errori ed imprecisioni :omg:)

PS - che sia ascrivibile allo stile Tōshō ( 刀匠) lo diamo per scontato o è solo un'ipotesi di lavoro?


Mauro Piantanida
武士に二言無し
Έτσι, δεν γνωρίζω

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Matteo,

ho "giocato" un poco con la tua Tsuba ed anche grazie alla fondamentale assistenza di Sandro sono in grado di fornirti qualche chiarimento.

 

A) Firma: la firma è incisa in caratteri Sōsho - quindi non chiarissimi. Comunque recita: 江府住庖永 Kōfu Jū Kanenaga (Kanenaga residente in Kōfu) dove Kōfu (capitale dell'Est) è l'antico nome della città di Edo (odierna Tōkyō) provincia di Musashi.

Escluderei si tratti di un' altra cittadina sempre di nome Kōfu (stessi due kanji), situata in provincia di Hōki, per via della scuola (vedi dopo).

 

B) Scuola: ho visto che la Tsuba è genericamente indicata come di scuola Tōshō; effettivamente è una definizione un poco generica.

La scuola/stile Tōshō nasce sostanzialmente insieme alle prime Nihontō; si consolida come stile e come caratteristiche di forgiatura nei periodi Heian e Kamakura. Nel periodo Muromachi rimane in auge pur risentendo della "concorrenza" delle altre scuole che stavano nascendo ed incominciando ad affermarsi. Scompare quasi del tutto nel primo periodo Edo per poi rispuntare più tardi ma a questo punto "contaminata" da stili e scuole diverse quali, ad esempio, la scuola Bushū.

La scuola Bushū si sviluppa nel medio e tardo Edo nella città di Edo (odierna Tōkyō), suddividendosi poi in vari "rivoli" rappresentati da piccoli gruppi di artisti-artigiani ciascuno dei quali realizza lavori in base alla propria sensibilità artistica ed esperienza.

Ed è proprio ad uno di questi gruppi, il gruppo Bushū-Itō, che (molto sommessamente e con grande prudenza) credo possa farsi risalire la Tsuba in tuo possesso.

 

Per inciso, del Kanenaga ( 庖永 - Kōfu Jū) che ha realizzato la tua Tsuba non sono proprio riuscito a trovare altri lavori.

 

A completamento di quanto sopra, ti allego il testo in inglese di un articolo di Kazutaro Torigoye / Robert Haynes che si sofferma sulle caratteristiche delle Tsuba Tōshō durante il periodo Edo.

Non so davvero come ringraziarti Paolo per tutte queste ricerche che hai fatto sulla mia Tsuba. Troppo gentile! :arigatou:

Tu e Sandro siete stati veramente impagabili, grazie di cuore per l'aiuto! :arigatou:

:ola:


"Hana wa sakuragi, hito wa bushi" (花は桜木人は武士) - "tra i fiori il ciliegio, tra gli uomini il guerriero"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Matteo, bella tsuba. Ho trascritto l'origami, può esserti utile:

 

認定書 - ninteisho

一。菊花図鐔 - ichi. kiku (no) hana zu tsuba

銘江府住庖永 - mei Kōfu jū Kanenaga

鉄地丸形小透毛彫 - tetsu-ji maru-gata ko-sukashi kebori

右は當協會に於て審査の結果特別貴重 - migi ha to-Kyōkai ni oite shinsa no kekka tokubetsu

小道具として認定する - kodōgu toshite ninteisuru

昭和四十八年六月十日 - Shōwa 48 nen 6 gatsu 10 hi (10 giugno 1973)

財団法人日本美術刀劍保存協會 - Zaidan hōjin Nihon Bijutsu Tōken Hozon Kyōkai

????殿 - ???? tono (è il nome del committente del certificato)

 

(salvo errori ed imprecisioni :omg:)

PS - che sia ascrivibile allo stile Tōshō ( 刀匠) lo diamo per scontato o è solo un'ipotesi di lavoro?

Grazie mille per la trascrizione del certificato Mauro! :ok:

L'attribuzione della Tsuba alla scuola Tosho è presente sia nella descrizione fornita da Sakura Matsuri (dove l'ho presa io) (allegato 1), sia in quella di un'asta durante la quale era stata precedentemente venduta (allegato 2).

Tuttavia grazie alla spiegazione di Paolo si vede come questa scuola, nel periodo a cui dovrebbe risalire la mia Tsuba, fosse in realtà divisa in diverse correnti. Dunque a questo punto credo si possa dire che la Tsuba sia attribuibile alla scuola Tosho, in particolare (sempre con la dovuta prudenza ovviamente) alla "corrente"/gruppo Bushu-Ito. Questo è quello che mi pare di aver capito, però aspetterei il più autorevole parere di Paolo per un'ulteriore conferma. :arigatou:

Tsuba.png

Tsuba - Von Morenberg.png


"Hana wa sakuragi, hito wa bushi" (花は桜木人は武士) - "tra i fiori il ciliegio, tra gli uomini il guerriero"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Inserita: (modificato)

Visto che Mauro ha gentilmente fatto "30", facciamo "31"

 

 

 

認定書 - ninteisho - (certificato)

一。菊花図鐔 - ichi. kiku (no) hana zu tsuba - (una tsuba raffigurante fiori di Crisantemo)

銘江府住庖永 - mei Kōfu jū Kanenaga (firma: Kōfu jū Kanenaga)

鉄地丸形小透毛彫 - tetsu-ji maru-gata ko-sukashi kebori (in ferro, di forma rotonda, con piccolo traforo, incisa con tecnica Kebori (vedi poi))

右は當協會に於て審査の結果特別貴重 - Migi wa Tōkyōkai ni Oite Shinsa no Kekka Tokubetsu Kichō
小道具として認定する - Kodōgu Toshite Nintei suru ( si certifica quella a destra come finimento specialmente meritevole di essere conservato in base ai risultati dell'esame svolto presso la nostra associazione)

昭和四十八年六月十日 - Shōwa 48 nen 6 gatsu 10 hi (10 giugno 1973)

財団法人日本美術刀劍保存協會 - Zaidan Hōjin: Nihon Bijutsu Tōken Hozon Kyōkai (ente con valore giuridico: associazione per la salvaguardia della spada artistica giapponese)

????殿 - ???? Dono (il Sig. ????殿 - ???? - è il nome del committente del certificato ossia di colui che ha sottoposto la Tsuba a Shinsa)


La traduzione del termine Kebori é "incisione come un capello" - Incisione del metallo con linee di uguale larghezza e profonditá - Con Kebori si intende "anche" la tecnica di incisione del metallo che produce una sottile linea senza asportazione del metallo - caratteristica, tra l'altro, della scuola Mito

Modificato: da Paolo Placidi

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie ancora Paolo, davvero gentilissimo! :arigatou:

Sapresti consigliarmi qualche buon libro (meglio se in Italiano, ma va bene anche in Inglese) per lo studio delle Tsuba (scuole, stili, tecniche di lavorazione...)?


"Hana wa sakuragi, hito wa bushi" (花は桜木人は武士) - "tra i fiori il ciliegio, tra gli uomini il guerriero"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Matteo,

 

lo studio delle Tsuba è più complicato e difficile dello studio delle lame stante l'enorme quantità di Tsuba realizzate nei secoli sia per fini pratici che per fini di collezionismo, il continuo e "confuso" passaggio di artisti da una scuola / stile ad un altro, il modesto interesse dimostrato dagli studiosi (di questo argomento) sia giapponesi che occidentali i quali si sono maggiormente concentrati sullo studio delle lame.

 

Fatta questa premessa, veniamo alla tua domanda.

Che io sappia in italiano non esiste nulla se non sommari accenni nei già ben noti libri sulle lame realizzati da S. Magotti ed A. Roatti-Verrina.

In italiano puoi trovare alcuni cataloghi di Musei quali lo Stibbert di Firenze od il Chiossone di Genova. In tali cataloghi, oltre la illustrazione (limitata) delle varie Tsuba, sono presenti alcuni cenni di carattere più "tecnico-specifico" relativi a scuole, tecniche di lavorazione, ecc,, (ma sono sempre e solo dei cenni).

 

In inglese la bibliografia è un poco più vasta ed articolata, per esempio puoi cercare:

- Sukashi Tsuba - Early Japanese Sword Guard - di Sasano Masayuki

- Gai Sô Shi - Study Collection of Japanese Sword Fittings - di Robert E. Haynes

- Handbook of Sword Fittings related Terms - di Markus Sesko

e poi, ancora in inglese, cataloghi di Collezioni o Musei sparsi per il Mondo; per esempio:

- The Baur Collection - Japanese sword fittings

- Bushi no Isho - Sukashi Tsuba - del Sano Art Museum

- eccetera, eccetera ........

 

 

Comunque guarda anche nella Sezione Libri del Forum http://www.intk-token.it/forum/index.php?showtopic=5889

Modificato: da Paolo Placidi

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie :arigatou:

So che lo studio delle Tsuba è complesso e difficile da affrontare, però mi piacerebbe davvero cominciare ad approfondire anche questo aspetto del mondo delle Nihonto.

Trovo che affiancare allo studio della Token anche un po' di conoscenza di quello che è il suo corredo sia importante per avere una visione d'insieme più completa.

Tra l'altro sono sempre stato affascinato dai Koshirae e in paricolar modo dalle Tsuba. :laugh:


"Hana wa sakuragi, hito wa bushi" (花は桜木人は武士) - "tra i fiori il ciliegio, tra gli uomini il guerriero"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Matteo complimenti! Se la memoria non mi inganna quella Tsuba l'ho vista di persona e devo dire che e' davvero splendida!


武士に二言無し

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Leo! Che piacere sentirti! :laugh:

Sono contento che la Tsuba ti piaccia, anche a me piace molto e tra l'altro lo stato di conservazione è davvero impeccabile. :ok:


"Hana wa sakuragi, hito wa bushi" (花は桜木人は武士) - "tra i fiori il ciliegio, tra gli uomini il guerriero"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Si chiedo scusa ma sono stato sommerso da una serie di cose e ho avuto poco tempo da dedicare al Forum e alle lame! Stasera sono rilassato e sto leggendo un po' di post! Bella bella bella! Oltretutto le foto non riescono a renderle giustizia perche' quando l'ho vista dal vivo era quasi irriconoscibile, la lavorazione e' cosi' fine da non poter essere apprezzata dalle immagini!


武士に二言無し

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

sono stato sommerso da una serie di cose e ho avuto poco tempo da dedicare al Forum e alle lame! Stasera sono rilassato e sto leggendo un po' di post!

Sono davvero contento di rivederti sul forum! :ok:

 

Bella bella bella! Oltretutto le foto non riescono a renderle giustizia perche' quando l'ho vista dal vivo era quasi irriconoscibile, la lavorazione e' cosi' fine da non poter essere apprezzata dalle immagini!

Grazie! :arigatou::arigatou::arigatou: (la prossima volta che ci incontriamo la porto così la puoi vedere meglio dal vivo)


"Hana wa sakuragi, hito wa bushi" (花は桜木人は武士) - "tra i fiori il ciliegio, tra gli uomini il guerriero"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante